Il ministro Carrozza vuole che tutti gli italiani possano dire la loro sull'argomento scuola e quindi sta preparando una specie di referendum con dieci temi cardine che verrà messo sul web ed anche distribuito a chiunque volesse compilarlo.
Fra i temi quelli della valutazione della scuola e degli insegnanti, dell'autonomia scolastica, della durata del corso di studi.
Su quest'ultimo tema non dimentichiamo che stanno partendo al nord molte sperimentazioni imperniate sulla didattica breve che porteranno al diploma in quattro anni per rimanere nella fascia d'età, in cui in Europa si accede ai corsi universitari.

Fra i corsi da potenziare sicuramente gli Its che permettono a chi ha già un diploma tecnico di frequentare un corso biennale di alta specializzazione ed il 59% di chi l'ha conclusi, ha trovato lavoro.
Il ministro vorrebbe potenziare la diffusione del digitale, le biblioteche e le palestre ma anche l'insegnamento della storia dell'arte e grazie a fondi UE, verrà dato nuovo incentivo alle materie umanistiche.