+ Rispondi alla Discussione
Risultati da 1 a 2 di 2
  1. #1
    Utente Leggenda
    Points: 1,445, Level: 5
    Level completed: 79%, Points required for next Level: 105
    Overall activity: 99.9%
    Achievements:
    Created Blog entry1000 Experience Points3 months registered

    Data Registrazione
    Jul 2013
    Genere
    Maschio
    Località
    Alessandria (Piemonte)
    Messaggi
    1,154
    Punteggio
    1,445
    Livello
    5
    Credits
    38,520
    Depositati
    0
    Ringraziamenti
    32
    Ringraziato 137 Volte in 120 Post
    Inserzioni Blog
    2
    Domande senza risposta: La precessione degli equinozi?
    Leggendo molti libri sulla storia dell’uomo, spesso ci si imbatte in cose incredibili, fatti a “Noi” oggi noti perché scienziati, astronomi o archeologi, in questi millenni hanno studiato e confermato l’esattezza di queste cose, ampliando anche di ulteriori particolari queste incredibili verità.
    Le domande però che ci si pone sono sempre le stesse, come facevano le antiche civiltà della Valle dell’Indo, Mesopotamia, Centro America e Egitto a conoscere queste cose? Parliamo di 7 o 8 mila anni fa, o forse 10 mila, chi e in che modo avrebbe potuto sapere certe cose?

    Partendo dal presupposto che nel primo millennio d.C., si pensava che la terra fosse piatta e che fosse il sole a girare intorno ad essa, la quale era posta al centro dell’universo. Come facevano gli “antichi” a sapere cose di una scientificità incredibile, controllate e confermate solo nel secondo millennio d.C. con mezzi moderni? Inoltre come facevano a conoscere i segni dello zodiaco? Nella tomba di Senmut a Dendera (Egitto) sono riportati tutti, insieme alle costellazioni della volta celeste.

    Per chi non sa di cosa parlo, (ancora oggi) al fine di comprenderne la complessità e la scientificità di queste cose, riporto da un libro qualsiasi, la regola scientifica di questo fenomeno Cosmico:

    Con questa espressione LA PRECESSIONE DEGLI EQUINOZI, si intende quel fenomeno celeste, che spiega l’oscillazione dell’asse terrestre, la quale compie un lento movimento circolare, paragonabile al movimento di una trottola. L’oscillazione determina un apparente retrocessione delle costellazioni nella sfera celeste.
    Questo avviene perché la linea immaginaria che unisce sul piano dell’eclittica gli equinozi di primavera e di autunno si sposta di un grado ogni 71 o 72 anni circa.
    I dodici segni dello zodiaco che formano l’intero arco celeste a 360 gradi, coprono, ciascuno, un periodo di 2160 anni, cui corrispondono quelle che in astrologia sono identificate come le “ere precessionali”, cioè l’era dell’Ariete, l’era del Toro etc. etc.. Il ciclo completo di 360 gradi richiede poco meno di 26.000 anni cioè 2160X12. Di qui la difficoltà a capire, osservare e calcolare tutto ciò.”


    Ho cercato di sintetizzare il tutto rendendolo semplice da capire. Questo cosidetto ciclo era definito dagli antichi “grande anno” ed era conosciuto da moltissime civiltà in varie parti del mondo.

    Qualcuno dirà sicuramente che anche allora erano intelligentissimi e riuscivano a calcolare queste cose, con l’osservazione della volta celeste. COME? IN CHE MODO? Ma soprattutto a cosa sarebbe servito calcolare tutto ciò, per una civiltà nomade di pastori o allevatori? Se non addirittura di raccoglitori.

    -Chi ha fornito ai nostri lontani avi, queste conoscenze, queste risposte con calcoli impossibili per Loro?
    -Ma soprattutto a cosa sarebbe Loro servito tutto ciò?

    Perchè queste domande la Comunità Scientifica non se le pone? Inoltre si guarda bene dal fornire risposte adeguate, 1° perché non ne ha; 2° perché sono risposte destabilizzanti della Loro teoria (Darwin) sull’evoluzione Umana. Potrebbero creare confusione e sconcerto, quindi si accetta la teoria dell’evoluzione che abbiamo studiato a scuola.(è molto più tranquilla e non crea spiragli a nuove verità. PER ORA)


    …Ciao…
    Essere vivi e basta, non è impresa da poco.

  2. #2
    Utente Leggenda
    Points: 1,445, Level: 5
    Level completed: 79%, Points required for next Level: 105
    Overall activity: 99.9%
    Achievements:
    Created Blog entry1000 Experience Points3 months registered

    Data Registrazione
    Jul 2013
    Genere
    Maschio
    Località
    Alessandria (Piemonte)
    Messaggi
    1,154
    Punteggio
    1,445
    Livello
    5
    Credits
    38,520
    Depositati
    0
    Ringraziamenti
    32
    Ringraziato 137 Volte in 120 Post
    Inserzioni Blog
    2
    Nessuno è intervenuto per questo post, PERCHE'? la risposta è semplice, nessuno riesce a capire il perchè gli antichi abitanti del nostro pianeta, avessero tali conoscenze nè perchè qualcuno avesse potuto fare determinati calcoli, ancora oggi ignoti alla maggiorparte della popolazione terrestre.
    Calcolare movimenti astronomici che si verificano ogni 2160 anni è una cosa impossibile per chiunque, in particolarmodo per una civiltà, che ignorava totalmente questi eventi.

    Quindi chi lo fece e per quale motivo? Chi tenne conto di quelle variabili e della ciclicità di quegli eventi? In particolare come fecero a vedere queste cose, se la vita di un uomo durava circa 100 anni? chi si pose quelle domande e in quale epoca vennero accertate queste verità extraterrestri?

    Oggi la scienza con tutta la tecnologia a nostra disposizione, riesce a verificare tutto questo grazie ai computers, ma allora chi e in che modo poteva riportare questi dati per 2160 anni, confermando determinate ciclicità?

    Non vi è una spiegazione, a meno che non pensiamo che vi fosse una civiltà talmente evoluta, simile alla nostra, che annotasse quegli eventi per trasmetterli alla futura umanità, a distanza di millenni da Loro.

    Queste sono le domande da porsi per addivenire ad una eventuale spiegazione. Può un popolo primitivo conoscere e annotare per i posteri eventi che si verificano a distanza di 2160 anni?

    Spazio alla fantasia, è possibile che umani primitivi potessero fare di questi calcoli e registrarli per i posteri?
    Oppure dobbiamo pensare che persone terze sapessero e, scolpirono nella pietra tutto ciò, per Noi umani di oggi?

    Datemi una risposta se credete o se potete, perchè io non riesco a darmela.
    Essere vivi e basta, non è impresa da poco.

Discussioni Simili

  1. Gioco Giochino del botta e risposta.
    Di Hypnotica nel forum Il Salottino
    Risposte: 8686
    Ultimo Messaggio: 04-09-2018, 15: 31
  2. Risposta di java
    Di valeria29 nel forum Computer ed Internet
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 05-06-2011, 19: 58
  3. La risposta a Brunetta
    Di Pleadiano nel forum Il Salottino
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 08-12-2008, 03: 29
  4. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 24-11-2008, 16: 55
Articoli consigliati
Permessi di Scrittura
  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •