Mummia o alieno scoperta in Perù

mummia-2

Si deve all’antropologo Renato Davila Riquelme la scoperta a Cusco, in Perù, di una mummia con caratteristiche completamente diverse da quelle presentate dagli esseri umani.

Il ritrovamento è avvenuto in un luogo in cui spesso sono stati avvistati gli UFO.

alieno-1

Mummia o alieno scoperta in Perù – Studi, verità e mistero risolto

Per poter portare avanti studi e indagini scientifiche più dettagliate Renato Davila Riquelme ha per diverso tempo sperato di poter avere una borsa di studio e un aiuto sul piano scientifico.

Prima di diffondere la notizia del ritrovamento della mummia-aliena Riquelme Davila ha atteso l’esito dell’analisi scientifica effettuata da tre medici, due spagnoli e uno russo, i quali hanno concordato con Riquelme Davila che le caratteristiche presentate dalla mummia non sono quelle di un essere umano.

L’analisi dei medici ha portato a ritenere che il volto non ha forma ovale o tonda propria dell’essere umano, bensì ha una forma triangolare con una enorme cavità per il cervello.

La testa ha una dimensione variabile dai 18 ai 20 centimetri ma questa mummia, inoltre, è alta circa 50 centimetri ed ha uno scheletro completamente deformato.

I medici stranieri hanno poi constatato che non ci sono le mani e le braccia appaiono talmente sottili che sembrano quelle di un nano.

Riquelme Davila ha stabilito che le caratteristiche presentate dalla mummia corrispondono a quelle dei bambini fino ad 1 anno di età.

Tuttavia non può trattarsi di un bambino in quanto la mummia ha i molari e ciò prova l’enorme differenza che esiste con un bambino di un anno.

mummia-1

Misteri
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica