+ Rispondi alla Discussione
Risultati da 1 a 7 di 7
  1. #1
    Utente moscio
    Points: 1, Level: 1
    Level completed: 0%, Points required for next Level: 1
    Overall activity: 0%

    Data Registrazione
    Jun 2014
    Genere
    Maschio
    Messaggi
    48
    Punteggio
    1
    Livello
    1
    Credits
    2,999
    Depositati
    0
    Ringraziamenti
    2
    Ringraziato 5 Volte in 4 Post
    La fede si puo' spiegare?
    Ho letto alcune discussioni avviate in questa sezione nelle ultime settimane, e devo dire che forse molti sorrideranno mentre confrontano:
    A) tematiche profonde relative all'analisi di date, ipotesi di sabotaggi letterari sui testi Sacri, oltre che riflessioni sulle fondamenta stesse della fede di miliardi di persone che potrebbero inesorabilmente sgretolarsi a fronte di testimonianze e di fatti comprovati.

    con

    B) analisi sui valori morali, sui temi di fede, eventuali biografie di personaggi riportati nella Bibbia, le loro opere di fede, e l'esempio che ci hanno lasciato.

    La vittoria di A su B è schiacciante.
    A è cool
    B è out

    Come ogni confronto è giusto analizzare i motivi di questa schiacciante vittoria (o sconfitta..dipende da dove la si guarda).

    I motivi credo siano semplici:
    Innanzitutto la fede non si può spiegare e non si può provare.
    Le persone sono maggiormente attratte da quello che vedono, sentono, toccano, assaggiano.
    La religione purtroppo non sempre da delle risposte a tutto.
    Siamo alla continua ricerca di prove e di certezze e tendiamo a respingere quello che non ci è chiaro, soprattutto quello che non si può spiegare.
    Se poi quello che non si riesce a spiegare viene valutato parzialmente o totalmente inattendibile, l'accanimento assume proporzioni ancora più grandi.
    In secondo luogo le persone non amano sentirsi dire quello che devono o non devono fare, e la religione è fatta essenzialmente di questo.
    Definirsi Cristiano, Musulmano o Ebreo significa seguire i dettami di quelle religioni, alcuni dei quali possono sembrare fuori tempo, sorpassati o addirittura inspiegabili.
    Infine devo dire che chi ha fede deve armarsi di pazienza, deve saper aspettare, deve fare delle cose di cui forse non capisce il significato ma con la consapevolezza di fare la cosa giusta.

    E' sbagliato tutto questo?

    Si, no o forse, dipende da quale ottica facciamo la nostra analisi.

    Io per esempio mi definisco cristiano. Dico "mi definisco" perché essere un Vero Cristiano è molto difficile.
    Starei meglio se fossi musulmano? oppure ebreo? Oppure ateo?
    Oppure starei meglio se credessi in me stesso, una delle più nuove e gettonate religioni?

    La risposta è complessa e comprende diversi fattori, come il senso di benessere che si può provare, il coinvolgimento emotivo, i risultati sulla propria vita e sui rapporti col prossimo, i motivi che mi spingono a fare una scelta piuttosto che un'altra, le prospettive, l'ottimismo con cui si può guardare al futuro, la possibilità di ricevere e applicare consigli e provarne l'efficacia e potrei continuare.

    La definizione di fede è: Adesione religiosa a una verità rivelata non sensibilmente tangibile, persuasione dell'esistenza di un Dio
    Un'altra definizione di fede è "certezza di cose che si sperano, dimostrazione di realtà che non si vedono".


    Con questo in mente tutti noi, anche chi crede in se stesso, anche chi crede nei dati storici e nei complotti ha fede, ha fede che quello in cui crede lo libera dalle falsità e dal dogmatismo.

    Ma la risposta è complessa e comprende una serie di fattori...il giusto equilibrio ti dice quando hai fatto bingo!!

  2. #2
    Utente Leggenda
    Points: 1,788, Level: 6
    Level completed: 40%, Points required for next Level: 362
    Overall activity: 59.0%
    Achievements:
    Created Album pictures3 months registered1000 Experience Points
    L'avatar di etabeta255
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Genere
    Maschio
    Messaggi
    1,470
    Punteggio
    1,788
    Livello
    6
    Credits
    1,681
    Depositati
    0
    Ringraziamenti
    1
    Ringraziato 123 Volte in 109 Post
    Mia zia da ragazzina voleva farsi suora, da ragazza è poi scappata da casa per andare in convento, ma non perchè stava male in famiglia...... se lo sentiva, mio nonno è andato in convento a riprendersi la figlia, il nipote voleva farsi prete e mio cugino ...il padre non voleva..... poi ha ceduto, dunque abbiamo una pecora nera in famiglia.
    Ognuno è libero di fare le sue scelte, purchè questo non faccia del male a nessuno e dia "fastidio " agli altri.

    P.s.: Fastidio.... in verità avrei voluto usare un'altra parola ma........ non mi è venuta fuori.
    .....e spezzerò le catene ai miei pensieri, ora liberi essi plasmano il mio essere assopito sotto l'involucro delle apparenze.

  3. #3
    Moderatrice Salottino
    Points: 1,552, Level: 6
    Level completed: 1%, Points required for next Level: 598
    Overall activity: 41.0%
    Achievements:
    Overdrive3 months registeredCreated Album pictures1000 Experience Points
    L'avatar di nonnamancata
    Data Registrazione
    Mar 2013
    Genere
    Femmina
    Località
    siciliana di origine, abito nella bergamasca da circa 40 anni
    Messaggi
    3,301
    Punteggio
    1,552
    Livello
    6
    Credits
    18,177
    Depositati
    0
    Ringraziamenti
    358
    Ringraziato 360 Volte in 285 Post
    [QUOTE=J-LIGHT;277751]Ho letto alcune discussioni avviate in questa sezione nelle ultime settimane, e devo dire che forse molti sorrideranno mentre confrontano:
    A) tematiche profonde relative all'analisi di date, ipotesi di sabotaggi letterari sui testi Sacri, oltre che riflessioni sulle fondamenta stesse della fede di miliardi di persone che potrebbero inesorabilmente sgretolarsi a fronte di testimonianze e di fatti comprovati.

    con

    B) analisi sui valori morali, sui temi di fede, eventuali biografie di personaggi riportati nella Bibbia, le loro opere di fede, e l'esempio che ci hanno lasciato.

    La vittoria di A su B è schiacciante.
    A è cool
    B è out]
    .........................

    E chi è l'arbitro che ha stabilito tutto ciò?
    «L’ironia è la dipendenza peggiore in assoluto. Altro che l’eroina. Non esiste impresa più disperata che cercare di abbandonare l’ironia, il bisogno profondo di intendere una cosa e il suo contrario, di essere in due posti nello stesso istante, di sfuggire alla catastrofe dei significati inequivocabili»
    Edward St.Aubyn

  4. #4
    Utente moscio
    Points: 1, Level: 1
    Level completed: 0%, Points required for next Level: 1
    Overall activity: 0%

    Data Registrazione
    Jun 2014
    Genere
    Maschio
    Messaggi
    48
    Punteggio
    1
    Livello
    1
    Credits
    2,999
    Depositati
    0
    Ringraziamenti
    2
    Ringraziato 5 Volte in 4 Post
    Basta vedere il seguito, le risposte, i riscontri.....

    alcune tematiche vengono definite "interessanti, complete e acculturate, altre "fastidiose".

  5. #5
    Moderatrice Salottino
    Points: 1,552, Level: 6
    Level completed: 1%, Points required for next Level: 598
    Overall activity: 41.0%
    Achievements:
    Overdrive3 months registeredCreated Album pictures1000 Experience Points
    L'avatar di nonnamancata
    Data Registrazione
    Mar 2013
    Genere
    Femmina
    Località
    siciliana di origine, abito nella bergamasca da circa 40 anni
    Messaggi
    3,301
    Punteggio
    1,552
    Livello
    6
    Credits
    18,177
    Depositati
    0
    Ringraziamenti
    358
    Ringraziato 360 Volte in 285 Post
    Citazione Originariamente Scritto da J-LIGHT Visualizza Messaggio
    Basta vedere il seguito, le risposte, i riscontri.....

    alcune tematiche vengono definite "interessanti, complete e acculturate, altre "fastidiose".
    Apprezzo la tua compostezza.Buone feste.
    «L’ironia è la dipendenza peggiore in assoluto. Altro che l’eroina. Non esiste impresa più disperata che cercare di abbandonare l’ironia, il bisogno profondo di intendere una cosa e il suo contrario, di essere in due posti nello stesso istante, di sfuggire alla catastrofe dei significati inequivocabili»
    Edward St.Aubyn

  6. #6
    Utente Leggenda
    Points: 1,788, Level: 6
    Level completed: 40%, Points required for next Level: 362
    Overall activity: 59.0%
    Achievements:
    Created Album pictures3 months registered1000 Experience Points
    L'avatar di etabeta255
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Genere
    Maschio
    Messaggi
    1,470
    Punteggio
    1,788
    Livello
    6
    Credits
    1,681
    Depositati
    0
    Ringraziamenti
    1
    Ringraziato 123 Volte in 109 Post
    Mi da fastidio ancora di più la presunzione e il porsi come "insegnante" che non la religione.
    J-Light ho capito la tua tattica e non scrivo ciò che penso perchè verrei bannato e non ne vale la pena per persone così.
    .....e spezzerò le catene ai miei pensieri, ora liberi essi plasmano il mio essere assopito sotto l'involucro delle apparenze.

  7. #7
    Utente veterano
    Points: 6,264, Level: 11
    Level completed: 65%, Points required for next Level: 386
    Overall activity: 21.0%
    Achievements:
    SocialVeteranTagger First Class5000 Experience Points
    L'avatar di iacchetti
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    391
    Punteggio
    6,264
    Livello
    11
    Credits
    26,619
    Depositati
    0
    Ringraziamenti
    0
    Ringraziato 5 Volte in 4 Post
    Condivido la citazione "certezza di cose che si sperano, dimostrazione di realtà che non si vedono".
    “Fede” è la traduzione del termine greco pìstis, che rende principalmente l’idea di confidenza, fiducia, ferma persuasione.
    Le Scritture dicono: “La fede è la sicura aspettazione di cose sperate, l’evidente dimostrazione di realtà benché non vedute”. (Eb 11:1) “Sicura aspettazione” traduce il sostantivo greco hypòstasis. Questo termine è comune in antichi documenti commerciali su papiro. Rende l’idea di qualcosa che sta alla base di condizioni visibili e garantisce un futuro possesso. In considerazione di ciò è stata proposta questa versione: “Fede è l’atto di proprietà di cose sperate”. (Moulton e Milligan, Vocabulary of the Greek Testament, 1963, p.*660)

    Il sostantivo greco èlegchos, tradotto “evidente dimostrazione”, dà l’idea di produrre prove che dimostrino qualcosa, in particolare qualcosa di contrario alle apparenze. Queste prove rendono dunque chiaro quello che prima non si capiva e perciò confutano ciò che è semplice apparenza. “L’evidente dimostrazione”, o prova convincente, è così concreta o vigorosa che tale è definita la fede.

    La fede è quindi la base della speranza e la prova convincente di realtà invisibili. L’insieme delle verità enunciate da Gesù Cristo e dai suoi discepoli ispirati costituisce la vera “fede” cristiana.

    Avere fede non significa essere creduloni, perché la fede non è credulità; essa si basa su prove concrete. Chi mette in ridicolo la fede di solito ha fede lui stesso in amici sicuri e fidati. Lo scienziato ha fede nei princìpi che regolano il suo campo scientifico. Basa nuovi esperimenti su scoperte precedenti e prevede nuove scoperte in base alle cose già verificate. Lo stesso dicasi dell’agricoltore: prepara il terreno e semina, attendendo, come negli anni passati, che il seme germogli e le piante crescano grazie all’umidità e alla luce del sole di cui hanno bisogno. Quindi la fede nella stabilità delle leggi naturali che governano l’universo costituisce un fondamento per i progetti e le attività umane. A questa stabilità allude il saggio scrittore di Ecclesiaste quando dice: “Anche il sole ha rifulso, e il sole è tramontato, e viene ansimando al suo luogo da dove rifulgerà. Il vento va a sud, e gira a nord. Gira e rigira di continuo, e il vento torna ai suoi giri. Tutti i torrenti invernali vanno al mare, eppure il mare stesso non è pieno. Al luogo dove i torrenti invernali vanno, là tornano ad andare”. —*Ecclesiaste 1:5-7.

    La fede, essendo un frutto dello spirito di Dio, non è posseduta da tutti. (2Tess. 3:2; Galati 5:22) Inoltre la fede del cristiano non è statica, ma cresce. (2Tess. 1:3) Perciò fu molto appropriata la richiesta dei discepoli di Gesù: “Dacci più fede”. Ed egli provvide loro il fondamento per una fede più forte. Fornì loro maggiori prove e intendimento su cui basare la loro fede. —*Luca 17:5.

Discussioni Simili

  1. trova la fede fidandoti di Dio
    Di romedear nel forum Nuovi Utenti
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 07-02-2012, 15: 04
  2. I pro e i contro di una fede.
    Di katerpillar9 nel forum Casa e Giardino
    Risposte: 88
    Ultimo Messaggio: 12-05-2011, 10: 32
  3. Buddhismo: scienza o fede???
    Di NX01 nel forum Casa e Giardino
    Risposte: 13
    Ultimo Messaggio: 07-02-2010, 17: 30
  4. Original Flavour - Dj Fede
    Di Cobra nel forum Musica
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 22-09-2009, 08: 45
  5. Gli sparano ma la fede devia il proiettile
    Di themonster nel forum Notizie dal mondo
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 06-12-2007, 13: 02
Articoli consigliati
Permessi di Scrittura
  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •