Ines e l’allegria – di Almudena Grandes

inesIl libro di Almudena Grandes édito da Narratori della Fenice racconta la storia di Ines, una donna che si ritrova a vivere una situazione difficile in un periodo particolarmente complicato per il suo paese. La storia è ambientata a Madrid nel 1936 ed è qui che Ines si ritrova da sola a lottare per i suoi ideali. A causa della situazione politica delineatasi in quel periodo nel Paese la madre e il fratello, che è un attivista della linea falangista, sono costretti ad allontanarsi dalla città.

Tradendo la sua origine aristocratica e le idee conservatrici e reazionarie che sin da bambina non ha mai condiviso, Ines entra a far parte di un gruppo comunista e la casa di famiglia in cui la giovane vive diventa un presidio del Soccorso rosso internazionale. Gli ideali repubblicani però non riwescono ad affermarsi ed è così che Ines viene arrestata perché tradita da un suo compagno e viene rinchiusa nel carcere di Ventas per poi essere trasferita in un convento ed infine insieme alla cognata Adela vengono portate in una casa isolata che sorge sui Pirenei. Ad esserle d’aiuto in un momento così difficile e delicato sono la passione per la cucina e l’ascolto di radio Pirenaica, una radio clandestina del Partito.

Nel 1944 Ines viene a conoscenza dell’invasione della Val d’Aran da parte dell’Unione nazionale spagnola ed è allora che la donna capisce che è giunto il momento del riscatto e di ritrovare l’allegria che non tarderà ad arrivare grazie al capitano Galan e alla cucina del municipio di Bosost, dove cucinerà per le truppe rivoluzionarie.

ATuttoNet
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica