San Francisco (USA) - Il fenomeno delle frodi sui click ha un impatto economico negativo enorme, almeno stando ad uno studio di settore condotto da Outsell. In base all'analisi di Chuck Richard, vicepresidente dell'istituto di ricerca, i click fraudolenti causano danni per circa 1,3 miliardi di dollari agli inserzionisti che investono nei servizi di promozione Pay-Per-Click, pilastri fondamentali per le attivit?* di Google, Yahoo! ed MSN.

Lo studio conclude un periodo piuttosto incandescente per l'industria pubblicitaria che opera sul Web, che ha visto la nascita di nuovi modelli e l'esplosione di battaglie legali strettamente correlate all'estensione di questo problema intrinseco del sistema Pay-Per-Click.

Il 14% dei click, secondo Richard, ?¨ completamente fasullo. Lo studio ?¨ stato condotto su 407 casi corrispondenti ad altrettante aziende statunitensi che hanno investito su Internet. L'interesse degli imprenditori sta lentamente congelandosi e, sostiene l'esperto, gli ampi margini di fallimento che gli inserzionisti devono considerare causeranno introiti ridotti per almeno 500 milioni di dollari per tutti i maggiori motori di ricerca.

"L'industria del settore finora si ?¨ dimostrata un muro di gomma nonostante la gravit?* del problema", ha specificato Richard in un'intervista raccolta da AFP. "?? l'ora che le imprese prendano le loro responsabilit?* ed adottino finalmente un sistema aperto per contrastare le frodi sui click, coinvolgendo la comunit?* di esperti, informatici, editori e pubblicitari".

Gli inserzionisti caduti nei tranelli tesi dalle cosiddette botnet che generano click fasulli, ha specificato Richard, "non riescono neanche ad ottenere risarcimenti cospicui: mediamente, le aziende che protestano contro i fornitori di piattaforme PPC riescono ad ottenere poco pi?š di 9000 dollari". Altri fornitori, come Google, hanno proposto spot di risarcimento ai propri affiliati, per un valore di svariati milioni di dollari.

La levata di scudi da parte delle aziende coinvolte nel settore, in risposta alla diffusione dello studio svolto da Outsell, ?¨ stata immediata. La frode sui click ?¨ un "problema molto serio", sostengono i portavoce di Microsoft. Yahoo godrebbe invece di un sistema anti-frode piuttosto sofisticato ed i portavoce del motore hanno specificato che "?¨ possibile tenere sotto controllo il problema". Google minimizza: i portavoce hanno definito la frode sui click come "una situazione che riusciamo a gestire piuttosto bene" ed un "problema che crediamo piuttosto ristretto".

FONTE: punto-informatico.it