Cecità – di José Saramago


cecitàIl libro di José Saramago “Cecità” édito da Feltrinelli è una denuncia della cattiveria e dell’egoismo di cui l’uomo sa essere capace.

E’ il racconto di un’epidemia che improvvisamente colpisce le persone facendogli perdere la vista, o meglio, creando davanti agli occhi un velo color latte. Man mano che la malattia si diffonde, nel paese si crea uno scompiglio notevole e le persone colpite vengono rinchiuse in un vecchio manicomio dove vengono alimentate e curate. Purtroppo però queste cure hanno breve durata perchè pian piano la cecità colpisce anche coloro designati alla distribuzione del cibo. Tra gli stessi ammalati si viene a creare un forte egoismo, subentra una grande indifferenza tra le stesse persone che soffrono.

La chiave del romanzo di José Saramago va ricercata nella mancanza di altruismo e solidarietà che connotano la nostra civiltà.

Spesso non si aiuta chi ne ha bisogno non perchè non lo si vede o non ci si fa caso a quella persona, piuttosto perchè è comodo essere ciechi di fronte ad un dolore o ad una sofferenza che non ci appartiene.

Continua: La grande festa – di Dacia Maraini





Lascia una risposta