Birra e cazzotti – di Brendan o’Carroll

birraQuesto romanzo di Brendan o’Carroll pubblicato da Neri Pozza è ambientato a Snuggstown, chiassoso sobborgo di Dublino, dove per sopravvivere o paghi il pizzo o te lo fai pagare per conto della malavita, e dove i poliziotti sono soliti chiudere entrambi gli occhi.

Protagonista del libro è Antony Jude McCabe, che a venticinque anni è una grande promessa della boxe irlandese e per questa sua dote è riuscito a sfuggire al destino degli altri abitanti del suo quartiere; sposato con Eileen Coffrey ha già vinto tre campionati nazionali nei pesi leggeri, è stato convocato con la squadra olimpica e ora si appresta a coronare un sogno. In una calda sera estiva combatte a Madrid per conquistare il titolo europeo: mentre i suoi concittadini sono incollati alla radio per ascoltare l’incontro Sparrow, questo il suo soprannome, comincia benissimo e dopo poche riprese il suo avversario è alle corde, basta un solo colpo per risolvere l’incontro ma quel colpo Sparrow non riesce a sferrarlo, non riesce ad approfittare di un avversario inerme e questa sua esitazione fa crollare il sogno.

Quinidici anni dopo Sparrow è uno dei tanto nullafacenti del quartiere, fa da guadaspalle a Simon Williams, un piccolo capo della mala locale, e assistendo quotidianamente a pestaggi e piccole estorsioni vive nella convinzione che non ci sia più nulla per cui valga la pena vivere, stessa disillusione che si può leggere anche negli occhi della moglie Eileen che non riconosce in quell’uomo la stessa persona che aveva sposato anni prima.

Ma quando un giorno Sparrow oltre ai soliti pestaggi assiste anche ad un omicidio allora qualcosa sembra scuotersi dentro di lui: decide di reagire, di tornare sul ring, almeno metaforicamente, per combattere un incontro che stavolta non può permettersi assolutamente di perdere….