La carta più alta – di Marco Malvaldi

la cartaIl nuovo libro di Marco Malvaldi édito da Sellerio narra ancora una volta una storia ambientata a Pineta dove i quattro vecchietti detective si ritrovano ad indagare su un caso particolarmente delicato.

E’ estate quando Massimo, che ha da poco messo a nuovo il proprio bar, va alla ricerca di una nuova ragazza da impiegare alla cassa, nel frattempo Aldo che ha visto distruggere il suo ristorante al quale hanno dato fuoco è alla ricerca di un nuovo locale per svolgere la propria attività. Nei pressi del suo ristorante c’è Villa del Chiostro, una beauty farm che ha incontrato successo e fortuna e che si presenta come il luogo ideale per creare un’attività di ristorazione. Il titolare della beauty farm è un certo Riccardo Foresti, un uomo che non ha una buona reputazione. Per questo motivo prima di entrare in società con Foresti, Aldo vuole vederci chiaro.

Grazie alle conoscenze di Pilade gli anziani detective riescono a leggere dei documenti del Comune e scoprono dalle carte che l’immobile in cui si trova l’attività di Foresti è stato acquistato ad un prezzo molto più basso rispetto al reale valore. In realtà questo è avvenuto perché Foresti ha acquistato la nuda proprietà e quindi l’immobile è rimasto al venditore, un tale Ranieri Carratori. Il mistero però sta nel fatto che Carratori è morto improvvisamente dopo un mese dal contratto stipulato con Foresti.

Ai vecchietti del luogo la morte dell’uomo sembra una strana coincidenza. Massimo, nel frattempo, subisce una lesione al tendine e viene ricoverato nell’ospedale dove è morto Carratori, dando così la possibilità ai quattro intraprendenti vecchietti di avvalorare le proprie ipotesi circa la misteriosa morte di Carratori e di portare alla luce la verità sull’accaduto…..

ATuttoNet
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica