Logitech fa sterminare i topi clonati
Sono 10mila i mouse che sono stati ridotti in polvere tecnologica perch?Š venivano spacciati come topi di razza pur essendo mouse qualunque. Nessuna cremazione, ?¨ bastato un rullo compressore

Milano - Sempre pi?š variegati nelle forme e nelle dimensioni, spesso capita di vederne alcuni dal look accattivante: sono i mouse il cui mercato, come per molti settori dell'hi-tech, ?¨ sempre pi?š spesso invaso da cloni, topi che sembrano in tutto e per tutto prodotti dalle grandi case del settore ma che sono invece frutto di contraffazione. E ora Logitech, uno dei maggiori produttori del settore, ha annunciato un giro di vite.

L'azienda ha infatti spiegato di aver fatto ridurre in cenere pi?š di 10mila mouse che erano destinati ad invadere le vetrine europee ed americane. Una distruzione riconducibile alle azioni che la stessa azienda sta portando avanti contro un produttore americano, Matador Business, e una societ?* di Hong Kong, Infinite Force Cargo Service, accusate di tentativi illegali di imitazione del marchio.

La scoperta dei topi clonati ?¨ avvenuta in Danimarca nel 2004: da l?? successive indagini condotte dalle autorit?* danesi hanno portato al recupero dei mouse contraffatti. La distruzione ?¨ stata condotta sfruttando un rullo compressore sotto il controllo del Tesoro Danese.

La Corte Marittima e Commerciale di Copenhagen gi?* nel 2005 aveva stabilito non solo l'eliminazione dei mouse, ma anche che le societ?* colpevoli della distribuzione pagassero danni e spese legali a Logitech, per un totale di 85mila euro.

Ora che quei topolini non esistono pi?š, Logitech spera che l'operazione dia un segnale ai tanti furbetti dediti alla contraffazione dell'hardware. "Questo risultato ?¨ per noi estremamente soddisfacente - afferma Steve Daverio, VP EMEA di Logitech - Logitech adotta una linea molto severa nei confronti della contraffazione del suo marchio. Rispondiamo con decisione all'illegalit?*, finalizzata a ottenere profitti illeciti a discapito della reputazione della nostra societ?* e dei nostri prodotti, riconosciuti sul mercato per qualit?*, stile e innovazione".

L'azienda ha avvertito che non mancher?* di sporgere nuove denunce contro chiunque voglia ricorrere alla pratica della clonazione per arricchirsi alle spalle dei consumatori e della stessa azienda.


fonte punto-informatico