+ Rispondi alla Discussione
Pagina 6 di 6 PrimaPrima ... 456
Risultati da 51 a 56 di 56
  1. #51
    Utente Leggenda
    Points: 1,788, Level: 6
    Level completed: 40%, Points required for next Level: 362
    Overall activity: 59.0%
    Achievements:
    Created Album pictures3 months registered1000 Experience Points
    L'avatar di etabeta255
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Genere
    Maschio
    Messaggi
    1,470
    Punteggio
    1,788
    Livello
    6
    Credits
    1,681
    Depositati
    0
    Ringraziamenti
    1
    Ringraziato 123 Volte in 109 Post
    A me non piace l'insistenza ma anche i vincoli, certamente la nostra vita è influenzata da qualcuno nel bene o nel male voluta e non l'ha fatto, ma sta a noi ragionare e crescere, si può anche sbagliare e fare esperienze negative, ma che poi non sono negative perchè si è imparato qualcosa e imparare è positivo, ho fatto molte esperienze anche negative e pur essendo ignorante cerco di ragionare sulle cose anche se mi porta a fare critiche su delle opinioni consolidate, ma ci sono anche punti fermi che non potranno mai essere cambiati.......... giustizia sociale.......rubare e siccome non sono ipocrita cerco di non fare del male a nessuno, in questa società è sparita l'umiltà....che io ho perchè sono semplicemente perfetto.
    Naturalmente scherzo.
    .....e spezzerò le catene ai miei pensieri, ora liberi essi plasmano il mio essere assopito sotto l'involucro delle apparenze.

  2. I seguenti utenti 3 ringraziano etabeta255 per questo utile contributo

    daosequeratowan (14-07-2015),tdrahotaroger (29-05-2015),welawmaow (22-06-2015)

  3. #52
    Utente Leggenda
    Points: 1,445, Level: 5
    Level completed: 79%, Points required for next Level: 105
    Overall activity: 99.9%
    Achievements:
    Created Blog entry1000 Experience Points3 months registered

    Data Registrazione
    Jul 2013
    Genere
    Maschio
    Località
    Alessandria (Piemonte)
    Messaggi
    1,154
    Punteggio
    1,445
    Livello
    5
    Credits
    38,520
    Depositati
    0
    Ringraziamenti
    32
    Ringraziato 137 Volte in 120 Post
    Inserzioni Blog
    2
    BEVANDA INEBRIANTE VINO E FUMO CHE MI PLACA.-

    Non voglio aprire un altro post di questo argomento, perchè ritengo di NON avere toccato molte delle stranezze contenute nella bibbia, per cui vorrei continuare a evidenziarle per farle conoscere e commentarle, insieme a coloro che non le conoscono o nemmeno le prendono in considerazione.

    Quì evidenzierò due passaggi, che nessun teologo, esegeta, o cattolico convinto, vuole che sia messo in risalto. Le ragioni le capirete leggendo quello che scriverò di seguito e controllando i vari passi citati nella bibbia, (che riporterò in grassetto) qualunque essa sia.

    Non volendomi appropriare di studi o traduzioni di terzi, preciso sin da ora che diverse delle cose che riporto in questo post, sono già state evidenziate da traduttori ufficiali e alternativi e sono state anche pubblicate in vari libri, da scrittori famosi.

    Nel libro IL DIO ALIENO DELLA BIBBIA, lo scrittore Mauro Biglino, (l'ultimo in ordine di tempo, ma non ultimo) ha dedicato circa 30 pagine a documentare come all'elohim Yahweh, piacesse annusare il fumo del grasso animale interamente bruciato (a volte anche umano).
    Tali affermazioni nonostante siano contenute nella bibbia, hanno suscitato durissime reazioni da parte di filologi e teologi giudaico/cristiani, i quali hanno sostenuto che lo scrittore si inventava le traduzioni, falsandole o piegandole a proprio uso e consumo nei suoi libri.
    Andiamo quindi a verificare nella bibbia, chi dice il vero e dove sono queste affermazioni:

    • Nei capitoli 28 e 29 del libro dei numeri, per 8 volte e ripetuta l'affermazione che quel fumo placava l'elohim Yahweh, (lo dice Lui stesso) viene riportato anche nelle nostre bibbie.
    • Leggasi Numeri 28/2, 6, 8, 13, 24;
    • Leggasi Numeri 29/6, 13, 36;

    Lo scrittore dunque dice il vero, mentre i teologi addirittura non conoscono il contenuto della bibbia (o fanno finta di non conoscerlo). Costoro per essere messi a tacere, hanno avuto il bisogno di chiedere dove fossero tali affermazioni e andarle a verificare, proprio come facciamo Noi semplici lettori del testo biblico. (scritto sia in ebraico che in italiano, nella Torà e nella Bibbia)

    La cosa che lascia interdetti però non è solo questa, ma che insieme a questi “FUMI” doveva essere preparata una bevanda da farsi su indicazione di Yahweh, una bevanda “INEBRIANTE”.

    Questa bevanda è descritta in Numeri 28/7. (oltre al vino che chiedeva per ogni sacrificio)

    Chiariamo che inebriare vuol dire rendere ebro, quindi ubriacare.
    Questo è riportato anche in ebraico con i termini SHEKAR, SHAKUR, SHIKARON, SHAKAR (vedasi dizionari ebraici), nelle traduzioni riportate in inglese, si legge STRONG DRINK, INTOXICATING DRINK.
    Bevanda alcolica, ebro, ubriaco, ubriachezza, ubriacarsi, be or become drunk, drunken, make drunken..... Dalla radice SH-K-R (dizionario di etimologia ebraica, Rav. Matityahu Clark): get drunk, being drunk and intoxicated, express unreal thoughts.

    Questa radice non ha altri significati in ebraico ed è univoca nei vari passi dell'antico testamento.
    Vedasi genesi 9,21; Isaia 29,9; Isaia 9,26; Isaia 63,6; 1 Samuele 1,14; 2 Samuele 11,13; Geremia 13,13; Geremia 51,7; Ezecchiele 23,33; Deuteronomio 32,42; Levitico 10,9 etc. etc.-
    (Questi passi sono chiari in ebraico, in italiano cambiano un po ma il significato è lo stesso)

    Numeri 28/14: Le libazioni saranno di un mezzo hin di VINO per il giovenco, di un terzo dihinper l'ariete e di un quarto di hin per ogni agnello. Tale e l'olocausto del mese per tutti i mesi dell'anno. Leggasi Numeri 15/5, 7, 10, Numeri 28/7; Vino da offrire per ogni sacrificio, oltre alla bevanda inebriante da preparare.

    Quindi numerosi passi della bibbia confermano che quel fumo di grasso bruciato e bevanda alcolica, dovevano essere sempre costanti nei sacrifici preparati per Lui (per Yahweh, cioè dio).
    Anzi, meglio specificare, queste cose dovevano essere preparate per Yahweh, l'elohim fatto diventare dio, dalla teologia ebraica prima e cristiana poi.

    Chi andrà a leggere Numeri 15 - 28 e 29, si renderà conto del numero spropositato di animali da sacrificare a Yahweh ogni mese e i termini oblazioni e libazioni, ripetuti fino alla nausea, oltre agli HIN di VINO per ogni animale sacrificato. E scritto nella bibbia, basta leggerla bene, con calma.

    Uscendo dalla storia biblica, tali usanze di bevande inebrianti, la si riscontra in altre culture:

    Questo tipo di “sacrifici e bevande”, trova riscontri anche nella storia Sumera, con ENKI e NINMAH, nei testi elaborati da Van Dijk, Pettinato, Borger. Tutti ricercatori/docenti di lingue semitiche conosciuti a livello internazionale.

    Per la bibbia greca Septuaginta (bibbia dei 70) la bevanda è la SICERA (bevanda inebriante) si pensa fosse una specie di sidro.

    Nell'antica cultura del mare egeo, l'IDROMELE (miele fermentato) è conosciuto come la bevanda degli dei.

    Conclusione: Il quadro oggettivo che ne viene fuori stando a quello che si legge nella bibbia, non è assolutamente quello che la teologia pretende di volere rappresentare, cioè il rapporto tra esseri umani e Dio, anzi rafforza il pensiero di un rapporto tra un governatore/colonizzatore e il suo popolo. Nulla a che vedere con la religione, la spiritualità o il dio voluto dagli ebrei.

    Spero con questo di avere aggiunto un altro piccolo tassello, circa IL CONTENUTO della bibbia, che con la religione e l'eventuale Dio trascendente, (per Me e tanti altri) non centra nulla.



    Fonte: La bibbia edizioni CEI, la bibbia Ebraica, la bibbia Greca. Lo scrittore Mauro Biglino.


    ...Ciao...
    Essere vivi e basta, non è impresa da poco.

  4. I seguenti utenti 2 ringraziano Melpi per questo utile contributo

    nonnamancata (07-03-2015)

  5. #53
    Utente Leggenda
    Points: 1,445, Level: 5
    Level completed: 79%, Points required for next Level: 105
    Overall activity: 99.9%
    Achievements:
    Created Blog entry1000 Experience Points3 months registered

    Data Registrazione
    Jul 2013
    Genere
    Maschio
    Località
    Alessandria (Piemonte)
    Messaggi
    1,154
    Punteggio
    1,445
    Livello
    5
    Credits
    38,520
    Depositati
    0
    Ringraziamenti
    32
    Ringraziato 137 Volte in 120 Post
    Inserzioni Blog
    2
    Ho notato che molte persone che non conoscono la bibbia, non credono al fatto che Yahweh si faceva bruciare i primogeniti del popolo di Israele (Giacobbe).

    Molti mi hanno chiesto dov'è scritto che Yahweh si faceva bruciare i primogeniti maschi dal popolo Ebraico?

    Li voleva di otto giorni, sette giorni dovevano stare con la madre e all’ottavo giorno, dovevano essere fatti passare per il fuoco. (La bibbia usa il termine “consacrati” a Dio, parla dei neonati umani, non di animali)

    Questi gli dava ordini di bassa macelleria, li voleva preparati in un certo modo e l’offerta doveva essere interamente consumata dal fuoco. (senza il sangue, questo bisognava toglierlo prima)

    In seguito anni dopo cambio idea, per cui si potevano “riscattare”, pagando una certa somma al Sacerdote.

    Ebbene, per chi non lo sa dove è scritto, lo riporto ora in grassetto e citerò l'esatto versetto riportato nelle nostre bibbie:

    Ezechiele 20,25,26
    Allora io diedi loro perfino statuti non buoni e leggi per le quali non potevano vivere. Feci si che si contaminassero nelle loro offerte facendo passare per il fuoco ogni loro primogenito, per atterrirli, perchè riconoscessero che io sono il signore.

    Nelle note a piè pagina, si cerca di giustificare questo versetto come una cattiva interpretazione della legge dell'offerta dei primogeniti, intesa come una offerta cruenta come quella degli animali, chiudendo la nota con "Dio abbandono Israele alle sue perversità, per poi portarlo alla conversione".
    Questa nota, non è riportata nel testo ebraico, perchè è falsa e tenta di giustificare l'infanticidio chiesto come offerta da Yahweh.

    Questa risposta la dovevo a chi me l'ha chiesto.
    Essere vivi e basta, non è impresa da poco.

  6. Questi utenti ringraziano Melpi per l'utile contributo


  7. #54
    Utente moscio
    Points: 1,616, Level: 6
    Level completed: 11%, Points required for next Level: 534
    Overall activity: 0%
    Achievements:
    Tagger Second Class1 year registered1000 Experience Points
    L'avatar di riccardo51
    Data Registrazione
    Jul 2011
    Genere
    Maschio
    Messaggi
    56
    Punteggio
    1,616
    Livello
    6
    Credits
    50,141
    Depositati
    0
    Ringraziamenti
    0
    Ringraziato 1 Volta in 1 Post
    . La legge data da Dio a Israele prevedeva la pena di morte per chiunque, anche residente forestiero, avesse dato la sua progenie a Molec. (Le 20:2-5) Ciò nonostante, degli israeliti apostati, sia nel regno di Giuda che nel regno delle dieci tribù, fecero passare la loro progenie attraverso il fuoco. —*2Re 17:17,*18; Ez 23:4, 36-39.
    Questo “far passare attraverso il fuoco” a Molec indicherebbe secondo alcuni un rito di purificazione mediante il quale i figli venivano votati o dedicati a Molec; secondo altri si tratterebbe di un sacrificio vero e proprio. Non c’è dubbio che i cananei e gli israeliti apostati sacrificassero effettivamente i figli. (De 12:31; Sl 106:37,*38) Acaz re di Giuda “bruciava i suoi figli [suo figlio, Sy] nel fuoco”. (2Cr 28:3) Nel brano parallelo, in 2*Re 16:3, si legge: “Perfino il suo proprio figlio fece passare attraverso il fuoco”. Questo dimostra che “far passare attraverso il fuoco” almeno in alcuni casi era sinonimo di sacrificare. Probabilmente però l’adorazione di Molec non si svolse sempre e ovunque nello stesso modo. Per esempio il re Salomone, sotto l’influenza delle mogli straniere, eresse alti luoghi a Molec e ad altre divinità, ma solo all’epoca di Acaz si parla di sacrifici di bambini. (1Re 11:7,*8) Senza dubbio se tale orribile pratica fosse già invalsa prima, sarebbe stata denunciata insieme alle altre forme di idolatria esistenti durante il regno dei vari re. Per questa ragione alcuni commentatori sono dell’opinione che l’espressione “far passare attraverso il fuoco” si riferisse in origine a un rito di purificazione e solo più tardi abbia assunto il significato di un sacrificio vero e proprio.
    Il ‘passare’ a Molec menzionato nella nota in calce a Levitico 18:21 sta evidentemente a indicare che i figli venivano votati o dedicati a tale falso dio. Questo versetto è stato tradotto in diversi modi: “Non darai dei tuoi figlioli per essere consacrati all’idolo Moloc” (Ti). “Non dare della tua stirpe per sacrificarla al Mòlech” (ATE). “Non dare nessuno dei tuoi figli da far passare a Molech” (Mor). “Non devi permettere che alcuno della tua progenie sia votato a Molec” (NM).
    Acaz e Manasse furono gli unici re di Giuda di cui è detto che fecero passare i propri figli attraverso il fuoco. Comunque, dato che questi due re incentivarono il sacrificio dei bambini, l’usanza evidentemente si diffuse fra gli israeliti in generale. (2Re 16:3; 21:6; Ger 7:31; 19:4,*5; 32:35; Ez 20:26) I bambini, almeno a volte, venivano prima uccisi, anziché essere arsi vivi. —*Ez 16:20,*21.
    Il re Giosia contaminò Tofet, il principale centro del culto di Molec in Giuda, per impedire che qualcuno facesse passare i propri figli attraverso il fuoco. (2Re 23:10-13) Ma questo non eliminò definitivamente l’usanza. Ezechiele, che cominciò a prestare servizio come profeta 16*anni dopo la morte di Giosia, menzionò che era ancora seguita ai suoi giorni. —*Ez 20:31.
    È stata avanzata l’ipotesi che il Molec a cui venivano sacrificati i bambini avesse la forma d’uomo ma la testa di toro. Si dice che l’immagine venisse surriscaldata e i bambini fossero lanciati fra le sue braccia tese, per cadere quindi nella sottostante fornace ardente. Questo concetto deriva in gran parte dalla descrizione del Crono o Moloc venerato a Cartagine fatta nel I*secolo a.E.V. dallo storico greco Diodoro Siculo. —*XX, 14, 4-6.Ciao Riccardo

  8. Questi utenti ringraziano riccardo51 per l'utile contributo


  9. #55
    Utente Leggenda
    Points: 1,445, Level: 5
    Level completed: 79%, Points required for next Level: 105
    Overall activity: 99.9%
    Achievements:
    Created Blog entry1000 Experience Points3 months registered

    Data Registrazione
    Jul 2013
    Genere
    Maschio
    Località
    Alessandria (Piemonte)
    Messaggi
    1,154
    Punteggio
    1,445
    Livello
    5
    Credits
    38,520
    Depositati
    0
    Ringraziamenti
    32
    Ringraziato 137 Volte in 120 Post
    Inserzioni Blog
    2
    Citazione Originariamente Scritto da riccardo51 Visualizza Messaggio
    . La legge data da Dio a Israele prevedeva la pena di morte per chiunque, anche residente forestiero, avesse dato la sua progenie a Molec. (Le 20:2-5) Ciò nonostante, degli israeliti apostati, sia nel regno di Giuda che nel regno delle dieci tribù, fecero passare la loro progenie attraverso il fuoco. —*2Re 17:17,*18; Ez 23:4, 36-39.
    Questo “far passare attraverso il fuoco” a Molec indicherebbe secondo alcuni un rito di purificazione mediante il quale i figli venivano votati o dedicati a Molec; secondo altri si tratterebbe di un sacrificio vero e proprio. Non c’è dubbio che i cananei e gli israeliti apostati sacrificassero effettivamente i figli. (De 12:31; Sl 106:37,*38) Acaz re di Giuda “bruciava i suoi figli [suo figlio, Sy] nel fuoco”. (2Cr 28:3) Nel brano parallelo, in 2*Re 16:3, si legge: “Perfino il suo proprio figlio fece passare attraverso il fuoco”. Questo dimostra che “far passare attraverso il fuoco” almeno in alcuni casi era sinonimo di sacrificare. Probabilmente però l’adorazione di Molec non si svolse sempre e ovunque nello stesso modo. Per esempio il re Salomone, sotto l’influenza delle mogli straniere, eresse alti luoghi a Molec e ad altre divinità, ma solo all’epoca di Acaz si parla di sacrifici di bambini. (1Re 11:7,*8) Senza dubbio se tale orribile pratica fosse già invalsa prima, sarebbe stata denunciata insieme alle altre forme di idolatria esistenti durante il regno dei vari re. Per questa ragione alcuni commentatori sono dell’opinione che l’espressione “far passare attraverso il fuoco” si riferisse in origine a un rito di purificazione e solo più tardi abbia assunto il significato di un sacrificio vero e proprio.
    Il ‘passare’ a Molec menzionato nella nota in calce a Levitico 18:21 sta evidentemente a indicare che i figli venivano votati o dedicati a tale falso dio. Questo versetto è stato tradotto in diversi modi: “Non darai dei tuoi figlioli per essere consacrati all’idolo Moloc” (Ti). “Non dare della tua stirpe per sacrificarla al Mòlech” (ATE). “Non dare nessuno dei tuoi figli da far passare a Molech” (Mor). “Non devi permettere che alcuno della tua progenie sia votato a Molec” (NM).
    Acaz e Manasse furono gli unici re di Giuda di cui è detto che fecero passare i propri figli attraverso il fuoco. Comunque, dato che questi due re incentivarono il sacrificio dei bambini, l’usanza evidentemente si diffuse fra gli israeliti in generale. (2Re 16:3; 21:6; Ger 7:31; 19:4,*5; 32:35; Ez 20:26) I bambini, almeno a volte, venivano prima uccisi, anziché essere arsi vivi. —*Ez 16:20,*21.
    Il re Giosia contaminò Tofet, il principale centro del culto di Molec in Giuda, per impedire che qualcuno facesse passare i propri figli attraverso il fuoco. (2Re 23:10-13) Ma questo non eliminò definitivamente l’usanza. Ezechiele, che cominciò a prestare servizio come profeta 16*anni dopo la morte di Giosia, menzionò che era ancora seguita ai suoi giorni. —*Ez 20:31.
    È stata avanzata l’ipotesi che il Molec a cui venivano sacrificati i bambini avesse la forma d’uomo ma la testa di toro. Si dice che l’immagine venisse surriscaldata e i bambini fossero lanciati fra le sue braccia tese, per cadere quindi nella sottostante fornace ardente. Questo concetto deriva in gran parte dalla descrizione del Crono o Moloc venerato a Cartagine fatta nel I*secolo a.E.V. dallo storico greco Diodoro Siculo. —*XX, 14, 4-6.Ciao Riccardo

    Ho espressamente parlato di Yahweh, non di Moloc o Molec che dir si voglia. Forse non hai letto bene il post scritto sopra.
    Essere vivi e basta, non è impresa da poco.

  10. Questi utenti ringraziano Melpi per l'utile contributo


  11. #56
    Utente Leggenda
    Points: 1,445, Level: 5
    Level completed: 79%, Points required for next Level: 105
    Overall activity: 99.9%
    Achievements:
    Created Blog entry1000 Experience Points3 months registered

    Data Registrazione
    Jul 2013
    Genere
    Maschio
    Località
    Alessandria (Piemonte)
    Messaggi
    1,154
    Punteggio
    1,445
    Livello
    5
    Credits
    38,520
    Depositati
    0
    Ringraziamenti
    32
    Ringraziato 137 Volte in 120 Post
    Inserzioni Blog
    2
    DISTRUZIONE DI SODOMA E GOMORRA


    Ho già trattato nel precedente post nr. 33, la distruzione delle cinque città della valle verdeggiante, tra cui appunto Sodoma, Gomorra, Adma e Zeboim (non ricordo la quinta).

    Ebbene queste città, viene fatto credere in alcuni passi della bibbia, che vennero distrutte dall'elohim (Dio) Yahweh, perchè erano corrotte, praticavano la sodomia e altre nefandezze!!!!!

    Ce solo un piccolo problema, come ho sempre asserito, quando la bibbia venne vocalizzata dai Masoreti, questi in alcuni casi non solo variavano le traduzioni in maniera teologica, ma in altri casi, cambiavano addirittura riscrivendoli, interi versetti, dimenticando o non accorgendosi, che altri passi della bibbia contrastavano con quanto da Loro variato, anzi riportavano esattamente quello che era scritto in quei passi prima delle variazioni. (e sono rimasti)

    Eccovi un caso lampante, presente in tutte le bibbie che ognuno di Noi detiene:

    Riportato in maniera incredibile proprio per bocca di MOSE', il quale in Deuteronomio 29, partendo dal versetto 22 e seguenti, dice chiaramente, che quelle città vennero distrutte, perchè la popolazione che vi abitava aveva tradito l'alleanza con l'elohim Yahweh, passando ad altra alleanza con altri elohim. Per questo motivo vengono distrutte (vaporizzate) con un fuoco che arriva dal cielo.

    Praticamente le cinque città, vengono bombardate con qualcosa, che per circa duemila anni impedirà alle piante di crescere in quella zona e produrre frutti, impedendo qualunque tipo di vita in quei luoghi.

    Deuteronomio 29, richiamo all'alleanza, versetto 22 e seguenti.



    Fonte: La bibbia.-
    Essere vivi e basta, non è impresa da poco.

  12. Questi utenti ringraziano Melpi per l'utile contributo


Discussioni Simili

  1. Seagate lancia un disco SATA 3.0
    Di janet nel forum Computer ed Internet
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 23-09-2009, 16: 45
  2. AMD abbraccerà SATA 3 a gennaio
    Di janet nel forum Computer ed Internet
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 18-06-2009, 08: 02
  3. Guida installazione hard disk sata ed eide
    Di Delo nel forum Computer ed Internet
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 31-05-2007, 16: 33
  4. una porta sata va lenta . cosa posso fare?
    Di speedcrash nel forum Computer ed Internet
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 22-02-2007, 19: 14
  5. Hard disk sata 2 non visto da windows xp senza xp
    Di themonster nel forum Computer ed Internet
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 26-12-2006, 12: 37
Articoli consigliati
Permessi di Scrittura
  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •