Tempo di dimezzamento

atomic

Cos’è il tempo di dimezzamento?

Il tempo di dimezzamento di un isotopo, detto anche emivita, è definito come la quantità di tempo che occorre affinché la metà degli atomi di una data quantità pura dell’isotopo in questione decada, cioè si trasformi in un altro elemento. In generale non è possibile predire in quanto tempo decade un di un singolo isotopo (ragion per cui il decadimento viene definito spontaneo); tuttavia, se si prende in considerazione una grande quantità di atomi, è possibile predire in maniera statistica (ma esatta!) quanto tempo ci vuole affinché metà di quegli atomi decada. Sebbene il decadimento sia dunque un processo spontaneo ed imprevedibile, per grandi numeri di atomi il tempo di dimezzamento (di un certo isotopo) rimane costante.

Il tempo di dimezzamento è molto variabile: meno di un secondo per gli isotopi più instabili, fino a miliardi di anni per quelli leggermente instabili. La trasformazione di un isotopo avviene per vari tipi di decadimento (alfa, beta, gamma) finché alla fine non si raggiunge una configurazione stabile. Il decadimento può avvenire per emissione di un nucleo di Elio (decadimento alfa), per emissione di un elettrone e di un antineutrino (decadimento beta), per emissione di un fotone senza variazione di massa (decadimento gamma). Quest’ultimo avviene sempre successivamente a decadimenti alfa e/o beta. Ognuno di questi decadimenti produce delle radiazioni: le prime (alfa) possono essere bloccate da un semplice foglio di carta, le seconde (beta) da una lastra di un millimetro di alluminio, per le ultime (gamma) serve almeno del piombo spesso 3 – 5 cm in quanto molto penetranti.

Immagine via nasaimages.org

ATuttoNet
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica