+ Rispondi alla Discussione
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 14
  1. #1
    Utente mitico
    Points: 5,688, Level: 11
    Level completed: 13%, Points required for next Level: 962
    Overall activity: 0%
    Achievements:
    SocialYour first GroupCreated Album picturesCreated Blog entryTagger First Class
    L'avatar di the royal
    Data Registrazione
    Apr 2010
    Genere
    Maschio
    Località
    Sono di una localita' che e' stata rovinata. Stop.
    Messaggi
    598
    Punteggio
    5,688
    Livello
    11
    Credits
    43,050
    Depositati
    0
    Ringraziamenti
    0
    Ringraziato 0 Volte in 0 Post
    Inserzioni Blog
    39
    La fine del mondo: come avverra'?
    Uno dei temi che ha sempre affascinato ed interessato non solo i misterologi, ma anche una larga parte della cultura, e' il tema della fine del mondo, o meglio:quando finira' il mondo e come.

    Sono domande che in qualche modo si trascinano da secoli.

    Gia' in pieno medioevo, c'era questa sorta di "spauracchio" escatologico ed e' risaputo che nei periodi immediatamente antecedenti all'anno 1000 e cioe' verso la fine del 999 le popolazioni fossero spesso chiuse in casa a pregare aspettando la fine del mondo.

    Ma il mondo non fini'.

    Anche nella nostra epoca giusto sul finire del 1999, anche se in termini decisamente piu' velati, c'e' qualche richiamo:mi pare fosse uscito un film dal titolo Giorni contati circa questo evento.

    Resta il fatto che le domande di fondo, ciclicamente si ripetono ma non trovano un risposta certa.

    Anzi una specie di risposta ci sarebbe e la spiegazione connessa con riferimenti cronologici, potrebbe risiedere nel fenomreno delle macchie solari.

    Le macchie solari, sono semplicemente zone del sole caratterizzate da temperature alterate rispetto alle altre parti del sole e da un forte magnetismo.

    Le macchie solari avrebbero una relativa ciclicita' e sembra che il loro alternarsi nel tempo abbia determinato flussi magnetici verso la terra che potrebbero, nel passato, aver inciso sulla fertilita' delle popolazioni
    determinandone talvolta la semplice estinzione.

    E questo potrebbe spiegare come mai talune civilta' si siano estinte.

    Si e' riscontrato che eventi di spicco sul pianeta terra avevano come corrispettivo una forte attivita' magnetica solare, come ad esempio ai tempi dell'impero romano.

    Viceversa taluni periodi come il sedicesimo secolo caratterizzati anche da mediocrita' culturali, avrebbero avuto una scarsa attivita' solare.

    Tra l'altro questo periodo viene anche definito come la minima di Maunder.

    Ed arriviamo alla connessione escatologica.

    Esaminando l'andamento a diagramma con funzioni, si rileverebbe per i prossimi anni una fortissima attivita' delle macchie solari.

    L'incidenza sulla terra potrebbe essere questa.

    Una fortissima tempesta magnetica, semplicemente provocherebbe una repentina inversione della polarita' magnetica terrestre.

    Pertanto la terra tenderebbe a sbilanciarsi improvvisamente dal proprio asse e le conseguenze sarebbero una improvvisa ripresa dell'attivita' vulcanica su tutto il pianeta.

    Ci sarebbero terremoti diffusi con spaccamenti di crosta lunghi chilometri.

    Il mare entrerebbe in burrasche violentissime.

    Contemporaneamente nelle zone a giorno del pianeta, il sole repentinamente si abbasserebbe dietro l'orizzonte mentre le stelle apparirebbero, in quanto notte. All'improvviso o quasi,ma nello stesso tempo, proprio per l'irregolare movimento di una terra magneticamente alterata, le stelle verrebbero viste come spostarsi disordinatamente nella volta celeste ed il cielo sembrerebbe ritrarsi in un movimento a rotolo.

    Nelle zone a notte si avrebbe il giorno con repentini ripiombamenti nella notte.

    Cioe' l'apocalisse.

    Quell'apocalisse di cui parla anche la bibbia:"Poi venne un gran terremoto che da quando l'uomo e' sulla terra non vi fu' mai niente di simile.Fuggirono tutte le isole e sparirono le montagne".

    Il tema delle macchie solari viene esaminato alquanto soddisfacentemente nel testo Le profezie dei Maya di Gilbert-Cotterell Corbaccio ed.

    Rilevando il fatto che ogni 3740 anni ci sarebbero sbalzi magnetici ed uno dei cicli a sbalzo sarebbe prossimo coincidendo con il computo siderale dei Maya sula posizione delle stelle .

    Forse riesce alquanto difficile pensare che prossimamente ci sia "l'apocalisse", ma sta' di fatto che una tempesta magnetica particolarmente forte, da vedersi, poi se di fatto ci sarebbe, potrebbe, senza per carita' voler spaventare nessuno, essere la spiegazione scentifica della "fine del mondo" oggetto ignoto di analisi da sempre.

  2. #2
    Supermoderatrice - Moderatrice Notizie dal Mondo
    Points: 32,768, Level: 26
    Level completed: 13%, Points required for next Level: 2,282
    Overall activity: 17.0%
    Achievements:
    SocialYour first GroupRecommendation Second ClassCreated Album picturesTagger First Class
    L'avatar di arcoefreccia
    Data Registrazione
    Aug 2009
    Genere
    Femmina
    Località
    Milano
    Messaggi
    10,473
    Punteggio
    32,768
    Livello
    26
    Credits
    20,189
    Depositati
    8,117
    Ringraziamenti
    360
    Ringraziato 213 Volte in 179 Post
    Non sono ferratissima in tema di macchie solari e me ne sono fatta un'idea leggendo quanto hai scritto royal. In quanto ad attività vulcaniche, terremoti, tsunami e altri fenomeni naturali mi pare che ultimamente il nostro pianeta stia facendo sentire la sua voce più del solito, senza voler essere necessariamente allarmistici e catastrofici si potrebbe pensare che questi enormi flussi magnetici siano già ampiamente a lavoro e sono dell'idea che il pochissimo rispetto che l'uomo ha nei confronti dell'ambiente non farà che estremizzare la situazione. Per ciò che riguarda la fine del mondo... chissà, se sarà segnata da qualche avvenimento naturale come quelli di cui stiamo parlando, oppure sarà l'ennesimo conflitto politico o sociale ad accendere la miccia, oppure - come ipotizzo spesso - una somma di entrambe le cose. Quel che è certo è che preferirei di gran lunga aver già finito il mio tempo su questa terra prima che ciò accada, piuttosto che esserne spettatrice in prima persona.
    - I am not a queen, I am a khaleesi -

    Barman, sei pinte di birra e presto, il mondo sta per finire. Tieni il resto, hai dieci minuti circa per spenderli!


    Io sono una fan di DrJ!

    Fondatrice del Club delle Donne Superiori


  3. #3
    janet
    Guest
    io mi chiedo ma perchè la gente con fine normale sia affascinata dall'universo e dai suoi problemi, con fine piuttosto infinita secondo i nostri parametri ? C'è in rete questa storia del 2012
    ma persino wiki dice
    Secondo i maya, ciascun ciclo del Lungo computo corrisponde ad un'era del mondo; il passaggio da un'era all'altra è segnata dunque da un cambiamento positivo preceduto da eventi più o meno significativi. Il ciclo attualmente in corso, che secondo la mitologia maya è il quarto, è iniziato l’11 Agosto 3114 a.C. ed è molto vicino al termine: il nuovo ciclo inizierà l’11 Dicembre 2012.
    Il Lungo computo dei calendari mesoamericani è alla base di una credenza New Age, prevista per la prima volta da José Argüelles, che un cataclisma avverrà il giorno 21 dicembre 2012 o in vicinanza ad esso, una previsione considerata sbagliata dalla corrente principale degli studiosi degli antichi Maya, eppure è comunemente citata nei mezzi di comunicazione di cultura popolare come il problema del 2012.

    Poi ci sono state altre crisi delle macchie solari e crisi che hanno ad esempio determinato la piccola era glaciale, ma il sole avrà altri 5 miliardi di anni di vita e se non c'è una guerra nucleare o una grossa meteorite che arriva non vedo perchè la terra non debba vivere altrettanto
    Poi ognuno magari vede marziani un pò ovunque, per me ad esempio può essere un marziano chiunque scriva articoli alimentando le paure della gente e dove c'è l'1% dei dati scientifici e tutto il resto invenzioni, però la rete ne è piena, vuol dire che l'umanità ha più bisogno di aspettarsi un apocalisse e vedere una fine vicina, che vivere invece dei vantaggi che la tecnologia offre, ossia del reale.

  4. #4
    Utente mitico
    Points: 5,688, Level: 11
    Level completed: 13%, Points required for next Level: 962
    Overall activity: 0%
    Achievements:
    SocialYour first GroupCreated Album picturesCreated Blog entryTagger First Class
    L'avatar di the royal
    Data Registrazione
    Apr 2010
    Genere
    Maschio
    Località
    Sono di una localita' che e' stata rovinata. Stop.
    Messaggi
    598
    Punteggio
    5,688
    Livello
    11
    Credits
    43,050
    Depositati
    0
    Ringraziamenti
    0
    Ringraziato 0 Volte in 0 Post
    Inserzioni Blog
    39
    Ancora indagini
    Citazione Originariamente Scritto da janet Visualizza Messaggio
    Poi ci sono state altre crisi delle macchie solari e crisi che hanno ad esempio determinato la piccola era glaciale, ma il sole avrà altri 5 miliardi di anni di vita e se non c'è una guerra nucleare o una grossa meteorite che arriva non vedo perchè la terra non debba vivere altrettanto
    Fermo restando, Janet, il mio ringraziamento per il tuo approfondimento, preciso che il tema del lungo computo e' appunto quello contenuto nel testo in oggetto.

    Vorrei pero' anche evidenziare che l'eventuale iper-attivita' delle macchie solari sarebbe in grado di provocare alterazioni magnetiche.

    Ora, non e' che necessariamente si debba pensare ad un prossimo futuro come quello ipotizzato sopra, pero', in tal caso, gli eventi non sarebbero incompatibili, dal momento che e' vero che il sole possa benissimo andare avanti altri cinque miliardi di anni, ma e' altrettanto vero che il problema nascerebbe per la terra appunto in caso di attivita' particolarmente intense delle macchie solari.

    Inoltre, se ho ben presente, nel testo viene evidenziato, come la scomparsa della civilta' Maya, sarebbe appunto dovuta ad una fase di sterilita' indotta da attivita' delle macchie solari.

    Quindi, certamente la tua osservazione e' pertinente, riguardo al fatto che ci sia un fascino volutamente costruito verso i catastrofismi imminenti;vedi le credenze medioevali.

    Nello stesso tempo pero', le forti scompensazioni magnetico-dinamiche della terra, se ci fossero e speriamo di no, potrebbero benissimo essere compatibili con il tema delle macchie solari.

    Quindi, certamente da una parte la massima cautela e prudenza su temi del genere, dall'altra la compatibilita' fattuale.

    Sulla questione dei marziani,altrove avro' molto da sottoporre.

  5. #5
    Utente Leggenda
    Points: 15,455, Level: 18
    Level completed: 12%, Points required for next Level: 1,595
    Overall activity: 18.6%
    Achievements:
    SocialYour first GroupRecommendation First ClassVeteranCreated Album pictures
    L'avatar di principe_igor
    Data Registrazione
    Nov 2008
    Genere
    Maschio
    Località
    Roma
    Messaggi
    1,879
    Punteggio
    15,455
    Livello
    18
    Credits
    58,852
    Depositati
    0
    Ringraziamenti
    0
    Ringraziato 1 Volta in 1 Post
    Inserzioni Blog
    24
    ottimi contributi di Royal e Janet.

    Sul 2012 si fa troppa e distorta pubblicità catastrofica e lo si spiega con la voglia di scoup, di novità e di mistero che ci contraddistingue.

    Il pensiero di The Royal tuttavia non mi è sembrato indirizzato a riaffermare la minaccia della fine del mondo per il 2012, piuttosto uno spunto di pensiero su come potrebbe avvenire questa apocalisse, sia essa nel 2012 o nel 2112 o chicchessia.

    Il tema delle macchie solari a mio modo di vedere è corretto, il fatto che il Sole continuerà presumibilmente a riscaldarci per altri 5 miliardi di anni (anno in più, anno in meno ) non vuol dire che la vita sulla Terra continuerà con le stesse forme di oggi.

    Basti pensare che il terremoto avvenuto recentemente in Cile ha spostato l'asse terrestre di circa 10 cm (e così avviene per ogni grande terremoto o eruzione vulcanica) e gli effetti di questo spostamento non li subiremo ora, ma solo tra uno-due anni.

    Non pensate solamente alla possibile estinsione dell'uomo, pensate piuttosto ad un leggero sconvolgimento climatico che provochi, quindi carenze di raccolti = fame nel Mondo.

    Speriamo bene.

  6. #6
    Utente mitico
    Points: 5,688, Level: 11
    Level completed: 13%, Points required for next Level: 962
    Overall activity: 0%
    Achievements:
    SocialYour first GroupCreated Album picturesCreated Blog entryTagger First Class
    L'avatar di the royal
    Data Registrazione
    Apr 2010
    Genere
    Maschio
    Località
    Sono di una localita' che e' stata rovinata. Stop.
    Messaggi
    598
    Punteggio
    5,688
    Livello
    11
    Credits
    43,050
    Depositati
    0
    Ringraziamenti
    0
    Ringraziato 0 Volte in 0 Post
    Inserzioni Blog
    39
    Piccolo approfondimento
    Citazione Originariamente Scritto da principe_igor Visualizza Messaggio

    Il pensiero di The Royal tuttavia non mi è sembrato indirizzato a riaffermare la minaccia della fine del mondo per il 2012, piuttosto uno spunto di pensiero su come potrebbe avvenire questa apocalisse, sia essa nel 2012 o nel 2112 o chicchessia.
    E' cosi', Principe Igor.

    Esattamente cosi'.

    Vorrei proporre un ulteriore piccolo sviluppo-contributo sulla potenziale determinazione del "quando".
    Ma si tratta di riferimenti da prendere assolutamente con le pinze e che certamente non devono indurre nessuno a conclusioni che potrebbero benissimo essere poi ai limiti della ciarlataneria.

    Per l'individuazione di possibili fasi storiche soggette all'ecatombe finale altro non ci si puo' riferire che a testi sacri o profezie profane e precisamente alcuni passi del profeta Ezechiele, contenuti nella bibbia e dal punto di vista profano,alle profezie del mago Merlino.

    Mago Merlino:capisco che verra' da ridere, Ma certamente esaminiamo solo un piccolo passo in cui egli dice che"Nell'epoca del caos," o meglio nell'epoca prossima all'ecatombe finale ebbene, le pietre parleranno.

    Ed ancora gli alberi avranno le radici dalla parte opposta.

    Cosa significherebbero queste due profezie.

    Quando egli dice che le pietre parleranno farebbe semplicemente riferimento alla nostra epoca: l'epoca dei transistors, impiantati nelle radio. Dunque le pietre che parlano, appunto.

    Anche se ora forse i transistors sarebbero gia' superati.

    Quando si parla di alberi con radici alla rovescia, forse il riferimento va' all'epoca in cui ci saranno pratiche contro-natura.

    Non siamo forse nell'epoca degli esperimenti genetici?

    Un tentativo di andare contro natura?

    I testi sacri, vanno presi,mi sembrerebbe con ancora maggiore cautela, dato l'accreditamento culturale e spirituale di cui godono.

    Si individuano possibili riferimenti anche se non proprio precisi.

    Ad esempio, il profeta Ezechiele 38-16 parlando del male coalizzato contro la Chiesa poco prima della fine del mondo, dice:" Salirai contro il mio popolo Israele come una nuvola che copre la terra. Cio' sara' alla fine dei tempi."

    Secondo alcune interpretazioni, tutte le armate belliche nemiche di Israele dovrebbero convergere su di esso passando nel letto dell'Eufrate in secca.
    Cio' significa che innanzitutto, perche' avvenga la catastrofe, sarebbe necessario che Israele si convertisse in massa al cristianesimo.

    A questo punto sarebbe soggetto all'attacco di molti paesi nemici che agirebbero in presumibilmente?una fase epocale di siccita' metereologica:L'eufrate asciutto.

    Cio' sarebbe l'antefatto poi, di quella famosa tempesta magnetica, e dopo lo sconquasso, l'intrevento della divinita' con la resurrezione dei morti.

    Nell'apocalisse si parla certamente di sconvolgimenti celesti e di un gran terremoto.

    Ma l'Eufrate, pur avendo ridotto la portata d'acqua non e' ancora in secca ed Israele, non si e' ancora convertito in massa al Cristianesimo.

    E come mi diceva un sacerdote molto paziente e disponibile, queste profezie non sarebbero applicabili a questi tempi.

    Quindi forse il mondo non starebbe per finire anche se l'andazzo non e' molto promettente.

  7. #7
    janet
    Guest
    Scusa principe Igor e l'eruzione del 79 D. C che distrusse Pompei ed Ercolano ? E l'eruzione del Krakatoa molti anni dopo nel 1883 che produsse un energia pari a 200 megatoni ed il suono fino ad ora più forte udito sul pianeta ? Tutto già visto ed ancora qui siamo.

    Certo siamo in un periodo interglaciale che potrebbe finire, potrebbe cadere un meteorite ecc ecc. ecc ma l'umanità in parte sopravvivrebbe

  8. #8
    Utente Leggenda
    Points: 15,455, Level: 18
    Level completed: 12%, Points required for next Level: 1,595
    Overall activity: 18.6%
    Achievements:
    SocialYour first GroupRecommendation First ClassVeteranCreated Album pictures
    L'avatar di principe_igor
    Data Registrazione
    Nov 2008
    Genere
    Maschio
    Località
    Roma
    Messaggi
    1,879
    Punteggio
    15,455
    Livello
    18
    Credits
    58,852
    Depositati
    0
    Ringraziamenti
    0
    Ringraziato 1 Volta in 1 Post
    Inserzioni Blog
    24
    Certo Janet che siamo ancora qui, non basta certo qualche terremoto a distruggere tutto.

    L'asse terrestre ha un'inclinazione che oscilla tra i 22,5° ed i 24,5° rispetto alla perpendicolare dell'asse, questa inclinazione è stata rilevata come dipendente da cataclismi avvenuti sulla Terra.

    E' una possibile ulteriore brusca variazione che porterebbe a sconvolgimenti climatici.

  9. #9
    Utente moscio
    Points: 1, Level: 1
    Level completed: 0%, Points required for next Level: 1
    Overall activity: 0%

    Data Registrazione
    Jun 2014
    Genere
    Maschio
    Messaggi
    48
    Punteggio
    1
    Livello
    1
    Credits
    2,999
    Depositati
    0
    Ringraziamenti
    2
    Ringraziato 5 Volte in 4 Post
    Bisogna analizzare il fatto sotto due diversi punti di vista:
    1) il primo prevalentemente scientifico
    2) il secondo prettamente spirituale.
    Dal punto di vista scientifico, la Terra e il Sole non sono eterni. Non mi addentro in dati tecnico/scientifici, tuttavia da tempo già si dice che il Sole prima o poi esaurirà le sue risorse e la sua capacità di produrre calore e luce, elementi FONDAMENTALI per la nostra vita. L'attività solare inoltre influisce profondamente su tutto quello che ruota attorno alla vita di ognuno di noi. Quello che cita l'autore di questo tema è assolutamente vero e il fatto che diamo per scontato che l'uomo nasce, vive e muore da sempre, non vogliamo pensare più di tanto a questa non remota possibilità
    Da un punto di vista puramente biblico invece le cose sono diverse, ma qui entra in gioco la fede, e la fede spesso e volentieri non è allineata con la scienza.
    Leggendo la Bibbia ho imparato una cosa riguardo a Dio:
    Nel libro di Ecclesiaste 1,4 infatti leggiamo: Una generazione se ne va, un'altra viene, e la terra sussiste per sempre.
    Questo versetto è in aperto contrasto con la scienza, che prevedere una durata non certo eterna di questo pianeta.
    Tuttavia entra in gioco il concetto di creazione, e anche qui bisogna esercitare fede nel fatto che un Dio abbia realmente creato tutto quello che vediamo intorno a noi.
    Infatti nel libro di Isaia 45,18 leggiamo: Poiché così parla l'Eterno che ha creato i cieli, l'Iddio che ha formato la terra, l'ha fatta, l'ha stabilita, non l'ha creata perché rimanesse deserta, ma l'ha formata perché fosse abitata: Io sono l'Eterno e non ve n'è alcun altro.
    Una volta conosciuto Dio, attraverso lo studio della Bibbia, risulta poi difficile pensare che abbia dotato questo pianeta delle condizioni per consentire la vita a delle creature, prevedendone poi una fine, anche in un'epoca molto futura.
    Dio ha creato la terra per la felicità degli esseri umani.
    Se crediamo che Dio abbia creato la terra, la fauna e la flora e tutto ciò che abbiamo scoperto e che ancora dobbiamo scoprire, forse è da sciocchi pensare che Dio non abbia il potere di limitare il naturale evolversi delle cose che lui stesso ha creato a beneficio delle sue stesse creature?

  10. #10
    Utente veterano
    Points: 6,264, Level: 11
    Level completed: 65%, Points required for next Level: 386
    Overall activity: 21.0%
    Achievements:
    SocialVeteranTagger First Class5000 Experience Points
    L'avatar di iacchetti
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    391
    Punteggio
    6,264
    Livello
    11
    Credits
    26,619
    Depositati
    0
    Ringraziamenti
    0
    Ringraziato 5 Volte in 4 Post
    Ricordo che una volta ho letto un libro sulle infinite possibilità della fine del nostro pianeta, ma queste sono e rimangono solo congetture. Io sono dello stesso pensiero di J-LIGHT e vi elenco i motivi del perché credo che la Terra non finirà.

    La Bibbia è molto chiara su quest'argomento, iniziando dal libro della Genesi si può leggere nei minimi particolari con quanta accuratezza Dio formò la Terra, e non credo che permetterà all'uomo o a qualche evento di distruggere questa sua meravigliosa creazione.

    Successivamente Egli fece scrivere parlando della terra: "Colui che la stabilì fermamente, che non la creò semplicemente per nulla, che la formò perché fosse abitata" (Isaia 45:18) E' evidente dunque che il proposito di Dio per la terra è che sia abitata dall'uomo per sempre.

    E' vero, l'uomo ha usato male questo dono che Dio gli ha fatto, ma il suo proposito non è cambiato; Dio non permetterà che la terra venga rovinata del tutto, infatti nell'Apocalisse 11:18 si legge: "Ridurrà in rovina quelli che rovinano la terra".

    La terra in se non ha nulla di sbagliato, è la sua gestione in mano all'uomo ad essere sbagliata. Ma la Bibbia promette:" I giusti possederanno la terra e risiederanno su di essa per sempre" (Salmo 37:29)

Tag per Questa Discussione
Articoli consigliati
Permessi di Scrittura
  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •