Allmen e le libellule – di Martin Suter

allmenIl romanzo di Martin Suter édito da Sellerio è la storia di una coppia di detective appassionati di arte.

Johann Friedrich von Allmen è il classico signore che rientra nello schema di Suter, un uomo a cui piace la bella vita e approfitta della florida posizione economica che ha grazie all’eredità del padre. Lui però non riesce a dare il giusto valore al denaro, e così sperpera fino all’ultimo soldo la sua eredità e per continuare a mantenere il suo tenore di vita contrae debiti continui, convinto che una persona che conta e che viene stimata, può tranquillamente fare debiti perché non viene screditata.

Da un po’ di tempo, per procurarsi denaro, ruba oggetti d’arte e lo fa in luoghi e circostanze da non destare alcun sospetto. Ma il colpo grosso lo compie quando partecipa, come è suo solito, alla serata di gala dell’Opera dove conosce Joelle, una ricca signora con la quale poi trascorre la notte nella sontuosa villa di quest’ultima. Ed è lì che Allmen scopre un consistente tesoro d’arte e senza pensarci su se ne appropria.

Quello però che Johann non ha considerato è che quel tesoro può nascondere segreti che una volta alla luce potrebbero portare anche alla morte; appropriandosi di quegli oggetti è entrato nel controverso mondo segreto dei collezionisti di capolavori, che per puro piacere privato sono pronti a mettere in discussione patrimoni e reputazioni secolari. Ed è così che l’ingenuo Johann è costretto ad improvvisarsi detective quando in questa vicenda fanno la comparsa due cadaveri, e lui insieme al suo ex servitore Carlos deve impegnarsi per venire a capo della faccenda.

ATuttoNet
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica