Hendrix e la fisica – Conclusioni


stratolespaul

Che differenza c’è tra chitarre elettriche? Da una semplice analisi fatta a partire da due tipi particolari di pickup e dalla loro posizione lungo le corde di una chitarra elettrica è emerso che sono molteplici le cause di differenza di suono tra tipi diversi di chitarra elettrica. Se da un lato è vero che i materiali di composizione di una chitarra elettrica (il legno o i legni utilizzati per il corpo) hanno un loro peso nel determinarne il suono, risulta altrettanto vero che la composizione dei pickup, così come la loro posizione lungo la corda possono modificare pesantemente il suono in uscita all’amplificatore. Abbiamo visto infatti che, mentre un pickup single coil enfatizza molto i toni alti, dall’altro lato è molto soggetto al rumore di fondo, trovando difficile impiego con alti livelli di guadagno in uscita (dalla chitarra) e quindi distorsione del suono. Viceversa, un pickup humbucker annulla quasi del tutto i rumori di fondo pur soffrendo cronicamente di una carenza di toni alti.

Come conclusione di quanto visto fino ad ora riportiamo l’esempio di due chitarre elettriche che hanno scritto e continuano a scrivere una buona parte di storia della musica dalla metà del secolo scorso: la Fender Stratocaster che usa nella maggior parte dei suoi modelli dei pickup single coil, e la Gibson Les Paul che invece monta esclusivamente pickup humbucker, solitamente due, uno al manico, l’altro al ponte. Se volessimo paragonare il suono delle due chitarre, una metafora con buona approssimazione è forse questa: la Stratocaster è un pianoforte, la Les Paul è un organo. I legni usati per entrambe ci aiutano a capire questa affermazione: le Stratocaster hanno sempre avuto, almeno nelle versioni base, il corpo in ontano o frassino, il manico in acero e la tastiera in acero o in palissandro (in questo legno dal 1957). La Les Paul è stata costruita sempre o interamente in mogano (come nel progetto originale di Les Paul) nelle versioni Custom o in mix con acero per quelle più economiche e per il manico, con tastiera in ebano e palissandro, spesso sui modelli Custom intarsiate. Nella chitarra elettrica, indubbiamente, questa caratteristica non è fondamentale come in altri strumenti più prettamente acustici, ciò non toglie che i legni influiscano comunque enormemente sul suono generale anche di uno strumento elettrico. I legni utilizzati per il body di una Stratocaster (quelli utilizzati per il manico influiscono quasi per nulla sul suono risultante) sono molto compatti ed enfatizzano notevolmente le frequenze medio – alte. Viceversa, il mogano ha una grana larga e questo dà maggiore risalto alle frequenze basse, con un suono risultante più caldo (da cui il paragone all’organo riferendosi ad una Gibson LesPaul) rispetto a quello di una Statocaster. Queste differenze sono alla base dell’uso e del suono.

Se chiedete a qualsiasi chitarrista la differenza tra l’uso possibile tra le due dirà, tra l’altro non sbagliando, che una Stratocaster è perfetta per il blues, per un suono pulito e acuto (anche se esistono controesempi ovviamente, uno tra tutti Jimi Hendrix), mentre una Les Paul è perfetta per l’hard rock, suono pieno, più dolce ma più esteso… ma anche in questo caso esistono controesempi.

Continua: Hendrix e la Fisica: la chitarra elettrica 2





Lascia una risposta