Quando era più facile amare – di Charles Bock

quandoParticolarmente interessante questo libro dello scrittore americano Charles Bock pubblicato in Italia da Rizzoli, che ci descrive senza filtri e senza ipocrisie una Las Vegas inedita, quella che vive e soffre dietro i lustrini e le luci sfavillanti, e al contempo ci pone dinanzi a dilemmi e sofferenze universali. Con questo libro Bock èstato riconosciuto dalla critica americana come uno degli scrittori emergenti più interessanti e significativi.

Il tema di fondo di questo romanzo è se le scelte che via via facciamo o subiamo nella nostra vita siano reversibili o meno, fino a che punto possiamo spingerci per non oltrepassare il punto di non ritorno nelle nostre azioni.

I personaggi che attraversano questo libro sono vari e ruotano intorno alla misteriosa scomparsa di Newell, un ragazzo che vive a Las Vegas coi suoi genitori, e che un sabato sera esce senza fare più ritorno a casa e senza lasciare alcuna traccia di se.

I genitori Lorraine e Lincoln Ewing disperati, mentre assistono alla loro vita matrimoniale che sta andando in frantumi non si rassegnano alla scomparsa del figlio e cominciano a seguire le tracce del suo passato, contattando coloro i quali hanno fatto parte della vita del figlio, e si imbattono in una umanità varia e straniante, condita da violenza sesso e continua ricerca del senso della propria vita. A partire da Kenny, il migliore amico del figlio, che nato in un sobborgo e cresciuto nell’emarginazione è convinto che non potrà mai avere di meglio dalla vita. O Bing la cui vita si consuma completamente on line e che ha perso completamente contatto col mondo reale, oppure Cheri che fa la spogliarellista e non ha alcuna aspirazione che diventare la spogliarellista più brava del Nevada e il suo ragazzo Ponyboy che sogna invece di farne una reginetta del porno….

ATuttoNet
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica