Un doppio sospetto – di Arnaldur Indridason

un doppioIl libro di Arnaldur Indridason édito da Guanda è ambientato a Reykjavik dove in un appartamento viene ritrovato il corpo senza vita di un uomo di circa trenta anni con in dosso una maglietta da donna e disteso in una grossa pozza di sangue. Vicino a lui c’è un divano sotto al quale si intravede una sciarpetta viola intrisa di un forte profumo di spezie e viene inoltre ritrovato un flacone di rohypnol, la cosiddetta droga dello stupro.

Le indagini questa volta non possono essere seguite da Erlendur Sveinsson che è fuori città per problemi personali, sarà perciò la sua collega Elinborg, madre di tre figli e appassionata di cucina,  a studiare il caso. Spetterà a lei pertanto il duro compito di cercare qualche utile elemento nella vita dell’uomo ucciso, vita apparentemente serena e tranquilla.

Tuttavia dalle ricerche condotte sembra vi siano dei collegamenti tra quell’omicidio e una serie di violenze consumate in città alcuni anni addietro. Un’altra pista porta invece alla scomparsa di una giovane fanciulla di soli diciannove anni di cui non si erano più avute notizie. Elinborg tra dubbi e sospetti porta avanti il suo caso che la porterà in un piccolo cimitero sul mare e in un villaggio dell’entroterra dove il tempo sembra essersi fermato, fino ad imbattersi in una orribile storia di vendetta e violenza che lascia dietro di sé una lunga scia di sangue e di silenzi, e dove sono tutti vinti e non ci sono vincitori….

ATuttoNet
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica