Robot per vigili del fuoco e persone non vedenti


firefighter-robotChi ha problemi di vista spesso si avvale dell’aiuto di cani appositamente addestrati per fare loro da guida.

In alcune circostanze, però, per questi animali diviene impossibile intervenire perché potrebbe risultate pericoloso anche per la loro salute.

Pensate ad un edificio in fiamme: in tal caso i vigili del fuoco avrebbero di certo bisogno di aiuto per individuare persone nascoste dal fumo che devono essere salvate.

Gli studenti della Sheffield Hallam University stanno partecipando ad un interessante progetto che mira a sviluppare un robot semi-autonomo con capacità sensoriali che possono essere condivise con gli esseri umani.

Il robot dovrebbe comunicare con l’uomo attraverso delle “redini” di tre tipi: rigide, flessibili e wireless (basate su un telecomando Wii).

Dovrebbe, inoltre, inviare vibrazioni o onde per indicare cosa si trova lungo il percorso e che strada prendere.

Ciò è possibile grazie all’utilizzo di algoritmi complessi che permettono a queste innovative macchine di individuare gli oggetti che risultano nascosti, ad esempio dal fumo.

Il robot, dunque, si presta a essere un valido aiuto per i vigili del fuoco che potranno essere guidati durante le operazioni di salvataggio risparmiando minuti preziosi.

Secondo Sheffield Hallam il robot potrebbe essere ulteriormente adattato a persone non vedenti o ipovedenti.

Che ne pensate? Vi fidereste di macchine del genere o preferite continuare a contare sul’aiuto di un fedele cagnolino, che non a caso è ritenuto il migliore amico dell’uomo?

Continua: Toyota presenta i robot che suonano violino e tromba





Lascia una risposta