Sfida accettata Facebook: cosa significa


sfida-accettata-facebook

Da qualche settimana Facebook, il più grande social network del mondo, vede coinvolte milioni di persone in uno strano contest: foto vintage o un po’ datate con una frase sempre presente “Sfida accettata” con relativo hashtag #sfidaaccettata.

Presi della frenesia e senza comprenderne il vero senso, tantissimi utenti del social fondato da Mark Zuckerberg, hanno deciso di pubblicare una loro foto con frasi del tipo “Sfida accettata: 15kg fa” oppure “Sfida accettata: quanto ero brutto” per passare a concetti più spicci o a frasi più filosofiche legate al tempo e al suo inesorabile avanzare.

Cosa significa Sfida accettata su Facebook?

Sfida accettata Facebook: cosa significa

Purtroppo tutto questo sta generando molta confusione: ma cosa significa e da cosa è nata la campagna “Sfida accettata” vediamo di fare un po’ di chiarezza

Come sempre capita sul web, purtroppo, le notizie e le iniziative vengono travisate o ripubblicate omettendo dettagli fondamentali delle iniziative: in questo caso parliamo di una campagna nata a luglio 2016, campagna nata con l’intento di sensibilizzare l’opinione pubblica sul cancro e sulle sue conseguenze.

Le indicazioni erano molto chiare: pubblicare una foto in bianco e nero della propria infanzia o del proprio profilo: una volta ricevuti i classici “Mi Piace”, l’utente avrebbe dovuto inviare un messaggio privato al contatto spiegandogli il vero significato della foto.

Una foto in bianco e nero è l’esatta immagine che il cancro ha sulle vite di chi viene colpito da questo male: una malattia capace di togliere tutti i colori della vita lasciando solo quelli più spenti, colori che raccontano la sofferenza di chi ogni giorno deve fare i conti con la morte e con una cura dolorosa e invasiva come la chemio terapia.

Con il passare dei mesi il vero significato della sfida è stato perso, lasciando il tutto a un banale gioco senza senso quasi.

Appena uscita la campagna sui social, Rebecca Wilkinson una ragazza malata di cancro al senso, aveva criticato aspramente l’idea affermando che

Il cancro non è il tema per alcuni selfie finti, come se fosse un’attività divertente. Le persone credono che solo perché mettono una foto in bianco e nero su Facebook sostengono le persone con il cancro. Non lo stanno facendo: dovrebbero visitare davvero le persone con il cancro, tenere loro la mano mentre attraversano il trauma della chemioterapia. È così falso e queste persone sono delle narcisiste.

Crediamo sia giusto soffermarci qualche minuto sulle sue parole e valutare bene l’impatto delle nostre condivisioni e scelte sui social.

Continua: La prevenzione dei tumori al seno sbarca sui social network





Lascia una risposta