Graduatorie ad esaurimento – Decreto Sviluppo

banchi

In mattinata è stato approvato alla Camera il Decreto Sviluppo che contiene importanti novità per la scuola, in particolare per le graduatorie ad esaurimento e per il loro utilizzo.
Innanzitutto si ritorna a parlare di valutazione speciale per i docenti che presteranno servizio nelle sedi ritenute disagiate secondo criteri non ancora esposti dal MIUR;
in secondo luogo, le operazioni per il reclutamento del personale supplente (dalle graduatorie ad esaurimento), sia a tempo determinato che indeterminato (eventuali immissioni in ruolo) dovranno terminare in data 31 agosto 2011;
terzo punto, l’aggiornamento delle graduatorie verrà effettuato con cadenza triennale, ma resta immutata la possibilità di scegliere una sola provincia;
restano immutate inoltre le disposizioni del precedente decreto salvaprecari, almeno relativamente all’anno scolastico 2011/2012 (le disposizioni valgono per il personale che nell’anno scolastico citato non riusciranno a stipulare contratti di supplenza della stessa tipologia dell’ultimo contratto stipulato negli ultimi tre anni a causa di una carenza di posti);
ancora, il personale docente immesso in ruolo potrà chiedere trasferimento in una provincia differente solo dopo cinque anni dall’immissione in ruolo;
ultima nota (dolente!), pare che i docenti neo abilitati o in vista di abilitazione imminente non potranno effettuare l’inserimento nelle graduatorie ad esaurimento per il prossimo triennio, un numero di giovani che si aggira intorno alle 20.000 unità!.

Immagine via flickr.com

ATuttoNet
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica