+ Rispondi alla Discussione
Pagina 4 di 6 PrimaPrima ... 23456 UltimaUltima
Risultati da 31 a 40 di 56
  1. #31
    Utente moscio
    Points: 1,616, Level: 6
    Level completed: 11%, Points required for next Level: 534
    Overall activity: 0%
    Achievements:
    Tagger Second Class1 year registered1000 Experience Points
    L'avatar di riccardo51
    Data Registrazione
    Jul 2011
    Genere
    Maschio
    Messaggi
    56
    Punteggio
    1,616
    Livello
    6
    Credits
    50,141
    Depositati
    0
    Ringraziamenti
    0
    Ringraziato 1 Volta in 1 Post
    ma scusatemi
    Se noi creature umane siamo gli unici diavoli, perché allora quasi tutti noi ci preoccupiamo del benessere della nostra famiglia? Per esempio, la maggioranza delle persone, prese singolarmente, provvede da mangiare alla propria famiglia, non si avvelena consapevolmente ed evita i pericoli che mettono a repentaglio la vita. Niente di diabolico in questo! Eppure, quando queste stesse persone agiscono tutte insieme come nazioni, qualcosa impedisce loro di pensare al benessere comune. Come nazioni lasciano marcire le eccedenze di cibo anziché sfamare le popolazioni affamate. Inquinano l’ambiente terrestre. Si armano per la guerra nucleare, per annientarsi a vicenda. Strano comportamento suicida!
    A che cosa è dovuto questo inspiegabile aspetto del comportamento umano? Alla mentalità delle masse? A pochi capi irrazionali? Certo vi è dell’altro. Solo la Bibbia identifica colui che “ha accecato le menti” di un mondiale “sistema di cose” che non crede. Chi è? “Colui che è chiamato Diavolo e Satana, che svia l’intera terra abitata”. Egli manovra così abilmente l’umanità organizzata che la Bibbia lo chiama “l’iddio” di questo sistema mondiale. (*2*Corinti 4:4; Rivelazione 12:9.)
    Questo ‘dio’ non è un uomo nero nascosto fuori della vostra finestra. È invece un potente stratega politico, una creatura spirituale invisibile che, in un tentativo fallito di ottenere la devozione di Gesù, poté offrire a quest’ultimo tutti i regni del mondo. (Luca 4:6,*7) Risulta che Satana aveva già dato un simile potere ad altri prima di offrirlo a Gesù, poiché il libro biblico di Daniele rivela che angeli ribelli, in sua vece, avevano accettato l’autorità sopra alcuni imperi del mondo, con titoli ufficiali come “principe di Persia” e “principe di Grecia”. —*Daniele 10:20,*21.
    Pertanto Satana ha edificato un’organizzazione immensa, sia come “governante del mondo” visibile che come “governante dei demoni” invisibili. (Giovanni 14:30; 16:11; Matteo 12:24) Sapendo che il Diavolo è a capo di un’organizzazione mondiale si spiegano tante cose.
    Questo è il Diavolo come dite voi questo sconosciuto ciao Riccardo

  2. #32
    Utente Leggenda
    Points: 1,445, Level: 5
    Level completed: 79%, Points required for next Level: 105
    Overall activity: 99.9%
    Achievements:
    Created Blog entry1000 Experience Points3 months registered

    Data Registrazione
    Jul 2013
    Genere
    Maschio
    Località
    Alessandria (Piemonte)
    Messaggi
    1,154
    Punteggio
    1,445
    Livello
    5
    Credits
    38,520
    Depositati
    0
    Ringraziamenti
    32
    Ringraziato 137 Volte in 120 Post
    Inserzioni Blog
    2
    A ridaie Ricca, ma sei proprio de coccio, come dicono a Roma.

    Ma lo vuoi capire che non esistono: diavoli, angeli con le ali, inferno e paradiso. Li ha inventati la teologia cristiana.

    Nella bibbia ebraica queste cose NON CI SONO. Non ci sono nemmeno nelle altre versioni Greca e Samaritana.

    Non se ne parla nemmeno nei Ketuvim. E non voglio nemmeno dirti cosa sono.

    Viviti pure la Tua fede, ma non scrivere cose che non sai, solo per il gusto di scriverle. Ci credi Tu, va bene.
    Essere vivi e basta, non è impresa da poco.

  3. #33
    Utente Leggenda
    Points: 1,445, Level: 5
    Level completed: 79%, Points required for next Level: 105
    Overall activity: 99.9%
    Achievements:
    Created Blog entry1000 Experience Points3 months registered

    Data Registrazione
    Jul 2013
    Genere
    Maschio
    Località
    Alessandria (Piemonte)
    Messaggi
    1,154
    Punteggio
    1,445
    Livello
    5
    Credits
    38,520
    Depositati
    0
    Ringraziamenti
    32
    Ringraziato 137 Volte in 120 Post
    Inserzioni Blog
    2
    Ho riflettuto molto prima di postare quest’articolo, queste cose che sono alla portata di tutti, nessuno le legge e nessuno ne parla. Molti però vorrebbero sapere o quantomeno parlarne, senza offendere o denigrare alcunché, ma non è facile.

    Leggo spesso persone di fede, che tendono a “mitizzare” cose che non esistono, mi chiedo perché?
    Così come leggo della incredibile bontà che la bibbia contiene. Sicuramente parlano di Nuovo Testamento e di fede, ma la fede, non è sinonimo di verità, anzi e sinonimo di tradizione e proprio per questo bisogna diffidare, perché le tradizioni sono tante e ognuna, si ritiene portatrice di verità.

    Ebbene parliamone, in un contesto di rispetto reciproco, parliamo del contenuto della bibbia.

    Cominciamo col dire che la bibbia per come si legge è un libro di storie e anche di storia. Non è un libro di religione né di amore per il prossimo. Sto parlando del vecchio testamento e, se si capisce bene quello, si capisce bene anche, cosa si sono inventati nel nuovo testamento.

    Possiamo tranquillamente dire che la bibbia è un libro più che altro di guerra e di continui massacri e uccisioni, spesso senza senso, se diciamo che Yahweh era Dio, perché vi sono fatti scritti in quel libro che lasciano molto perplessi, anzi esterrefatti. Ho già avuto modo di spiegare in altri post con altre persone, che l’equivoco nasce dal fatto che i termini Elyon-Elohim-Yahweh, siano stati “compressi” cioè la teologia ebraica aveva bisogno di far diventare Dio Yahweh, quindi doveva necessariamente far sparire gli altri elohim, per cui queste tre definizioni le hanno fatte diventare una sola “Dio”. In realtà queste tre definizioni in ebraico, sono nettamente distinte e separate, basta leggere bene la bibbia e ci si accorgerà che è così.
    Elyon: Colui che sta sopra, l’altissimo, il Capo; Elohim: La razza superiore i creatori; Yahweh: Un elohim.

    JLIGHT, Tu dici che Yahweh uccideva solo le persone “empie”:

    Solo dei suoi ne ha uccisi circa 40.000, parlo dei suoi, non dei nemici. Chi non faceva quello che Lui diceva veniva subito ammazzato (da Lui). La scrittrice ebrea Bat Adam L. descrive questi omicidi perpetrati da Yahweh, nel suo libro “Esodo, ovvero contrabbando di Know-how dalle piramidi a Gerusalemme”.

    Nel capitolo 10 del Levitico due figli di Aronne, Nadab e Abiu, prendono una iniziativa che finisce in maniera drammatica, prendono i loro bracieri vi mettono il fuoco e lo presentano all’elohim; il versetto 1 dice però che si trattava di un fuoco (zarà) “strano” che non era stato loro ordinato, era comunque un gesto di rispetto verso l’elohim (Dio), un offerta spontanea quindi apprezzabile, l’elohim (Dio) reagisce immediatamente “un fuoco usci da facce di Yahweh, li divorò ed essi morirono a facce di Yahweh”(10.2);

    In Numeri 16; Gli Ebrei sono usciti dall’Egitto e si trovano a Kadesh Barnea, nel Nord Est della penisola del Sinai e, tra loro un gruppo di 250 notabili, mette in discussione il fatto che Mosè sia il capo.
    Questi sono guidati da Core, Datan e Abiram, gli si rivoltano e gli chiedono conto del suo ergersi a Capo della comunità, questo è una dei tanti momenti di tensione di cui la bibbia ci parla. La gente è stanca, la vita nel deserto è dura, anche il cibo non è soddisfacente per qualità e quantità insieme ad una serie di argomenti fortemente negativi. Mosè non si fa piegare e rimanda la decisione di ciò a Yahweh, li invita quindi a presentarsi il giorno dopo. All’indomani presente Yahweh, i 250 si presentano di fronte alla tenda del convegno, ed ecco apparire “la gloria” (mezzo di trasporto di cui parleremo in un altro momento) di Yahweh, l’elohim ordina a tutti di allontanarsi dalle tende dei rivoltosi, che vengono inghiottite in un baratro che si apre all’improvviso nel terreno, con tutto quello che cera dentro, donne, bambini e suppellettili, contemporaneamente i 250 uomini vengono uccisi, bruciati vivi da un fuoco, che parte dalla “gloria” o da Yahweh, non e chiaro questo.
    Calcoliamo almeno 1000 morti tra uomini, mogli e bambini, più i padri o madri conviventi. Le famiglie allora erano composte da più figli e anziani. (250X4 minimo, tutti innocenti)

    Tutte queste uccisioni sono meticolosamente riportate nella bibbia, se la leggi li trovi tutti (40.000).

    Come giustamente dici, non prendiamo solo dei casi guardiamo tutto. (Vecchio Testamento)

    Dobbiamo prendere atto di questa realtà evidente nella bibbia, Yahweh era uno degli elohim, uno dei meno importanti, visto il popolo che gli è toccato, non l’ha scelto gli è stato assegnato da Elyon “l’altissimo” il capo degli elohim. Yahweh era definito il guerriero (ish milchamah) cioè "uomo di guerra", quì lo stesso autore biblico lo definisce uomo, non Dio della guerra, ma uomo di guerra.

    Combatteva ferocemente per ampliare il suo territorio e il popolo che doveva servirlo. Eliminava senza pietà chiunque si frapponeva tra se e i propri interessi, infatti se leggi le conquiste di Canaan, quei popoli avevano un’unica colpa, quella di vivere in quei luoghi che interessavano a Lui per il SUO popolo, quindi dovevano essere eliminati, per lasciare spazio all’insediamento dei suoi.

    Se fosse stato Dio, trascendente, unico, etc. etc. bastava che dividesse in due la terra di Canaan e ne desse metà agli ebrei. Pensi forse che avrebbe dovuto discutere con qualcuno?
    Invece nella bibbia si legge:

    Giosuè 8,24-25;
    Quando Israele finì di uccidere tutti i combattenti di Ai nella campagna e nel deserto, dove erano stati inseguiti e uccisi, si riversarono in massa nella Città e la colpirono a fil di spada, tutti i caduti in quel giorno tra uomini donne e bambini furono 12.000, tutti di Ai. L’intera popolazione inerte, venne sterminata.

    Giosuè 10; (intero capitolo, leggi chi ha inventato la pulizia etnica)

    Durante la conquista della Palestina meridionale, gli abitanti di MAKKEDA, LIBNA, LACHIS, GHEZER, EGLON, EBRON, e DEBIR, vennero passati a fil di spada, dopo che la conquista era terminata e quindi non vi era più la necessità di uccidere in battaglia.

    Il versetto 40 (Giosué) è inequivocabile:

    “Così Giosuè battè tutto il paese: le montagne, il negheb, il bassopiano, le pendici e tutti i loro re. Non lascio alcun superstite e votò allo sterminio ogni essere che respirava, COME AVEVA COMANDATO YAHWEH ELOHIM DI ISRAELE. (devono sempre precisarlo che era Lui, perché poteva essere un altro)
    Era Lui a comandare gli stermini d’intere popolazioni, uomini donne e bambini a volte persino degli animali. Non c’era nessun prossimo, nel senso odierno della parola di cui occuparsi o preoccuparsi. Uccideteli tutti, lì dobbiamo metterci Noi, era un ordine perentorio.

    Come si possa oggi pregare o onorare una figura del genere, io non lo capisco. Posso credere che gli ebrei lo facciano era il loro elohim, ma i Cristiani? Tu dici che tutelava i propri adoratori e che l’ha sempre fatto per una causa giusta! Giusta per chi? Sei Ebreo? Perché altrimenti non capisco di cosa parli!!?

    In riferimento al piolo e andare a defecare fuori dal campo, probabilmente è una norma igienica, ma perché inserirla nella bibbia, non è religione e non è spiritualità, quindi perché inserirla? E da quando Dio si occupa degli escrementi degli ebrei? Semmai un elohim si preoccupa delle malattie e da indicazioni in merito, anche per evitare di pestarla e portarsela in giro, sicuramente non Dio.

    Per fortuna Yahweh non è affatto Dio, era solo un Elohim, altrimenti saremmo davvero in pessime mani.
    Circa gli altri Elohim, la bibbia ci dice il nome di alcuni di loro: Melqart Elohim dei Tiri, Shadrapa Elohim dei Fenici, Kemos Elohim dei Moabiti, Milkom Elohim degli Ammoniti, Hadad Elohim degli Aramei, Baal Elohim dei territori del nord.Poi cita anche Baal Peor Elohim a cui piacevano i riti sessuali (non so di quale popolo).

    Questi Elohim, quando gli Ebrei hanno fatto diventare Yahweh Dio unico, sono tutti stati fatti diventare DEMONI, cioè hanno creato il Dio trascendente,unico,etc. etc. e la controparte avversa i demoni, mentre invece sappiamo, che erano tutti governatori come Lui, ma di altri popoli.

    La storia del diluvio con Yahweh non centra nulla, perché la storia del diluvio è stata interamente ricopiata dai racconti Sumero-Accadici, per fatti accaduti millenni prima, di cui sono state rinvenute le tavolette sia in Sumero che in Accadico. Gli ebrei per celebrare Yahweh,glielo hanno attribuito.
    (Leggi il post IL DILUVIO UNIVERSALE)

    Lo stesso dicasi per la “creazione” interamente copiata dai racconti Sumero-Accadici, attribuita a Yahweh, nella bibbia, per magnificarlo e renderlo quindi il “Dio” vero, l’unico, il loro elohim.
    La creazione dell’uomo intesa come atto divino, E’ FALSA. Vedasi i racconti Sumeri di millenni prima.

    Il Professor Robert Wexler, (President and Irma and Lou Colen Distinguished Lecturer in Bible, University of Judaism, Los Angeles) afferma che questi racconti non hanno avuto origini in Palestina. Non sono dunque un prodotto originale degli autori Ebrei, ma di popoli che scrivevano senza condizionamenti di ordine religioso né teologico. Sono quindi i più veri, perché interamente ricopiati da storie molto più antiche.

    Sodoma e Gomorra; Qui si leggono cose che dovrebbero aprire gli occhi a tutti.

    Abramo, seduto all’ombra della sua tenda presso le querce di Mamre, nell’ora più calda del giorno( Genesi 18) alzò gli occhi e vide che, (scritto da sinistra a destra, in Ebraico è al contrario, ne riporto una riga)
    ve hinnèh scelsciah anascim nitsavim al-àv va-jiàre va-jiàrats liqerat àm mi petàch ha ohel (ebraico)
    ed ecco tre uomini stanti (in piedi) su (presso) di Lui e vide e corse per incontrare essi da ingresso di la tenda (Italiano)

    TRE UOMINI stavano in piedi presso di Lui, appena li vide corse loro incontro dicendo “Mio signore se ho trovato grazia ai tuoi occhi, non passar oltre senza fermarti dal tuo servo” etc. etc.. Fa quindi portare acqua e cibo e i tre si LAVANO, MANGIANO e BEVONO, dopo di che due partono per Sodoma, il terzo si ferma con Abramo e scopriamo essere Yahweh. (riporto l’indispensabile)

    Nel momento in cui partono i due, non sono più chiamati ish/uomini, ma Malach (portaordini-angeli) vanno da Lot a Sodoma, per avvisarlo che l’indomani quella città e altre quattro della valle saranno distrutte.

    Facciamo il punto; Abramo vede TRE UOMINI, sporchi e sudati, corre loro incontro e si prostra rivolgendosi a loro col termine SIGNORE, quindi li fa accomodare all’ombra, gli fa portare dell’acqua, si LAVANO e poi porta loro da mangiare. FOCACCE, LATTE FRESCO E LATTE ACIDO insieme ad UN VITELLO che fa preparare nell’immediatezza. (il testo intero lo potete leggere in Genesi 18)

    Prendiamo atto che Dio e gli Angeli, si SPORCANO, SUDANO, DEVONO LAVARSI, MANGIANO e BEVONO.

    Questi più che esseri spirituali, sembrano proprio esseri/uomini, fatti di carne e ossa.

    Qui Yahweh informa Abramo che all’indomani cinque città della valle saranno distrutte, gli dice anche che sono tutte e cinque corrotte e meritano quella fine. Abramo cerca di mediare, niente da fare. (vedi bibbia)

    MA GUARDA CASO;
    Contrariamente a questo, la Storia Sumera ci dice altro, quelle cinque città stavano cambiando alleanze, cioè stavano passando ad altra formazione contrapposta, stavano per diventare nemici, quindi il gruppo di elohim avversari, decide di distruggerle tutte e cinque quel giorno. Cosa che avviene il mattino dopo con armi tecnologicamente avanzate, la bibbia come nelle favole, parla di fuoco dal cielo. In quella valle circa duemila anni dopo, si diceva che le piante non davano frutti e non cresceva nulla, solo cardi e l’acqua era “amara”.

    Che razza di fuoco era mai quello, di solito la cenere fa da concime, lì NO, sterilizza il terreno per millenni.
    Sono tutti racconti riportati da storie molto più antiche, anche questa attribuita a Yahweh, dagli ebrei.

    Scrivi che:
    La bibbia dice chiaramente che Yhwh preparò il suo popolo per invadere e distruggere popolazioni e città Cananee. La storia (non la bibbia) rivela come la vita dei Cananei era depravata all’invero simile. Divinazioni, sacrifici di bambini ai Baal (le loro divinità), orge sacre e sadica violenza gratuita erano all’ordine del giorno. (Non voglio neanche sapere perché scrivi questo)

    Lo sai che anche Yahweh si faceva bruciare i primogeniti maschi dal popolo Ebraico?
    Li voleva di otto giorni, sette giorni dovevano stare con la madre e all’ottavo giorno, dovevano essere fatti passare per il fuoco. (La bibbia usa il termine “consacrati” a Dio, parla dei neonati umani, non di animali)

    Questi gli dava ordini di bassa macelleria, li voleva preparati in un certo modo e l’offerta doveva essere interamente consumata dal fuoco. (senza il sangue, questo bisognava toglierlo prima)

    In seguito anni dopo cambio idea, per cui si potevano “riscattare”, pagando una certa somma al Sacerdote.

    Dici che i Cananei erano “empi” perché sacrificavano i bambini? E Lui cos’era?

    Ti sembra normale che Dio addestri un popolo, per invadere e distruggere altri paesi e altri popoli, uccidendoli tutti senza pietà? Popoli che avevano l’unica colpa di stare in quei territori dove Elyon li aveva messi, se diciamo che Elyon-Elohim-Yahweh sono sempre Dio, ce li aveva messi Lui in quei territori, quindi dobbiamo pensare che non era a posto di testa, dimenticava al mattino quello che aveva fatto alla sera?

    Ancora peggio, dimenticava di essere Dio, altrimenti si auto assegnava anche i Cananei, divideva Canaan in due ed era fatta. Dava agli ebrei la Loro terra promessa e tutto era a posto, O NO?

    La bibbia/Torà, non è un libro di religione, lo affermano pubblicamente i filologi Ebrei, che intervengono ancora oggi in RETE, nei forum e nei blog, bensì è il racconto tra un colonizzatore/governatore di nome Yahweh e un insieme di genti che, con grande fatica, Lui ha trasformato in un popolo. Per Loro Lui è Dio.

    Anche se in deuteronomio 32,8 e seguenti, si dice che Elyon distribuiva alle nazioni la loro eredità (assegnazione) e fissava i confini dei popoli. Il versetto 32,9, non dice che fu Yahweh a scegliere, come viene fatto credere dalla dottrina, ma che la porzione attribuitagli era rappresentata da quel popolo e, a giudicare da questo, Lui non doveva neppure essere tra i più importanti e influenti tra gli elohim.

    A riprova di questo la Jewish Publication Society, ha tradotto il capitolo in merito al popolo che gli era stato attribuito, riporto testualmente: “lo trovò in una regione desertica, in una vuota urlante desolazione”.

    La versione curata dai traduttori Ebrei non lascia dubbi, l’assegnazione del popolo fatta da Elyon a Yahweh non era affatto importante, vedasi Egitto, Mesopotamia, Sumeri, Ittiti, etc. etc..-

    Dunque nella bibbia si parla di Loro, esattamente si parla degli ELOHIM, MALACHIM e altri ancora. Abbiamo detto chi sono gli Elohim. Vediamo chi sono i Malachim, viene tradotto con “Angeli”.

    Questa traduzione però deriva dal Greco “agghelos” e significa “messaggero, nunzio, inviato”, per la religione sono esseri celesti subordinati a Dio o al servizio di Dio, sono esseri superiori, intelligenti, spesso chiamati anche “figli di Dio”. La tradizione religiosa li accomuna, agli Anunnaki dei Sumeri, i demoni Greci e gli spiriti dello Zoroastrismo. Sono presenti sin dall’inizio dei tempi e sono indicati come guardiani dell’Eden, dopo la cacciata di Adamo ed Eva (genesi 3,24); Sono però presenti sempre come messaggeri degli elohim.

    Nelle vicende del popolo ebraico, intervengono per Agar, la serva di Abramo( genesi 16,9); Si presentano ad Abramo (genesi 18,2); Si presentano a Lot (genesi 19,1) e sempre un angelo precede il popolo Ebraico durante la peregrinazione nel deserto (esodo 23,23); Queste presenze però sono molto concrete, direi molto umane nel manifestarsi e nel rapportarsi con gli interlocutori presso i quali vengono inviati.

    Non parliamo dell’angelologia sviluppatasi nei secoli, i famosi nove cori, (cherubini, serafini, troni, virtù, potestà, dominazioni, principati, arcangeli e angeli) li ho citati tutti per dire che li conosco, ma restiamo alle traduzioni dall’ebraico, perché gli angeli con le ali a cui pensiamo, nella bibbia non ci sono, i Malachim, non sono esseri spirituali, ma esseri corporei che, mangiano, bevono, si sporcano, si lavano, possono essere aggrediti, sono a loro volta pericolosi. Ho descritto sopra il capitolo 18 della genesi, come un chiaro esempio di corporalità, continuiamo con quello: I due Malachim partono per Sodoma, a sera giungono da Lot, che è seduto alla porta della città, questi come li vede arrivare, li riconosce subito, probabilmente si distinguevano bene dagli uomini, forse per corporatura, capelli o vestiti. Arrivano a piedi, Lot li invita a casa propria, ma questi vogliono passare la notte in piazza, Lot, insiste e loro accettano (genesi 19,2,3) si lavano e mangiano pane senza lievito. Strano vero? Discutono e mangiano, avevano mangiato già da Abramo con Yahweh, a pranzo, ed ora la cena con Lot, un comportamento poco spirituale, ma normale per un umano, dopo la cena dormono da Lot. Il racconto prosegue con una folla scalmanata che chiede a Lot di farli uscire, per potere abusare di loro, anche qui, come si può abusare di un essere spirituale? Lot dice no e vuole dargli le sue figlie, questi rifiutano e cercano di entrare in casa, i due malachim prendono Lot, lo tirano dentro casa e colpiscono la folla con un bagliore accecante, tutti, dal più piccolo al più grande, questi non trovano più la porta da sfondare!!??
    Il mattino dopo in tutta fretta abbandonano la città, perché la distruzione è imminente e non procrastinabile. La moglie di Lot, muore durante la fuga. Ma se Yahweh era Dio, sapeva che i Malachim, Lot la moglie e le figlie, erano ancora vicino alla città, come mai non ha aspettato che si allontanassero?

    Notiamo comunque tutta una serie di vicissitudini, che nulla hanno di spirituale, camminano a piedi, si stancano, sudano, devono lavarsi, mangiano due volte al giorno. Il tutto privo di significato se attribuito a esseri spirituali o incorporei, come l’angelologia tradizionale li descrive.

    Questi Malachim, rispetto all’uomo è evidente che siano dotati di poteri superiori, ma non onnipotenti, spesso vulnerabili e soprattutto soggetti alle normali esigenze fisiologiche della quotidianità.
    Come tutti gli esseri/uomini di carne e ossa.

    I Malachim identificati con angeli, sono spesso i GHIBBORIM, definiti uomini potenti, sarebbero dei sangue misto, tra elohim e umani. Cito testualmente per capire chi sono: Quando i “figli di Dio” (elohim) videro le figlie degli adam, si accorsero che erano belle (tovot, cioè idonee, adatte) e ne presero quante ne vollero e queste diedero loro figli, i Ghibborim, dalla radice ebraica Ghever, forza, potenza. Gavriel (Gabriele) uomo forte di El. Spesso i malach erano loro, i sangue misto.

    Segue nel post 2
    Essere vivi e basta, non è impresa da poco.

  4. #34
    Utente Leggenda
    Points: 1,445, Level: 5
    Level completed: 79%, Points required for next Level: 105
    Overall activity: 99.9%
    Achievements:
    Created Blog entry1000 Experience Points3 months registered

    Data Registrazione
    Jul 2013
    Genere
    Maschio
    Località
    Alessandria (Piemonte)
    Messaggi
    1,154
    Punteggio
    1,445
    Livello
    5
    Credits
    38,520
    Depositati
    0
    Ringraziamenti
    32
    Ringraziato 137 Volte in 120 Post
    Inserzioni Blog
    2
    TORNIAMO A LOT:
    Sodoma e Gomorra, vengono distrutte perché sono corrotte, Lot e le figlie si salvano e la moglie muore.
    Durante la fuga i malachim vanno via e Lot e le figlie si fermano in una grotta su un monte, qui dice la bibbia che le figlie di Lot, pensano che non “conosceranno” uomo, per cui si mettono d’accordo e la notte quando il padre è ubriaco, giacciono con lui a turno, mettendo al mondo figli, da cui nasceranno due diversi popoli.

    Alla faccia della purezza spirituale e dell’integrità morale, questi erano puri da salvare? Lot era dunque sempre ubriaco e non si rendeva conto di nulla. Queste realtà sono inserite nella bibbia.

    TORNIAMO ALL’ ELOHIM YAHWEH:

    Il termine DIO non ricorre MAI nella bibbia, troviamo invece sempre ELOHIM, che viene identificato con DIO. Ma elohim non significa DIO, (eventualmente DEI)nessuno conosce il significato di questo termine plurale, infatti gli studiosi seri, lo trasliterano sempre come elohim, mai come DIO. Mentre invece El Elyon significa: elohim che sta sopra, cioè il capo degli elohim; Il tetragramma Yhwh, non si sa, se ha un significato o se sia il nome proprio di questo elohim. Lui disse a Mosè, “mi ricorderete con questo nome”, ma non sappiamo neanche in quale lingua lo abbia detto, l’Ebraico non esisteva ancora, Mosè era cresciuto in Egitto, quindi possiamo pensare che lo disse in Egiziano o in Sumero, sappiamo che questo nome venne messo per iscritto circa tre secoli dopo e ricevette i suoni vocalici circa sedici secoli dopo. Infatti si scrive Yahweh, Yehwah, Yehwih, Yehowah, sono tutti giusti, perché le lingue Semitiche non hanno consonanti, per cui si può leggere in tutti i modi lo si voglia leggere. Non sbagliano neanche i Testimoni di Geova (Yehowa).

    IL NOME DI YAHWEH:

    Sapendo che Lui era uno dei tanti elohim, Mosè, trovandosi al suo cospetto sul monte gli chiede “dimmi tu chi sei”, già questo fa capire che non era Dio, non si fa una domanda del genere a Dio, ma dovendo Mosè dirlo al popolo, lo vuole sapere, quindi l’elohim risponde, “ehiè ashèr ehiè” (sono quello che sono, sarò quel che ero, ero quello che sono, etc. etc. dibattono ancora oggi su questa frase e significato della stessa).
    Mi ricorderete con questo nome “YHWH”. In che lingua glielo ha detto? Non in Ebraico, perché la lingua ebraica non esisteva ancora, sicuramente non era la prima volta che si presentava a qualcuno, perché i patriarchi antidiluviani conoscevano il tetragramma, in Genesi 4,26, si dice che solo al tempo di Enos nipote di Adamo, si iniziò a invocare il nome di YHWH, questo vuol dire che prima non lo invocavano, né Adamo, né Eva, né Caino, né Abele, né Set. Enos era appunto il figlio di Set, nessuno prima lo invocava? Non lo conoscevano? Lo chiamavano diversamente? Non si sa, non ci sono risposte a questa domanda, prendiamo atto della stranezza che solo da Enos, si cominciò a invocarlo e prima NO. (Quindi con la creazione Lui che centra?)

    Dicevamo in quale lingua gli disse quel nome, probabilmente non lo sapremo mai, Mosè parlava Egiziano come tutto il popolo che era uscito con Lui dall’Egitto, quindi forse in Egiziano o magari in Aramaico o Amorreo. Comunque, questo nome è stato scritto diversi secoli dopo in Ebraico, una lingua che non esisteva prima ed è stato vocalizzato milleseicento anni dopo essere stato detto a Mosè.
    Non può avere significati, perché scritto in una lingua che non esisteva quando è stato pronunciato.

    Salmo 82(83); Gli elohim muoiono
    Ma guarda, Dio muore, curiosa questa cosa, andiamo a vedere cosa combinano i teologi in questo caso, per offuscare e giustificare questo paragrafo incredibile:

    Il salmo scritto da Asàf, figlio di Berkyahu, discendente di Gershom, primogenito di Mosè. Asàf visse al tempo di Davide, e occupava un posto di prestigio presso di Lui, gli vengono attribuiti dodici salmi. I Leviti, cioè gli appartenenti alla tribù sacerdotale, lodavano Yahweh con le parole di Davide e del veggente Asàf.

    Questo salmo parla di un’assemblea di “Dei” (elohim), presieduta da uno di Loro, che li sta redarguendo per il comportamento inaccettabile nell’amministrare il potere sugli uomini. Questo EL, (forma singolare) siede in mezzo all’assemblea degli elohim, tutti di rango inferiore a Lui, sta ricordando Loro i doveri a cui devono attendere, difendere il debole, il povero e l’orfano, di pensare agli indigenti, di seguire i precetti e le regole stabilite. Dopo questi richiami, il redattore del testo introduce una sua considerazione personale, “questi elohim non capiscono, non riescono a intendere”, allora l’El che presiede l’assemblea dice con tono secco e minaccioso “Voi siete elohim e siete tutti figli di Elijòn, eppure come gli adam morirete e come tutti i capi cadrete”.

    La teologia Ebraica non potendo dire che Dio muore, dà come significato di elohim, solo in questo caso, “giudici” e quindi sono umani e possono morire. Dimenticando però che nella frase pronunciata dall’elohim presidente dell’assemblea, questi dice “siete elohim figli di elijon ma come gli adam morirete” quindi siete Dei, ma morirete come gli uomini, che senso avrebbe dire siete giudici e morirete come gli uomini, se sono giudici umani e ovvio che moriranno come gli adam, perché inserire questa ovvietà, vuol dire che non lo erano, non erano adam(uomini).

    Gli elohim avevano un aspettativa di vita lunghissima, (le-olam) nel passato e nel futuro dice la bibbia (millenni), ma anche loro destinati comunque a morire, come tutti gli esseri viventi.

    Quindi senza letture alternative, senza ipotesi strane e fantasiose, semplicemente e chiaramente scritto, gli elohim muoiono come tutti gli adam. Hanno una vita lunghissima rispetto a Noi, ma come Noi muoiono.

    Gli elohim non sono mai adam, in nessun contesto, sono due razze diverse che nulla hanno a che vedere l’una con l’altra, infatti se facciamo un passo indietro e andiamo alla creazione dell’uomo, si parla dei due D.N.A. con cui è stato fatto l’uomo, si parla di ingegneria genetica. (ma di questo parliamo un’altra volta)

    Voglio precisare, che quando nella bibbia nostra troviamo il termine Dio (singolare), nel testo Ebraico abbiamo il termine elohim (plurale), quando troviamo il termine Signore o Eterno, in Ebraico abbiamo invece Yahweh. Va anche precisato che il nome Yhwh, fa la sua comparsa quando la lingua Ebraica non esisteva ancora, questo nome viene scritto molto tempo dopo, 3 secoli circa e riceve i suoni vocalici dopo ulteriori 1600 anni, dai Masoreti (coloro che hanno vocalizzato la bibbia).

    Ulteriore curiosità:-
    Il Vaticano ha emanato una direttiva, in cui si dice che il termine Yahweh, non bisogna più usarlo, intendono progressivamente farlo uscire di scena. Questa direttiva potete trovarla in RETE e pubblica.-

    Mi fermo qui perché non posso scrivere tutta la bibbia, capitolo per capitolo. Bisogna leggerla e bene.
    Io non sono né esegeta né professore di alcunchè,(sono nessuno) ma sono un accanito lettore e seguo a distanza gli studi di Accademici Ufficiali e traduttori, tra cui diversi esegeti ebraici e scrittori alternativi, che si occupano di bibbia e lingue Semitiche.

    Quindi, non sono detentore di alcuna verità, anzi rispetto a questi, mi ritengo un ignorante in materia e li seguo accanitamente per un interesse culturale personale.

    Il contenuto di questo post, per molti sarà inaccettabile, lo capisco, sono cose di cui mai si parla, ma questo è il contenuto della bibbia e lo si legge, con una chiarezza sconcertante. Le sovrastrutture create e le false traduzioni o errori di traduzione, sono stati determinanti per la creazione di una religione, che non ha motivo di essere.

    Fonti: G. Garbini, mito e storia nella bibbia; G. Pettinato, Sumeri; R. De Troyes, Commento alla genesi; Biglino M, Non c’è creazione nella bibbia; Bat Adam L., Esodo, ovvero contrabbando di Know how dalle piramidi a Gerusalemme; Alford A. F., Quando gli Dei scesero sulla Terra; GARBINI G., Note di lessicografia ebraica; E molti altri, inutile citarne ancora sono tanti.

    Fonte per eccellenza: La BIBBIA Ebraico Masoretica.-(non cito le altre, ancora più esplicite)
    Ultima modifica di Melpi; 23-09-2014 alle 00: 44 Motivo: Sistemazione articolo
    Essere vivi e basta, non è impresa da poco.

  5. Questi utenti ringraziano Melpi per l'utile contributo

    Delo (29-09-2014)

  6. #35
    Utente moscio
    Points: 1,616, Level: 6
    Level completed: 11%, Points required for next Level: 534
    Overall activity: 0%
    Achievements:
    Tagger Second Class1 year registered1000 Experience Points
    L'avatar di riccardo51
    Data Registrazione
    Jul 2011
    Genere
    Maschio
    Messaggi
    56
    Punteggio
    1,616
    Livello
    6
    Credits
    50,141
    Depositati
    0
    Ringraziamenti
    0
    Ringraziato 1 Volta in 1 Post
    Citazione Originariamente Scritto da Melpi Visualizza Messaggio
    A ridaie Ricca, ma sei proprio de coccio, come dicono a Roma.

    Ma lo vuoi capire che non esistono: diavoli, angeli con le ali, inferno e paradiso. Li ha inventati la teologia cristiana.

    Nella bibbia ebraica queste cose NON CI SONO. Non ci sono nemmeno nelle altre versioni Greca e Samaritana.

    Non se ne parla nemmeno nei Ketuvim. E non voglio nemmeno dirti cosa sono.

    Viviti pure la Tua fede, ma non scrivere cose che non sai, solo per il gusto di scriverle. Ci credi Tu, va bene.
    Questo lo dici tu ma nelle scritture ebraiche Satana viene citato
    1 Cronache 21:1 "Satana incitava Davide a contare- Giobbe 1:6 "Satana entrava in mezzo a loro"- Giobbe 2:2 " Satana rispose, dal percorrere la terra " Zaccaria 3:1 " Satana stava alla sua destra per resisterli"Ciao Riccardo

  7. #36
    Utente Leggenda
    Points: 1,788, Level: 6
    Level completed: 40%, Points required for next Level: 362
    Overall activity: 59.0%
    Achievements:
    Created Album pictures3 months registered1000 Experience Points
    L'avatar di etabeta255
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Genere
    Maschio
    Messaggi
    1,470
    Punteggio
    1,788
    Livello
    6
    Credits
    1,681
    Depositati
    0
    Ringraziamenti
    1
    Ringraziato 123 Volte in 109 Post
    Senza offesa .........a me sembra fanatismo religioso , poi si parla dei musulmani..........
    .....e spezzerò le catene ai miei pensieri, ora liberi essi plasmano il mio essere assopito sotto l'involucro delle apparenze.

  8. #37
    Utente Leggenda
    Points: 1,445, Level: 5
    Level completed: 79%, Points required for next Level: 105
    Overall activity: 99.9%
    Achievements:
    Created Blog entry1000 Experience Points3 months registered

    Data Registrazione
    Jul 2013
    Genere
    Maschio
    Località
    Alessandria (Piemonte)
    Messaggi
    1,154
    Punteggio
    1,445
    Livello
    5
    Credits
    38,520
    Depositati
    0
    Ringraziamenti
    32
    Ringraziato 137 Volte in 120 Post
    Inserzioni Blog
    2
    Citazione Originariamente Scritto da riccardo51 Visualizza Messaggio
    Questo lo dici tu ma nelle scritture ebraiche Satana viene citato
    1 Cronache 21:1 "Satana incitava Davide a contare- Giobbe 1:6 "Satana entrava in mezzo a loro"- Giobbe 2:2 " Satana rispose, dal percorrere la terra " Zaccaria 3:1 " Satana stava alla sua destra per resisterli"Ciao Riccardo
    Riccardo, citi addirittura Giobbe 1:6 che è tra quelli che ho citato nel primo post, e satàn (non satana) è un RUOLO, esercitato da uno dei figli degli elohim, non una persona con quel nome. Non è nemmeno un nome, ma come ho più volte detto Tu leggi un testo teologizzato, scritto apposta per questo.


    (Giobbe 1,6 - Il capitolo dice che un giorno i figli degli elohim si sono presentati di fronte a Yahweh “E venne anche il satàn tra essi”, da notare l’articolo, che precede il ruolo esercitato da uno dei figli degli elohim. Inutile analizzare la vicenda, basta leggerla nella bibbia. Di seguito nei versetti 1-6 e 7 del capitolo 2, il termine satàn è sempre preceduto dall’articolo (satàn-ha) questo per dire che non è un nome proprio, ma uno dei figli degli elohim, che in quel momento svolge tale funzione.)

    Ma non leggi nemmeno quello che scrivo, che parliamo a fare.
    Essere vivi e basta, non è impresa da poco.

  9. #38
    Utente moscio
    Points: 1, Level: 1
    Level completed: 0%, Points required for next Level: 1
    Overall activity: 0%

    Data Registrazione
    Jun 2014
    Genere
    Maschio
    Messaggi
    48
    Punteggio
    1
    Livello
    1
    Credits
    2,999
    Depositati
    0
    Ringraziamenti
    2
    Ringraziato 5 Volte in 4 Post
    Grazie Melpi della tua analisi profonda e dettagliata, sicuramente degna di rispetto.
    Ammetto umilmente di non avere una cultura così approfondita delle analisi riguardanti le Scritture Ebraiche.
    Altrettanto umilmente ammetto di non conoscere le risposte a numerosi quesiti che mi sono posto nella lettura di diversi brani biblici.
    Di fronte alle azioni di YHWH a volte anch'io sono rimasto incagliato e ho provato a fare ricerche, a volte le stesse mi hanno soddisfatto, altre volte no.
    Tali ricerche specifiche possono infatti anche arricchire dal punto di vista accademico e storico ma possono distogliere l'attenzione da una cosa a me (e a tanti) molto cara, la fede.
    La traduzione della CEI da questa definizione di fede, traducendo quello che disse San Paolo nella lettera che scrisse agli ebrei:
    "La fede è fondamento delle cose che si sperano, e prova di quelle che non si vedono".
    Non voglio ora entrare nel merito di San Paolo, delle lettere da lui scritte o dei destinatari delle stesse, altrimenti inneschiamo una nuova polemica.
    Mi baso sulla definizione, che avrebbe potuto fare chiunque.
    Senza essere mellifluo o infido:
    La fede non si eredita, si coltiva. Per descriverla a chi non ce l'ha si può paragonare a una profonda amicizia, che ti fa accettare la persona a cui vuoi bene così com'è con i suoi punti di forza e con le sue debolezze, consapevole che quello che non accetti o non capisci oggi, forse lo capirai domani, forse dopodomani, o forse mai.

    La fede è un percorso, oggi accidentato, domani forse un po' meno, chi lo sa.

    Nessun essere umano ha la risposta a tutto, nessun essere umano può dire con assoluta certezza che questa cosa è profondamente giusta e quest'altra e profondamente sbagliata.

    Pensa ad esempio a quello che si riteneva giusto 20/30/50/100 anni fa e quello che riteniamo giusto oggi.

    Gli esseri umani hanno bisogno di certezze, le cercano, le vogliono, ma molto spesso non le ottengono.

    La fede può (a mio avviso) colmare il gap fra la realtà e le certezze che cerchiamo, facendoci star bene oggi, convivendo con le carenze dal punto di vista conoscitivo, e con la speranza di star meglio domani, quando capiremo ciò che oggi è oscuro.

    Nel frattempo dobbiamo provare a star bene, e con un pizzico di altruismo, (non caccia all'adepto) provare ad aiutare altri a fare altrettanto.

  10. #39
    Utente Leggenda
    Points: 1,788, Level: 6
    Level completed: 40%, Points required for next Level: 362
    Overall activity: 59.0%
    Achievements:
    Created Album pictures3 months registered1000 Experience Points
    L'avatar di etabeta255
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Genere
    Maschio
    Messaggi
    1,470
    Punteggio
    1,788
    Livello
    6
    Credits
    1,681
    Depositati
    0
    Ringraziamenti
    1
    Ringraziato 123 Volte in 109 Post
    Pensavo di leggere delle proprie opinioni e invece leggo frasi fatte ed ognuna è persino puntata, non hai nemmeno tentato di costruire una frase tutta tua, tutta questa enfasi per la fede ti ha offuscato la mente, riprenditi la vita che ti è stata data vivendola come tu vuoi e non come vogliono gli altri, libera la mente ed il pensiero ti verrà chiaro .........questa è la libertà.
    .....e spezzerò le catene ai miei pensieri, ora liberi essi plasmano il mio essere assopito sotto l'involucro delle apparenze.

  11. #40
    Amministratore
    Points: 134,549, Level: 52
    Level completed: 39%, Points required for next Level: 3,201
    Overall activity: 0%
    Achievements:
    SocialYour first GroupRecommendation First ClassVeteranCreated Album pictures
    L'avatar di Delo
    Data Registrazione
    Mar 2006
    Genere
    Maschio
    Località
    Foligno, Italy
    Messaggi
    8,330
    Punteggio
    134,549
    Livello
    52
    Credits
    833,265
    Depositati
    0
    Ringraziamenti
    153
    Ringraziato 241 Volte in 163 Post
    Inserzioni Blog
    24

    I miei social

    Segui Delo su Google+
    La fede è una cosa la storia è un'altra cosa: a quanto pare La Bibbia racconta una storia diversa rispetto a ciò che dice la Chiesa o meglio, i fatti sembra che vengano manipolati per adattarsi alle esigenze della fede.

    Non posso ribattere alle osservazioni accademiche interessanti di Melpi, non ne ho le competenze e, pur essendo credente, ritengo che la Chiesa nel corso degli anni abbia sicuramente proposto una visione/lettura/trascrizione della Bibbia quanto più vicina possibile alle esigenze ecclesiastiche.

    La Chiesa è stata per un periodo lunghissimo un centro di potere senza pari e, non possedendo eserciti così numerosi come altre potenze, usava la religione come arma per colpire gli avversari.

    Sono convinto, nella mia fede, che un Dio esista, ma sono altrettanto convinto che molte dei dogmi imposti dalla Chiesa derivino più da una loro esigenza che da un volere del Signore.

Discussioni Simili

  1. Seagate lancia un disco SATA 3.0
    Di janet nel forum Computer ed Internet
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 23-09-2009, 16: 45
  2. AMD abbraccerà SATA 3 a gennaio
    Di janet nel forum Computer ed Internet
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 18-06-2009, 08: 02
  3. Guida installazione hard disk sata ed eide
    Di Delo nel forum Computer ed Internet
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 31-05-2007, 16: 33
  4. una porta sata va lenta . cosa posso fare?
    Di speedcrash nel forum Computer ed Internet
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 22-02-2007, 19: 14
  5. Hard disk sata 2 non visto da windows xp senza xp
    Di themonster nel forum Computer ed Internet
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 26-12-2006, 12: 37
Articoli consigliati
Permessi di Scrittura
  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •