+ Rispondi alla Discussione
Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 21
  1. #1
    Utente veterano
    Points: 6,264, Level: 11
    Level completed: 65%, Points required for next Level: 386
    Overall activity: 21.0%
    Achievements:
    SocialVeteranTagger First Class5000 Experience Points
    L'avatar di iacchetti
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    391
    Punteggio
    6,264
    Livello
    11
    Credits
    26,619
    Depositati
    0
    Ringraziamenti
    0
    Ringraziato 5 Volte in 4 Post
    Religione e politica.
    Secondo voi la religione dovrebbe occuparsi di politica?

    Parlando di religione mi riferisco a quelle che si definiscono cristiane (solo perchè più vicine a noi e non per discriminazione nei confronti di altre religioni).

    Visto che abbiamo tirato in ballo il cristianesimo, lasciamo che sia il suo fondatore a far luce su questa questione. Come narrano gli scrittori dei vangeli, durante il suo ministero Gesù si trovò in alcune occasioni di fronte alla realtà della politica. Esaminiamo alcuni di questi avvenimenti:

    Matteo 4:8-11 narra che il Diavolo offrì a Gesù "tutti i regni del mondo". Una persona che crede nella politica e desidera un miglioramento delle condizioni umane non avrebbe rifiutato quell'offerta, ma Gesù la rifiutò.

    Giovanni 6:10-15 dice: "Sapendo che stavano per venire ad afferrarlo per farlo re, si ritirò di nuovo sul monte, tutto solo".
    I contemporanei di Gesù avevano un disperato bisogno di un governante che fosse in grado di risolvere i loro problemi, e colpiti dalle capacità di Gesù volevano che entrasse in politica, ma come narra il passo riportato sopra Gesù rifiutò di farsi coinvolgere nella politica.

    In un'altra occasione, sostenitori di fazioni politiche opposte volevano obbligarlo a schierarsi politicamente e gli chiesero se gli ebrei dovessero pagare le tasse a Roma, qui la famosa risposta: "Rendete a Cesare le cose di Cesare, ma a Dio le cose di Dio" (Marco 12:13-17) Commentando questa risposta un libro afferma:"Si rifiutò di indossare i panni del Messia politico e definì con cura la sfera di competenza di Cesare e quella di Dio".

    Questi esempi mostrano chiaramente che Gesù rifiutò di farsi implicare in questioni politiche. Che dire dei cristiani di oggi? Come dovrebbero comportarsi?

    Gesù disse che i suoi seguaci "Non facevano parte del mondo" (Giovanni 17:4)
    La Bibbia afferma che gli esseri umani non hanno nè le capacità nè il diritto di governarsi: "Non appartiene all'uomo che cammina nemmeno di dirigere il suo passo": (Geremia 10:23)

    Stando agli esempi e ai passi biblici citati, cosa ne pensate, i cristiani o la religione in generale dovrebbe occuparsi di politica?

  2. #2
    Supermoderatrice - Moderatrice Notizie dal Mondo
    Points: 32,768, Level: 26
    Level completed: 13%, Points required for next Level: 2,282
    Overall activity: 17.0%
    Achievements:
    SocialYour first GroupRecommendation Second ClassCreated Album picturesTagger First Class
    L'avatar di arcoefreccia
    Data Registrazione
    Aug 2009
    Genere
    Femmina
    Località
    Milano
    Messaggi
    10,473
    Punteggio
    32,768
    Livello
    26
    Credits
    20,189
    Depositati
    8,117
    Ringraziamenti
    360
    Ringraziato 213 Volte in 179 Post
    Al di là delle citazioni, credo che il confronto fra Stato e Chiesa sia inevitabile; così come lo è stato nei secoli dei secoli, a maggior ragione penso sia naturale trovarlo nel contesto sociale odierno. Piuttosto che puntare sul quesito "la chiesa dovrebbe o non dovrebbe interessarsi delle questioni di stato" e viceversa, io riformulerei tutto prestando attenzione a "come trovare una soluzione per non continuare tutti a farsi la guerra a chi ha più ragione e più potere". Qualcuno ha suggerimenti?
    - I am not a queen, I am a khaleesi -

    Barman, sei pinte di birra e presto, il mondo sta per finire. Tieni il resto, hai dieci minuti circa per spenderli!


    Io sono una fan di DrJ!

    Fondatrice del Club delle Donne Superiori


  3. #3
    Utente veterano
    Points: 6,264, Level: 11
    Level completed: 65%, Points required for next Level: 386
    Overall activity: 21.0%
    Achievements:
    SocialVeteranTagger First Class5000 Experience Points
    L'avatar di iacchetti
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    391
    Punteggio
    6,264
    Livello
    11
    Credits
    26,619
    Depositati
    0
    Ringraziamenti
    0
    Ringraziato 5 Volte in 4 Post
    Purtroppo molte volte le guerre combattute tra nazioni, popoli hanno avuto dei connotati religiosi.
    La religione ha usato per troppo tempo la politica per fare i suoi affari, se si fosse mantenuta neutrale, separata dalla politica, tante guerre non si sarebbero combattute.

  4. #4
    Utente veterano
    Points: 2,865, Level: 8
    Level completed: 2%, Points required for next Level: 785
    Overall activity: 34.0%
    Achievements:
    1 year registeredTagger First Class1000 Experience Points
    L'avatar di Elohim
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Genere
    Maschio
    Messaggi
    295
    Punteggio
    2,865
    Livello
    8
    Credits
    24,907
    Depositati
    0
    Ringraziamenti
    0
    Ringraziato 0 Volte in 0 Post
    Citazione Originariamente Scritto da iacchetti Visualizza Messaggio
    Purtroppo molte volte le guerre combattute tra nazioni, popoli hanno avuto dei connotati religiosi.
    La religione ha usato per troppo tempo la politica per fare i suoi affari, se si fosse mantenuta neutrale, separata dalla politica, tante guerre non si sarebbero combattute.
    Ancora oggi lo fa... A parte nei paesi musulmani ma anche in qualsiasi altro stato che si definisca laico (anche se in apparenza non lo fa)...
    Love

  5. #5
    Utente moscio
    Points: 515, Level: 3
    Level completed: 55%, Points required for next Level: 135
    Overall activity: 15.0%
    Achievements:
    3 months registered500 Experience Points

    Data Registrazione
    Apr 2013
    Genere
    Maschio
    Messaggi
    44
    Punteggio
    515
    Livello
    3
    Credits
    5,442
    Depositati
    0
    Ringraziamenti
    0
    Ringraziato 3 Volte in 3 Post
    Nella cristianità milioni di persone, pur recitando regolarmente il “Padrenostro”, in cui pregano per la venuta del Regno di Dio, hanno sostenuto attivamente ogni sorta di espressione politica fuorché il dominio teocratico. Secoli fa, “principi” della Chiesa Cattolica, come i cardinali Richelieu, Mazzarino e Wolsey, furono anche uomini di stato, ministri di governo.
    Anche "di recente" è stato facile smascherare l’ingerenza della cristianità nella politica. Ad esempio Papa Pio*XII si attivò per portare avanti i suoi concordati con il nazista Hitler (1933) e il fascista Franco (1941), come pure per lo scambio di rappresentanti diplomatici fra il papa e il Giappone aggressore nel marzo 1942, solo pochi mesi dopo il proditorio attacco di Pearl Harbor. Il papa non prestò ascolto all’avvertimento di Giacomo: “O gente adultera, non sapete che l'amicizia del mondo è inimicizia verso Dio? Chi dunque vuol essere amico del mondo si rende nemico di Dio.”. —*Giacomo 4:4.
    Qual è la situazione oggi? Il papato è tuttora implicato nella politica, sia attraverso il clero che tramite rappresentanti laici. Papi recenti hanno dato la loro approvazione alle Nazioni Unite pronunciando discorsi davanti a quella contraffazione di fattura umana che dovrebbe assicurare la pace mondiale. Possiamo immaginare Gesù o l'Apostolo Pietro impegnati in un tale scambio diplomatico? Gesù rifiutò di essere costituito re dai giudei e disse che il suo Regno non era di questo mondo. —*Giovanni 6:15; 18:36.
    I leader protestanti sono forse meglio di quelli cattolici? Negli Stati Uniti molte religioni protestanti conservatrici, e anche i mormoni, sono riconducibili a un determinato schieramento politico. La “Coalizione cristiana” (Christian Coalition) è profondamente immischiata nella politica americana. Altri ecclesiastici protestanti si identificano chiaramente con un diverso schieramento politico. A volte ci si dimentica che esponenti politici americani sono o erano anche “reverendi”. Come possono mai giustificare la loro posizione? —*Atti 10:34,*35; Galati 2:6.
    Può una organizzazione religiosa che fa trattati con le potenze politiche e s’infiltra attivamente negli affari politici di questo mondo, cercando il suo vantaggio e la sua protezione . . . essere la chiesa di Dio oppure rappresentare Cristo Gesù sulla terra? . . . Manifestamente, tutti i religionisti che fanno causa comune con i regni di questo mondo, non possono affatto rappresentare il regno di Dio sotto Cristo Gesù”.

  6. #6
    Utente Leggenda
    Points: 1,445, Level: 5
    Level completed: 79%, Points required for next Level: 105
    Overall activity: 99.9%
    Achievements:
    Created Blog entry1000 Experience Points3 months registered

    Data Registrazione
    Jul 2013
    Genere
    Maschio
    Località
    Alessandria (Piemonte)
    Messaggi
    1,154
    Punteggio
    1,445
    Livello
    5
    Credits
    38,520
    Depositati
    0
    Ringraziamenti
    32
    Ringraziato 137 Volte in 120 Post
    Inserzioni Blog
    2
    Ho letto i vari commenti e opinioni, personalmente oggi non saprei come dividere la politica dalla Religione, nel mondo, la religione e diventata anche politica di stato o forse lo è sempre stata. Ho in mente un grande Papa, divenuto famoso per la sua semplicità e per il grande amore dimostrato all'umanità tutta, parlo di GIOVANNI XXIII, questo Signore intervenì con un discorso alla radio negli anni 60, che venne ascoltato da tutti i GRANDI della terra, la motivazione di quel discorso che invito tutti a cercare in internet ed ascoltare era la seguente: I Russi a Cuba avevano istallato dei missili nucleari, l'America accortasi del pericolo che correva con tali missili sulla porta di casa intervenne e con un discorso di J.F.Kennedy al Congresso, trasmesso via radio, pose un ultimatum alla Russia, quei missili dovevano sparire da Cuba, altrimenti la flotta navale avrebbe bombardato Cuba e le postazioni missilistiche, i Russi dal canto loro non potevano accettare l'ultimatum, pertanto si creò una pericolossissima situazione di stallo. Il mondo intero seguiva la vicenda e nonostante l'intervento diplomatico di tutti gli ambasciatori degli stati Europei-Asiatici ed africani non si giunse a nessun accordo, la grande paura atomica aveva già messo radici profonde, gli Stati Uniti avevano già mosso la flotta che dirigeva a Cuba ed anche i Russi muovevano verso Cuba, era in atto l'inizio di una guerra termonucleare. Mentre tutto ciò avveniva inesorabilmente, Una persona che non poteva muovere eserciti armati, pronuncio un discorso via radio alle Nazioni tutte ed in particolare all'America, Russia e Cuba. Tale discorso nella sua semplicità e nel suo fervore mi fà ancora oggi venire la pelle d'oca, ma servi a fermare quelle due Grandi Nazioni da i loro propositi di guerra.
    Il Presidente Americano e quello Russo, in seguito ebbero delle udienze private presso la Santa sede a diretto colloquio con il Papa, lo stesso fece Fidel Castro dopo qualche tempo. Il Mondo era salvo perchè il Papa(un grande Papa) era intervenuto appena in tempo per scongiurare una catastrofe atomica. Tornando a Noi, credo che separare la politica dalla religione sia cosa quasi impossibile e non parlo della politichetta da quattro soldi, parlo dell'Alta politica, quella vera, quella seria, fatta da persone serie. Quel Papa meritava il PREMIO NOBEL per la pace.

  7. #7
    Utente veterano
    Points: 6,264, Level: 11
    Level completed: 65%, Points required for next Level: 386
    Overall activity: 21.0%
    Achievements:
    SocialVeteranTagger First Class5000 Experience Points
    L'avatar di iacchetti
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    391
    Punteggio
    6,264
    Livello
    11
    Credits
    26,619
    Depositati
    0
    Ringraziamenti
    0
    Ringraziato 5 Volte in 4 Post
    Indubbiamente qualche esponente religioso si è adoperato per il bene dell'umanità, ma non è sempre stato così, anzi nella maggioranza dei casi quando la religione aveva mani in pasto in politica e avrebbe potuto aiutare milioni di persone non l'ha fatto lavandosi le mani. Vedi per esempio lo sterminio degli ebrei.

  8. #8
    Utente Leggenda
    Points: 1,445, Level: 5
    Level completed: 79%, Points required for next Level: 105
    Overall activity: 99.9%
    Achievements:
    Created Blog entry1000 Experience Points3 months registered

    Data Registrazione
    Jul 2013
    Genere
    Maschio
    Località
    Alessandria (Piemonte)
    Messaggi
    1,154
    Punteggio
    1,445
    Livello
    5
    Credits
    38,520
    Depositati
    0
    Ringraziamenti
    32
    Ringraziato 137 Volte in 120 Post
    Inserzioni Blog
    2
    Citazione Originariamente Scritto da iacchetti Visualizza Messaggio
    Secondo voi la religione dovrebbe occuparsi di politica?

    Parlando di religione mi riferisco a quelle che si definiscono cristiane (solo perchè più vicine a noi e non per discriminazione nei confronti di altre religioni).

    Visto che abbiamo tirato in ballo il cristianesimo, lasciamo che sia il suo fondatore a far luce su questa questione. Come narrano gli scrittori dei vangeli, durante il suo ministero Gesù si trovò in alcune occasioni di fronte alla realtà della politica. Esaminiamo alcuni di questi avvenimenti:

    Matteo 4:8-11 narra che il Diavolo offrì a Gesù "tutti i regni del mondo". Una persona che crede nella politica e desidera un miglioramento delle condizioni umane non avrebbe rifiutato quell'offerta, ma Gesù la rifiutò.

    Giovanni 6:10-15 dice: "Sapendo che stavano per venire ad afferrarlo per farlo re, si ritirò di nuovo sul monte, tutto solo".
    I contemporanei di Gesù avevano un disperato bisogno di un governante che fosse in grado di risolvere i loro problemi, e colpiti dalle capacità di Gesù volevano che entrasse in politica, ma come narra il passo riportato sopra Gesù rifiutò di farsi coinvolgere nella politica.

    In un'altra occasione, sostenitori di fazioni politiche opposte volevano obbligarlo a schierarsi politicamente e gli chiesero se gli ebrei dovessero pagare le tasse a Roma, qui la famosa risposta: "Rendete a Cesare le cose di Cesare, ma a Dio le cose di Dio" (Marco 12:13-17) Commentando questa risposta un libro afferma:"Si rifiutò di indossare i panni del Messia politico e definì con cura la sfera di competenza di Cesare e quella di Dio".

    Questi esempi mostrano chiaramente che Gesù rifiutò di farsi implicare in questioni politiche. Che dire dei cristiani di oggi? Come dovrebbero comportarsi?

    Gesù disse che i suoi seguaci "Non facevano parte del mondo" (Giovanni 17:4)
    La Bibbia afferma che gli esseri umani non hanno nè le capacità nè il diritto di governarsi: "Non appartiene all'uomo che cammina nemmeno di dirigere il suo passo": (Geremia 10:23)

    Stando agli esempi e ai passi biblici citati, cosa ne pensate, i cristiani o la religione in generale dovrebbe occuparsi di politica?
    ............Il motivo del suo arresto, non fù solo ad opera dei sacerdoti del tempio, purtroppo Gesù era anche un Zelota molto conosciuto, dovresti saperlo, quindi politicamente contro Roma. I Romani erano stufi delle continue insurrezioni politico-religiose, per cui per quell'uomo, non vi fù via di scampo.
    Non aveva eserciti per affrontare Roma, per cui non poteva nemmeno divenire Re, ne tanto meno Governante, lo avrebbero immediatamente ucciso. (si è comunque verificato per molto meno)
    Credendo all'esistenza di Joshua e della sua predicazione, non si può fare a meno di dire questo. Ci è stato tramandato.
    Per cui non fare esortazioni o dichiarazioni, che non puoi sostenere.
    Perchè qualcuno potrebbe chiedersi perchè parli male della Chiesa, ma sposi la sua dottrina.

    Inoltre sappi che il Nuovo Testamento è esattamente il contrario del Vecchio Testamento, non puoi scindere le cose solo quando ti fà piacere, devi abbracciare tutto il pacchetto, non metà.

    Il "Dio" di cui Tu parli spesso, lo trovi solo nel Nuovo Testamento, perchè nel Vecchio Testamento, quello stesso "Dio" è tutt'altro:Spietato, collerico, omicida, geloso, sanguinario, cattivo, vendicativo.

    Come posso discutere o spiegarti queste cose, senza urtare la tua Fede proprio non lo sò. Ma non ritengo nemmeno giusto che Tu ed altri, vi erigiate al di sopra della "massa" con il vostro "fervore", magari solo per "manie di protagonismo", dando voce ad interi capitoli della Bibbia, ricopiando solo quelli che ti aggradano e sbattendoli come post in questo sito, contro qualcuno che la pensa diversamente da Te. quello che fai è vergognoso.

    MA CHI TI CREDI DI ESSERE, LA TUA ARROGANZA E PARI SOLO ALLA TUA "IGNORANZA".

    Se davvero credi nel Tuo "Dio", dovresti mostrare un po di UMILTA', seguendo l'insegnamento e la predicazione fatta da Gesu Cristo. Non fare agli altri quello che non vorresti fosse fatto a te.

    Quello che fai e sbagliato solo per come lo fai, perchè comunque anche solo per curiosità, chi legge questi nostri scritti e portato poi ad aprirla la Bibbia e leggerla, questo per Te, CREDENTE potrebbe essere un grande merito, una cosa giusta. Te lo dice uno che non crede in quel "Dio" ma la bibbia la letta bene.
    Riflettici sopra, fai sempre in tempo a riprenderti.

    Buona giornata

  9. #9
    Amministratore
    Points: 222,184, Level: 67
    Level completed: 17%, Points required for next Level: 5,566
    Overall activity: 1.0%
    Achievements:
    SocialYour first GroupRecommendation First ClassVeteranCreated Album pictures
    L'avatar di themonster
    Data Registrazione
    Mar 2006
    Genere
    Maschio
    Località
    Mercato San Severino, Italy
    Messaggi
    7,022
    Punteggio
    222,184
    Livello
    67
    Credits
    473,074
    Depositati
    0
    Ringraziamenti
    96
    Ringraziato 135 Volte in 72 Post
    Inserzioni Blog
    10

    I miei social

    Segui themonster su Facebook Segui themonster su Google+
    Non so chi ha ragione, chi torto etcetc, ed onestamente non me ne può fregare di meno perchè io ho un solo DIO da seguire, ossia l'anima di questo forum.

    Quindi o proseguite il dibattito con altri toni, smettetela di offendervi o andate altrove a professare i vostri credo.

    Frasi del genere non saranno più tollerate: " MA CHI TI CREDI DI ESSERE, LA TUA ARROGANZA E PARI SOLO ALLA TUA "IGNORANZA".

    Grazie

  10. I seguenti utenti 2 ringraziano themonster per questo utile contributo

    etabeta255 (20-08-2013),Joshh (20-08-2013)

  11. #10
    Utente Leggenda
    Points: 1,445, Level: 5
    Level completed: 79%, Points required for next Level: 105
    Overall activity: 99.9%
    Achievements:
    Created Blog entry1000 Experience Points3 months registered

    Data Registrazione
    Jul 2013
    Genere
    Maschio
    Località
    Alessandria (Piemonte)
    Messaggi
    1,154
    Punteggio
    1,445
    Livello
    5
    Credits
    38,520
    Depositati
    0
    Ringraziamenti
    32
    Ringraziato 137 Volte in 120 Post
    Inserzioni Blog
    2
    Citazione Originariamente Scritto da themonster Visualizza Messaggio
    Non so chi ha ragione, chi torto etcetc, ed onestamente non me ne può fregare di meno perchè io ho un solo DIO da seguire, ossia l'anima di questo forum.

    Quindi o proseguite il dibattito con altri toni, smettetela di offendervi o andate altrove a professare i vostri credo.

    Frasi del genere non saranno più tollerate: " MA CHI TI CREDI DI ESSERE, LA TUA ARROGANZA E PARI SOLO ALLA TUA "IGNORANZA".

    Grazie
    Anche quì devo darti ragione ho esagerato. Comunque il termine ignoranza è virgolettato nel senso di ignorare, non come aggettivo. Morale hai ragione Tu.
    ....Ciao...

Articoli consigliati
Permessi di Scrittura
  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •