Mad Max recensione


mad-max-00002

Direttamente dalla pellicola regina dei film d’azione di quest’anno Mad Max: Fury Road, arriva su console e pc l’omonimo videogame action open world. Mad Max riprende dal film la meravigliosa ambientazione post-apocalittica, discostandosi però dalla storia narrata in Fury Road e proponendo nuovi personaggi e situazioni.

Non ritroveremo quindi Immortan Joe come antagonista, bensì un suo parente ovvero Scabrous Scrotus, coadiuvato anch’esso da vari gruppi di nemici pronti a farci la pelle come i War Boys, i porcospini e tanti altri. L’ambientazione è riprodotta alla perfezione, ed ovunque si respira l’aria di motori, fuoco e deserto che impregna il film associato; a partire dagli effetti di luce sapientemente ricreate, ai colori accesi che riportano alla mente le varie scene vissute al cinema.

mad-max-00005
Lo stile di gioco si basa su un modello open world classico, con varie missioni da portare a termine nell’ordine che più si preferisce e dando la massima libertà d’azione al giocatore, sulla falsa riga di quanto proposto ad esempio in Far Cry 4; si può dire che questo sistema di gioco sia esattamente croce e delizia di Mad Max, in quanto è si soddisfacente potersi muovere nell’intero mondo di gioco senza vincoli, ma diventa altrettanto noioso e ripetitivo quando le missioni da compiere si somigliano in modo troppo marcato.

mad-max-00001

I sistemi di controllo non sono dei migliori, con il protagonista che risulta un po’ troppo impacciato nelle movenze, inficiando sull’esperienza dell’esplorazione open world. In tutto questo spicca un comparto grafico e sonoro di prim’ordine, così come degna di nota è la possibilità di personalizzazione data al nostro personaggio, il quale potrà essere adattato sia fisicamente che esteticamente grazie a nuovi equipaggiamenti al nostro volere. Anche i combattimenti corpo a corpo sono ben realizzati, dando un’impronta action moderna ripresa da titoli come la serie di Batman Arkham, seppur non raggiungendo gli stessi livelli di perfezione.

Continua: Oscar 2016: vincitori e categorie





Lascia una risposta