Le figlie perdute della Cina – di Xinran

le figlieIl libro di Xinran édito da Longanesi è il racconto di una triste e dolorosa realtà cinese, dove si narra il crudo destino di dieci donne ognuna con una propria vita ma unite da un solo ed unico dolore, quello di doversi separare dalle figlie colpevoli soltanto soltanto di essere nate del sesso sbagliato. Le donne cui spetta questo terribile destino sono studentesse, contadine, donne in carriera.

Le bambine vengono lasciate in un orfanotrofio o abbandonate per strada o ai margini della stazione, altre volte invece vengono tolte alla madre e uccise subito dopo il parto. Tutto questo orrore è un’imposizione politica che seguendo tradizione e condizioni economiche impone un solo figlio che debba essere maschio. Con questo suo libro, la scrittrice ha voluto lanciare un messaggio non solo alle donne cinesi che hanno dovuto sopportare un così grande e inconsolabile dolore, ma anche alle loro bambine che forse oggi sono figlie di donne occidentali che le hanno adottate. E’ stato questo un modo per far sapere a queste figlie private della loro madre naturale che, sebbene il loro destino sia stato l’abbandono, le madri non hanno mai smesso di amarle.

ATuttoNet
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica