Il freddo modifica la traiettoria dei pesci – di Pierre Szalowski


ilNel romanzo di Pierre Szalowski “il freddo modifica la traiettoria dei pesci” edito da Rizzoli si intrecciano tante storie venute fuori a seguito di una tempesta di neve che in soli tre giorni ha paralizzato la vita degli abitanti del posto.

Di certo la gravità del fenomeno di neve e ghiaccio ha reso enormemente difficile la vita quotidiana, ma nella sua tragicità ha unito le persone, ha fatto si che ognuna di esse tirasse fuori quel sentimento di amore e di aiuto verso gli altri che forse prima della tempesta non sapeva neppure di avere. In una sola mattina di inverno un ragazzino di undici anni apprende dai genitori la volontà di separarsi e con gli occhi rivolti verso l’alto attutisce il duro colpo e cerca nel cielo una spiegazione alla fine dell’unione dei genitori.

Due omosessuali che a tutti si erano mostrati come amici, decidono improvvisamente di far conoscere il loro amore, stanchi di tenerlo nascosto; una giovane ballerina lascia l’ennesimo amore durato solo una notte; uno studioso trascorre ancora tutto il suo tempo a capire il percorso seguito dai pesci in un acquario. Con un grande spirito di entusiasmo, Pierre Szalowski mette in campo un susseguirsi di incontri e racconti romantici che consentono l’estrinsecarsi di valori tenuti nascosti per troppo tempo.

Continua: Come prima – di Maria Venturi





Lascia una risposta