Test di Medicina: a Messina chiedono un maxi risarcimento

test di medicina risarcimento

Dopo che il consiglio di Stato ha accolto ha accolto il ricorso fatto da due aspiranti medici, ora centinaia di candidati chiedono un risarcimento danni.

Fino al 2010, infatti, tutti i nomi dei candidati erano associati a un codice segreto che identificava il candidato: tale codice avrebbe dovuto garantire l’anonimato del candidato, questo per evitare favori a eventuali candidati raccomandanti.
Il problema sorge dal fatto che fino al 2010 i partecipanti ai test di ammissione non erano coperti da anonimato: in pratica il codice identificativo era abbinato in modo trasparente al nome del candidato, pratica che

La sentenza parla chiaro

“L’amministrazione è infatti, tenuta a comportarsi correttamente e imparzialmente nell’attuazione di un concorso per essere fedele agli obblighi e agli adempimenti contratti e assunti con l’indizione del concorso medesimo. Il venir meno a tali impegni la espone ad una forma di responsabilità per inadempimento con conseguente risarcimento del danno prodotto, anche indirettamente, nei riguardi di chi abbia subito la lesione”

Se tutti i candidati facessero ricorso, si potrebbe stimare un danno per potrebbe arrivare fino a 50 milioni di euro come risarcimento danni.

ATuttoNet
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica