Adamski tra bufale e misteri

foto-ufo-George_AdamskiSingolare e particolarmente dibattuta è la figura di George Adamski, un esule polacco che a metà degli anni cinquanta balzò agli onori delle cronache perché affermò di aver avuto un incontro ravvicinato con esseri extra-terrestri.

Dapprima avvistò una grande astronave a forma di sigaro, dopo poco vide navicelle più piccole ed infine gli si avvicinò un essere simile agli umani ma di una bellezza straordinaria, essere con cui comunicò telepaticamente e che affermò di essere un abitante di Venere.

george adamskiSecondo il racconto di Adamski questo fu solo il primo di molti altri incontri con i Venusiani, che lui descrisse poi con dovizia di particolari in vari libri. Adamski era una persona particolare, nella sua vita arrivò a fondare una sorta di setta che si insediò alle pendici del monte Palomar, dove sorge un famoso osservatorio astronomico.

Intanto divenne sempre più famoso come il primo uomo contattato dagli UFO e nei suoi libri cominciò a raccontare i suoi viaggi interplanetari a bordo delle navicelle aliene descrivendo dettagli estremamente fantasiosi della luna e degli altri pianeti.

Le fandonie scritte nei suoi libri vennero definitivamente smascherate con i primi viaggi spaziali e Adamski venne additato come mitomane e truffatore. Ma c’è un aspetto della vicenda di Adamski che lascia sconcertati.

L’esule polacco ha infatti lasciato una grande quantità di immagini e fotografie di navicelle aliene, e alcune di quelle immagini e filmati sono ancora oggi oggetto di studio, perché nonostante tutti i moderni mezzi, non si è riusciti a trovare traccia di manipolazioni e ai più sembrano essere veritiere.

Misteri
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica