La città del sole e della luna – di Philip Ball

la cittàIl libro di Philip Ball édito da Dedalo narra la storia di Karl Neder un fisico ungherese dalla mente geniale che è sempre stato scettico in merito alla teoria della relatività. Neder si ritiene l’inventore di una macchina del moto perpetuo ed è così che scrive continuamente alla redazione di una famosa rivista scientifica. Neder è al tempo stesso una persona sfuggente e a saperlo bene è Lena una giornalista britannica che da diverso tempo lo insegue per farsi rilasciare un’intervista. E’ così che Lena segue le sue strade, i luoghi frequentati da Neder, come i castelli della Transilvania, Budapest o i laboratori di Princeton trascinata per le strade di tutta l’Europa per scoprire dove Karl Neder si nasconda.

In questo romanzo nel periodo precedente alla caduta del muro di Berlino fisici eretici, accademici con grandi doti e qualità e giornalisti che si occupano di scienza si muovono in un quadro variegato in cui la loro ricerca è, in ultima analisi, ricerca esistenziale, in un racconto che oscilla fra ortodossia scientifica e azzardi spregiudicati. Nel libro di Philip Ball ciò che è al centro del racconto è in realtà il confine che esiste tra la scienza e la pseudoscienza.

ATuttoNet
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica