Il tuo cuore mi appartiene – di Dean Koontz

tuoFu il dottor Barnard ad avere eseguito nel 1967 il primo trapianto di cuore, e grazie a lui e alla sua rivoluzionaria operazione da allora tantissime persone hanno avuta salva la vita, nonostane questo intervento presenti ancora oggi pue con il grande progresso della medicina una serie di rischi anche di natura psicologica. E libro di Dean Koontz “Il tuo cuore mi appartiene” èdito da Sperling & Kupfer prende spunto proprio da cio’ e dai risvolti psicologici che questo intervento comporta.

Il protagonista del libro è Ryan un giovane di soli trentaquattro anni con una brillante carriera e una compagna alla quale è sentimentalmente legato tanto che non aspetta altro che sposarla per creare una famiglia.

Tutto ad un tratto, quando la sua vita sta andando per il meglio, Ryan scopre una triste realtà che da un giorno all’altro gli cambierà la vita. E’ affetto da una malformazione al cuore, per curare la quale non bastano terapie e medicinali, ma si rende necessario un trapianto.

Da questa scoperta la mente del giovane è assillata da dubbi, paure, emozioni che non gli consentono di condurre una vita serena e tranquilla. Tutto sembra pacarsi quando gli viene comunicato che dovrà sottoporsi ad un urgente trapianto; trascorre un anno da quell’intervento, Ryan sembra aver ripreso il sorriso che le angoscie e le paure della sua malattia avevano spento, ma purtroppo questa serenità ha breve durata.

Un giorno riceve una telefonata, seguita poi da lettere anonime in cui si ripete sempre la stessa frase: “Il tuo cuore mi appartiene“. E questa frase viene pronunciata da una donna che Ryan scoprirà avere lo stesso volto di colei che le ha donato il cuore. Da quel giorno la sua vita diventa una vera ossessione, così forte che, a ripensarci, avrebbe preferito morire.

Libri
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica