The Legend of Zelda Majora’s Mask 3D recensione


majoras-mask-3d-00004

Dopo il grande successo della riedizione 3d di “Ocarina of Time“, su Nintendo 3DS arriva anche il capitolo più “controverso” della serie Zelda, ovvero Majora’s Mask. In effetti questo titolo all’epoca dell’uscita non suscitò molto successo tra il pubblico, dato il diverso approccio di gameplay che i fan di vecchia data conoscevano ed amavano: con una sorta di “spada di Damocle” sulla testa del giocatore dettata dal tempo limite ed un’atmosfera decisamente più cupa rispetto ai canoni tipici della serie, questo capitolo di Zelda si è discostato forse in maniera troppo netta per il franchise, a discapito appunto dei supporters abituali.

majoras-mask-3d-00005

Ma nonostante questo, il titolo si è rivelato essere una sorta di pietra miliare per coloro che ne hanno apprezzato il cambio di rotta, inneggiandolo addirittura a titolo migliore della serie; il motore grafico e la struttura di gioco sono molto simili al precedente “Ocarina of Time”, quindi non ha lasciato spiazzati la maggior parte dei giocatori che avevano provato il titolo precedente, ma si discosta di molto invece per quanto riguarda l’alone tenebroso che pervade le terre di Termina. La trama ci porterà nei panni di Link alle prese con un imminente catastrofe: la Luna sta per precipitare sulla terra, ed avremo solo 3 giorni per evitare questo disastro.
Tuttavia potremo contare sulla magica melodia dell’ocarina del protagonista, che ci permetterà di tornare indietro nel tempo fino al primo giorno, per poter gestire al meglio il tempo che scorre e poter proseguire nei vari enigmi.

majoras-mask-3d-00003

Majora’s Mask punta meno enfasi sui dungeon rispetto agli altri capitoli di Zelda, dedicandosi maggiormente allo sviluppo delle quest e caratterizzazione dei personaggi; ed è proprio per questo che in questa nuova edizione per 3DS è stato migliorato il cosiddetto “Taccuino dei Bomber”, dove verrà tenuta traccia di ogni missione secondaria ed obiettivi in corso, in grado di fornire al giocatore un ottimo supporto durante tutta l’avventura. Questa riedizione porta con sé anche uno splendido 3d, grazie al quale potremo immedesimarci ancora meglio nell’avventura rispetto ai tempi del Nintendo 64, con colori molto più vivi e modelli dei personaggi ed ambienti che lasciano a bocca aperta.

Continua: Zelda: Ocarina of Time 3D recensioni





Lascia una risposta