Quelli che però è lo stesso – di Silvia Dai Prà

quelliIl libro di Silvia Dai Prà “Quelli che però è lo stesso” edito da Laterza è una critica ai giovani in età scolare dei nostri giorni; l’autrice, insegnante, descrive gli allievi della sua scuola di Ostia, ragazzi appartenenti a famiglie particolarmente disagiate.

Emerge dal libro della Dai Prà un senso di fallimento sia nell’insegnante che nell’alunno; ci si trova di fronte a giovani nelle cui menti l’apprendimento, la cultura, l’impegno occupano l’ultimo posto.

Hanno solo interesse per il trucco, i bei vestiti, il divertimento sfrenato. E alle spalle vi è il vuoto, famiglie assenti nella loro vita, nel loro percorso educativo. Quello che si vuole trasmettere ai giovani è che hanno un valore da salvaguardare, vanno considerati capaci ed intelligenti anche se non hanno avuto successo in una trasmissione televisiva.

E’ inutile, continua la scrittrice, insegnare loro il greco ed il latino se prima non li si aiuta a considerare ed a rispettare se stessi, come uomini, come persone capaci, come persone ricche di valori.

L’insegnante di Ostia lancia, con questo libro, un grido d’allarme: se la scuola e’ nella situazione precaria in cui si trova e’ perche’ c’è un vuoto sociale: la societa’ tutta non e’ piu’ in grado di educare e di trasmettere valori positivi ai ragazzi.

Libri
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica