Un uomo – di Oriana Fallaci

unUn uomo di Oriana Fallaci e’  senza ombra di dubbio uno dei romanzi piu’ controversi, discussi e letti del secondo dopoguerra italiano.

Pubblicato da Rizzoli nel 1979, dopo quattro anni di silenzio di quella che era gia’ all’epoca la giornalisa italiana piu’ nota, il romanzo ebbe un immediato successo di pubblico e di vendite, con un altrettanto immediato fuoco di fila della critica, gran parte della quale non esito’ a stroncare l’opera della Fallac. Il libro e’ controverso in quanto non solo e’ l’opera piu’ intima e al tempo stesso dolorosa della Fallaci, l’opera nella quale la scrittrice fiorentina mostra pienamente il suo essere donna, ma anche perche’ e’ un romanzo senza ombra di dubbio politico, o meglio ideologico.

Il romanzo narra la storia vera di Alekos Panagulis, eroe della resistenza greca contro il regime dei colonelli, che nel 1973 conobbe in occasione di un’intervista la stessa Fallaci e con la quale ebbe un’intensa e profonda storia d’amore.

Panagulis venne condannato a morte nel 1973 in seguito ad un fallito attentato, successivamente graziato su forte pressione dell’opinione pubblica internazionale, venne esiliato. Tornato in patria in seguito alla caduta della dittatura viene eletto parlamentare, ma la sua azione politica e’ tutta diretta dimostrare che gli uomini della deposta giunta continuano ad occupare i posti al potere. Morira’ in un misterioso incidente d’auto nel 1976. Bisogna anche sottolineare come la Fallaci da quando si sono conosciuti ha affiancato Panagulis nelle sue lotte e ne ha condiviso l’azone politica, ed e’ forse questo che buona parte della critica “ben pensante” non ha perdonato alla scrittrice.

La stessa Fallaci ha definito questo libro un atto dovuto alla memoria del suo amato Alekos. E per meglio capire il senso anche politico di questo romanzo appare utile riportare quanto da lei detto in una delle rare interviste concesse:”…e’ un libro sull’eroe che si batte da solo per la liberta’ e la verita’ senza arrendersi mai, e per questo muore ucciso da tutti: dai padroni e dai servi, dai violenti e dagli indifferenti”.

E’ indubitabile che con Un uomo la Fallaci ha regalato alla letteratura italiana un capolavoro unico, un’opera destinata a farsi ricordare per la qualita’ della scrittura e per il forte impegno civile che da esso promana.


Libri
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica