Il padrone delle onde – di Mario Dentone

il padroneProtagonista di questo affascinante romanzo di Mario Dentone èdito da Mursia è Giuseppe Vollaro detto Geppin, capitano di lungo corso su un brigantino, personaggio realmente esistito di cui vi è una labile traccia in un libro di storia della marineria ligure, ma questa traccia è stata sufficiente allo scrittore, storico ma soprattutto marinaio e amante del mare, per immaginare una vita avventurosa completamente dedicata al mare di un figlio della Liguria.

Nel dar vita a questo romanzo Dentoni vuole raccontare la vita di mare nel 1800, i cui protagonisti sono uomini nati su un lembo di spiaggia in piccoli paesini costieri che hanno immolato la loro vita al mare e animati dal coraggio di chi vuole spingersi sempre più in là alla ricerca della linea dell’orizzonte, nel mare senza confini.

Geppin infatti nasce in un piccolo paese della riviera ligure in uno scorcio di costa chiamato “u cantu da groga”, fin da piccolo si dedica al mare e animato da grande ambizione e forza di volontà comincia a lavorare come zavorratore per le grandi barche oceanche, ma il suo sogno e sempre l’orizzonte comincia a prendere il mare da solo con piccole barche finchè non corona il suo sogno e diviene capitano su un brigantino con relativo equipaggio.

Geppin da Groga è certamente estraneo alla grande storia, tuttavia è l’emblema di tante vite, di tanti uomini che hanno vissuto avventurosamente la propria vita sospinti dai propri sogni e da un indomito spirito di libertà….