Arco Mauriziano

maurizianoIn località san Maurizio (Reggio Emilia) c’è un grande arco in cotto del xvi secolo con su scritto Mauriziano: il nome deriva dalla vicina chiesa di San Maurizio e indica la villa di campagna dei Malaguzzi, famiglia materna dell’Ariosto, che vi trascosse periodi di villeggiatura.
Si percorrere poi un lungo viale alberato, si attraversa un piccolo ponte sul torrente Rodano e si giunge davanti a un grande edificio a forma di parallelepipedo, con un portone fatto di legno e ferro, sovrastato dalla testa in marmo di un antenato dell’Ariosto.
Entrando ci si trova in una grande sala dove ai lati possiamo vedere affreschi e ritratti della famiglia Malaguzzi: si puo ammirare l’abbigliamento del 1700. Sul lato sinistro c’è una porta da dove si accedde alla seconda stanza, in cui troviamo un lungo tavolo, tutto ricoperto di scritte perche un tempo il Mauriziano era adibito a scuola.

Mauriziano Via Pasteur,11 42100 Reggio Emilia

Alle pareti ci sono grandi affreschi: uno raffigura una battaglia tra le famiglie Malaguzzi e Ruggeri davanti al Duomo di Reggio Emilia; per l’esattezza le due famiglie hanno fatto guerra perche due bambini hanno litigato, uno ha perso un occhio, ma poi le famiglie hanno fatto pace con dei matrimoni. Nella parete centrale si nota un affresco con la battaglia di Lepanto con i Turchi, uno dei marescialli era un Malaguzzi. In alto ci sono rittrati degli antenati e dell’Ariosto stesso, nelle vetrine ci sono reperti archeologici di epoca romana. Il clavicembalo appoggiato al muro nasconde in parte una lapide scritta in latino.
Da questa stanza saliamo attraverso alcuni gradini nel camerino detto “dei poeti” raffigurati sulle pareti. Sotto alla finestra con vetri a rullo di Venezia che potevano permettersi solo i ricchi c’è uno scrittoio. A destra, c’è il caminetto detto degli Orazi, dagli affreschi di storia romana; sul muro di sinistra c’è l’albero genealogico, di fianco c’era un camini ma è stato portato via. Sul soffitto è dipinto Mercurio il messaggero degli dei con ali ai piedi.
Il terzo e ultimo camerino è detto Ariosto: c’è un ritratto dell’Ariosto su un cavalletto, alle pareti affreschi di paesaggi e un bel caminetto.

Arco di accesso al Mauriziano, Chiesa di Mauriziano e San Maurizio
accesso-maurizianoarco-accesso

San Maurizio, un tempo un paese autonomo, chiamato Villa San Maurizio, ora inglobato nella conurbazione di Reggio, si trova a pochi chilometri dal centro della città, lungo la via verso ModenA. San Maurizio è famoso soprattutto perché qui si trova il Mauriziano, la residenza dove Ariosto abitò per lunghi periodi durante la sua funzione di governatore di Reggio.

Scuola
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica