Microsoft sviluppa la pubblicita' globale
Venti marketer internazionali e alcune aziende stanno partecipando al beta testing delle opzioni pubblicitarie che permeeranno le nuove offerte Live di Microsoft. L'obiettivo e' competere con i soliti noti

Redmond (USA) - Google ha consolidato il modello economico basato sui servizi gratuiti con pubblicita', Microsoft sembra apprestarsi a perfezionarlo su Microsoft Office Live, Windows Live Mail e MSN Spaces.

Nelle scorse ore ha infatti confermato che sono iniziati i primi test pubblicitari sulle tre piattaforme, in collaborazione con almeno venti marketer internazionali, ossia societa' specializzate che contribuiranno anche a monitorare l'andamento delle iniziative e a proporre correzioni di rotta.

Il progetto conferma, in buona sostanza, le prime indiscrezioni, raccolte nello scorso novembre, che individuavano nella gratuita' e negli abbonamenti le nuove armi del colosso di Redmond. Bill Gates aveva dichiarato che l'azienda stava per entrare in una nuova era: dove gli introiti vengono generati soprattutto dalla pubblicit?*.

Al momento, aziende del calibro di Coca-Cola Brasile, JCPenney e Monster Worldwide stanno provando differenti formati pubblicitari, volti all'individuazione della migliore soluzione per far fronte alle esigenze degli inserzionisti e degli utenti-consumatori. I test su MSN Spaces toccheranno l'Australia e l'Italia. Per quando riguarda invece Windows Live Mail saranno coinvolti Australia, Brasile, Canada, Francia, Germania, Italia, Spagna, Regno Unito e Stati Uniti.

Oltreoceano gli spazi disponibili su Office Live sono andati a ruba, tanto pi?š che Microsoft sta pensando di includere nel progetto anche gli altri siti del proprio network. Insomma, per tutto l'anno le piattaforme online dell'azienda statunitense si trasformeranno in terra di conquista per gli inserzionisti.

"Grazie a queste opportunita' siamo in grado di offrire servizi di qualita' a basso costo o gratuiti per i nostri clienti e dar vita ad un vasto ecosistema per gli inserzionisti", ha dichiarato Joanne Bradford, vice presidente Global Sales and Marketing di Microsoft.

fonte