Carlo Goldoni


GoldoniCarlo Goldoni nacque nel 1707, a Venezia, da famiglia borghese. Laureato in legge, intraprese la professione di commediografo.
E’ dovuta a lui la riforma della commedia italiana. Morì a Parigi nel 1793.
Goldoni e’ il consapevole interprete e il celebratore degli ideali della contemporanea borghesia. Il personaggio principale dei suoi primi copioni e’ il mercante veneziano. Anche la visione che ha della nobilta’ e’ pienamente borghese. I nobili vengono criticati poiche’ non partecipano alla vita economica del paese e conducono una vita oziosa e parassitaria. col declino dell’economia mercantile veneziana, diminuisce anche il fondamentale ottimismo del Goldoni, cosi’ come e’ in declino la prima fiorente borghesia.

Carlo-Goldoni
L’ambiente veneziano era particolarmente aperto alla cultura illuministica, che era stata assimilata dalla borghesia in maniera realistica e concreta. Goldoni della cultura illuminista accetta l’egualitarismo e il razionalismo, ma non esprime il bisogno di una riforma radicale. Il suo modello ideale di stato e’ l’Inghilterra, dove i borghesi condividono il potere politico con la nobilta’, e non certo la Francia rivoluzionaria e giacobina con il suo egualitarismo radicale. In Goldoni non si aspira al conflitto tra classi sociali, bensi’ alla collaborazione. Goldoni trasformo’ la commedia in una forma teatrale che potesse esprimere una visione del reale in sintonia con gli ideali del tempo. Fino ad ora la scena era dominata dalla commedia dell’arte, basata sulla sola improvvisazione. Goldoni attuo’ una riforma graduale, eliminando le maschere e scrivendo interamente le parti. Egli, a differenza dei letterati del tempo che si provarono nella riforma, era un uomo di teatro e le sue commedie erano scritte per essere rappresentate e per incontrare il gusto del pubblico.
Opere di Carlo Goldoni
La Locandiera

Continua: La Locandiera di Carlo Goldoni





Lascia una risposta