L’eleganza del riccio – di Barbery Muriel

riccioL’autrice francese Barbery Muriel ci regala un bellissimo romanzo, campione di vendite e caso letterario in Francia nel 2007 con ben sei ristampe in pochi mesi, successo confermato poi anche in tutti gli altri paesi in cui e’ stato pubbblicato e tradotto tra cui l’Italia.

Il libro e’ una commedia i cui protagonisti sono una portinaia cinquataquattrenne e una bambina dodicenne figlia di un ex diplomatico; due persone che, apparentemente, piu’ diverse e lontane non potrebbero essere.

Le vicende si svolgono a Parigi in un elegante palazzo  in rue de Grenelle numero 7, dove vivono numerosi esponenti dell’alta borghesia francese, e dove la vita lussuosa di ministri, burocrati, maitres à penser della cultura culinaria scorre sotto gli occhi distratti di Reneèe, apparententemente la classica portinaia: grassa, sciatta e teledipendente. Ma sotto le apparenze si nasconde una coltissima autodidatta, profonda conoscitrice di filosofia arte e musica, esperta di Kant e Marx non disdegna la cultura giapponese. Una donna di grande cultura, dunque, capace di farsi beffe dei suoi presuntuosi e saccenti inquilini.

Nello stesso palazzo vive Paloma, una ragazzina dodicenne, figlia di un ottuso ex diplomatico, anch’essa apparentemente normale, ma ben piu’ sveglia e lucida dei suoi coetanei, imbevuta di buona cultura, che ha deciso di farla finita al compimento del suo tredicesimo compleanno, fingendosi fino a quel momento quella ragaszzina mediocre che tutti credono.  Due personaggi che vivono in incognito la loro vera personalita’ e destinate a non incontrarsi mai se non fosse per l’arrivo nel palazzo di Ozu, un ricco giapponese in pensione che sapra’ smascherarle grazie al suo acume e al suo carattere brillante, e metterle una di fronte all’altra.

Libri
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica