Nella testa di Steve Jobs. La gente non sa cosa vuole, lui sì.

Autore:
Massimiliano Grimaldi
  • Direttore responsabile

nellaIn questo libro edito da Sperling & Kupfer lo scrittore e giornalista Leander Kahney tenta di dare una risposta ad un interrogativo che molti si pongono: chi e’ veramente Steve Jobs, cofondatore della Apple e uno dei padri riconosciuti del’informatica.

Steve Jobs, come detto e’ uno dei fondatori dell’importante casa informatica americana, e per la stessa ha ricoperto fino a poco tempo fa’ il ruolo di direttore operativo, incarico che e’ stato costretto a lasciare  a causa dell’aggravarsi delle sue condizioni di salute.

Inoltre e’ anche colui che ogni anno presentava al mondo le novita’ di Apple, facendone con le sue presentazioni subito oggetti di culto e desiderio da parte di milioni di persone: e prorio cio’ ha fatto di Jobs una sorta di mosca bianca nel mondo informatico, il fatto che il suo volto fosse arcinoto al grande puibblico e’ certamente una delle caratteristiche che hanno distinto la Apple dalle altre case informatiche.

Tuttavia a fare da contraltare a questa immagine di Steve Jobs ci sono tutti i pettegolezzi sul suo caratteraccio, si dice che sia egocentrico e accentratore, e debba avere tutto sotto controllo.

Ma di questi aspetti non si cura l’autore di questa inchiesta, che anzi tenta di mettere in luce la qualita’ che ha distinto Jobs, e di conseguenza la Apple: quelle intuizioni che hanno consentito alla casa americana di proporre al grande pubblico prodotti particolari e innovativi, dei quali il pubblico stesso non sapeva ancora di aver bisogno!