Un altare di sabbia in riva al mare – di Federico Vecchio

un altare di sabbiaIl romanzo di Federico Vecchio édito da Mondadori è il racconto di Andrea che esercita la professione di avvocato ed ha uno studio avviato al centro di Roma. Dopo diversi anni comincia a sentirsi gratificato per la posizione che è riuscito a crearsi e non solo dal punto di vista professionale, ma anche in famiglia le cose vanno per il meglio. E’ felicemente sposato con Beatrice ed ha tre figli.

Un giorno un amico si rivolge a lui chiedendogli il favore di seguire una causa di separazione. Andrea accetta non sapendo che da quel giorno la sua vita cambierà in maniera repentina. L’avvocato infatti oltre a farsi consegnare dalla donna i documenti necessari, le chiede anche il racconto della sua storia. Ed è proprio da quel racconto che Andrea comincia a sentirsi legato a Fiammetta, così si chiama la sua cliente, donna che vede forte e coraggiosa e allo stesso tempo diversa dalle altre. E poi c’è Elena separata con un bambino ed ha deciso di lasciarsi alle spalle un matrimonio sbagliato, ed è attorniata da una madre sempre pronta a soccorrerla e una schiera di corteggiatori che non riescono a capire il suo desiderio di libertà ed indipendenza.

I vari personaggi di questo romanzo, da Andrea a Fiammetta, da Elena a Beatrice con i loro figli sono uniti da un unico filo conduttore: la sopravvivenza morale e materiale alla fine di un amore.

Attraverso i suoi protagonisti Federico Vecchio ci porta in una realtà in cui le coppie una volta ritrovatesi nelle aule di tribunale non perdono occasione per umiliarsi e per trattare i figli come un’arma di ricatto.

Questo libro vuole essere in realtà un richiamo sulla possibilità di sopravvivere alla fine di un amore senza subirne la forza distruttrice, di guardare avanti e di trovare la felicità di sentirsi amati ancora una volta.

ATuttoNet
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica