Esami di stato e matematica

integrale

Come prepararsi per il compito di matematica?

Il compito di matematica è la seconda prova scelta per la maturità scientifica. Come prepararsi al meglio? È indubbio che tanto esercizio fa bene e che bisogna sapere tutte le cose imparate durante l’anno (studio di funzione, limiti, derivate, integrali…); tuttavia un ripasso degli argomenti studiati nei due anni precedenti (la geometria analitica e la trigonometria) può semplificare di molto la vita. Se è vero che molti problemi d’esame si risolvono semplicemente per via analitica senza dover far ricorso ad altri stratagemmi, è pur vero che in molte altre prove d’esame vi è un problema di geometria (talvolta solida) che esula dal semplice studio di funzione; non solo, alcuni problemi non sono risolvibili se non per via di semplici considerazioni geometriche, dato che risolverli per via analitica comporta la risoluzione di equazioni… non risolvibili con metodi standard. Tuttavia bisogna ricordare che una figura fatta bene può aiutare a vedere la soluzione, per cui disegnare passo passo i risultati ottenuti può essere una buona regola, ma bisogna altresì ricordare che la figura non costituisce una dimostrazione, nel senso che un angolo non è retto perché “si vede” o perché “così viene nel grafico”, ma perché “le rette che lo formano hanno coefficienti angolari antireciproci”!

In bocca al lupo!!!

Immagine via texample.net

ATuttoNet
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica