Maturità 2011 – Fermi e la traccia B

maturità-2011

Anche Enrico Fermi approda agli esami di stato con un trafiletto degno di nota: da una parte l’amore per la ricerca, la scoperta, il viaggio verso l’ignoto; dall’altra parte le direzioni che promettono fama immediata, successo e denaro.
Dunque cos’è veramente il mestiere del ricercatore? Solo amore? Bisogna pur sempre guadagnarsi da vivere o no? Ma purtroppo vi sono alcune realtà in cui questo sogno è difficile da seguire, e come diceva qualcuno questo non è un paese per dottorandi o ricercatori, citando probabilmente un film dei fratelli Coen.
Ma probabilmente è proprio questo il punto che è messo di fronte ai maturandi di oggi: c’è una via perseguibile tra l’amore per la scienza e la ricchezza? Esiste una via di mezzo? In qualche parte del mondo si può seguire il proprio sogno di diventare scienziati e (magari) mettere più di qualche spicciolo in tasca e vivere serenamente? Tuttavia a questo punto sorge spontanea l’altra domanda, fatidica: perché dover andar via dal proprio paese per fare un lavoro che altrove è degno del massimo rispetto?