Il bibliotecario – di Michail Elizarov


il bibliotecarioInteressante romanzo del giovane scrittore russo Michail Elizarov, publicato in Italia da Atmosphere libri, e vincitore nel 2008 del premio letterario Booker Prize.

Con la caduta dell’impero sovietico le opere dello scrittore Gromov conoscono inaspettatamente una vera e propria venerazione: passate sotto silenzio all’epoca della loro pubblicazione, chi le ha lette si è reso conto che ha acquisito poteri che prima non aveva grazie alla sola lettura delle pagine di queste opere.

Passate di mano in mano le opere di Gromov hanno via via acquisito nomi specifici: il Libro della Forza, che rende invincibili; il Libro della Sopportazione, che rende insensibili;  il Libro della Gioia, che rende euforici; e via via altri libri come quello del Potere, quello dell’Ira ecc…

Si apre così una spasmodica caccia a questi libri, si costituiscono delle vere e proprie fazioni organizzate denominate biblioteche che hanno come unico scopo la ricerca degli ormai rari testi Gromov, fazioni contrapposte che riunitesi intorno ad organizzazioni paramilitari danno vita a cruente faide e scontri con un obbiettivo finale: il Libro del Significato.

Protagonista del romanzo è il giovane di origine ucraina Aleksei Vjazincev, che giunto in Russia con il sogno di fare l’attore, scopre che lo zio era membro di una delle delle Biblioteche lanciate alla ricerca dei libri di Gromov, e suo malgrado si lascia trascinare nella ricerca del Libro del Significato scoprendo di essere depositario di un sapere occulto che lo condurrà in un viaggio fino alle più profonde radici culturali della Russia…….

Continua: Gomorra: un viaggio attraverso la camorra





Lascia una risposta