Recensione Fallout 3


Recensione Fallout 3Una nuova era per l’RPG firmato Bethsoft
Un titolo per gli amanti degli RPG, ambientato in un mondo post-atomico in cui quello che rimane delle civiltà si snoda tra città fatiscenti, villaggi barricati nel deserto o dentro canyon e grotte. La popolazione che interagirà con il nostro personaggio varierà dai soliti mercanti agli spietati predoni, il tutto condito dalla varietà delle razze mutanti, nate dalla sperimentazione del genere umano.
Come ogni buon RPG la storian ed il divertimento, inizieranno con la creazione del nostro personaggio, fondamentali saranno quindi le scelte che prenderemo nell’assegnazione delle caratteristiche (forza, percezione, resistenza, carisma, intelligenza, agilità e fortuna) e delle skill.

Il combattimento a turni si complicherà grazie alle variabili dovute alla distanza del bersaglio, delle nostre skill e dei punti deboli del nemico (diversi per ogni zona anatomica presa di mira). Il livellamento, e quindi la crescita del personaggio, sarà legato alla riuscita delle innumerevoli quest che incontreremo durante le nostre esplorazioni.
Si parla di vere e proprie esplorazioni perché ci troveremo immersi in un mondo vastissimo in cui la componente “viaggio e scoperta” sarà decisiva per arricchire la longevità del titolo.
Un aspetto negativo descritto da chi ha provato questo interessantissimo Follout 3 è la facilità di vittoria nel momento in cui il nostro personaggio arrivera’ ad un livello elevato, esso diventerà quasi indistruttibile, tanto che potrà lanciarsi i mezzo ai nemici facendoli letteralmente a pezzi.

Fonte dell’immagine: fallout.bethsoft.com

Continua: Fallout: New Vegas – svelati i requisiti per PC





Lascia una risposta