L’uomo senza un cane – di Hakan Nesser

uomoIl romanzo di Hakan Nesser édito da Guanda è il percorrere un viaggio nel tentativo di svelare un mistero e al tempo stesso un ricercare cose nascoste, sentimenti, stati d’animo racchiusi nelle nostre anime.

La vicenda raccontata nel romanzo ha inizio il giorno Natale quando in casa Hermansson sono tutti insieme per festeggiare due compleanni speciali: Karl- Erik, infatti, il padre dalle grandi qualità morali, compie sessantacinque anni, mentre Ebba, che è la figlia preferita di Karl, ne compie quaranta.

All’improvviso qualcosa sconvolge quella festa. Prima Robert, ritenuto “la mina vagante” della famiglia scompare senza lasciare notizie; subito dopo si perdono le tracce di Henrik, il figlio più grande di Ebba.

Le due scomparse sono alquanto strane e misteriose e ad indagare sulla sparizione dei due sarà chiamato l’ispettore Gunnar Barbarotti. Questa nuova indagine per Barbarotti è segno della presenza di Dio, dato che si stava preparando a trascorrere un noiosissimo Natale in compagnia dell’ex moglie e degli ex suoceri.

Si pone subito per Gunnar Barbarotti  un interrogativo inquietante e cioè se quelle scomparse siano episodi indipendenti o tra loro vi sia un qualche  collegamento: l’unica cosa certa è che il compito assegnatogli non sarà facile poichè dovrà scavare in quella famiglia apparentemente normale, e sondare le tensioni, i rapporti, gli stati d’animo e i piccoli e grandi segreti che la attraversano……….