Lu campo di girasoli – di Andrej Longo

lu campoParticolarmente accattivante questo romanzo, che può definirsi una vera e propria “favola nera”, di Andrej Longo èdito da Adelphi. Le vicende sono ambientate nel meridione d’Italia, in posto indefinito così come indefinito è il linguaggio parlato dai protagonisti, una contaminazione dei vati dialetti meridionali senza che possa identificarsi con nessuno in particolare.

Il romanzo narra una storia d’amore e violenza, racconta la passione nata, in un piccolo paese, fra Lorenzo e Caterina: Lorenzo è sempre stato innamorato della ragazza, ma aveva rinunciato a corteggiarla perchè oggetto delle attenzioni di Rancio Fellone, il rampollo della famiglia più ricca del paese, ed essendo invece Lorenzo semplicemente il nipote dello “scarparo”, il ragazzo si era convinto dell’impossibilità di poterla conquistare. Ma quando una sera,  mentre suona la tammorra durante una festa, Lorenzo si accorge che Caterina non gli stacca gli occhi di dosso rompe gli indugi, riesce ad ottenere un appuntamento, e da allora ogni domenica si incontrano di nascosto al mare.

Tuttavia Rancio Fellone non accetta di buon grado la situazione, e d’accordo con i suoi due compari decide di vendicarsi il giorno della festa del paese, in quanto viene a sapere che durante i festeggiamenti Lorenzo e Caterina hanno appuntamento in un campo di girasoli. E sicuramente sarebbe riuscito a realizzare i suoi intenti se nelle vicinanze del campo non si fossero fermati in quello stesso frangente due goffi rapinatori, operai disoccupati che avevano appena svaligiato un banco lotto. Ed è l’intervento di questo due “angeli con la pistola” (giocattolo) a far volgere la situazione positivamente, dando una svolta positiva non alla loro vita, come avevano sperato con la rapina, ma a quella dei due ragazzi.

ATuttoNet
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica