Anche Google sarà fra le nove aziende che avranno il compito gestire la geolocalizzazione delle frequenze inutilizzate, il cosiddetto "white space "senza disturbare le trasmissioni televisive terrestri. Questi data base del white space avranno l'onere poi, di garantire il corretto uso dei dispositivi che si serviranno di connettività ad alte prestazioni