Cina, il furto virtuale ?¨ un reato
Un tribunale di Guangzhou riconosce agli utenti di giochi multiplayer il diritto alla propriet?* virtuale. Multato un... ladro di oggetti virtuali che appartengono ad un gioco di ruolo giocato in rete da migliaia di utenti


Guangzhou (Cina) - La Repubblica Popolare Cinese ha assorbito cos?? bene il principio di tutela della propriet?* privata che ha deciso d'estenderlo anche alla cosiddetta propriet?* virtuale. Ne sa qualcosa Yan Yifan, un 20enne di Guangzhou condannato dai giudici popolari al pagamento di una ammenda pari a 5000 yuen, circa 500 euro, per avere "rubato" e rivenduto alcuni oggetti virtuali all'interno del videogioco Dahua Xiyou II.


Yan, secondo quanto riporta l'agenzia di stato Xinhua, ha sottratto "oggetti, soldi ed altre propriet?* virtuali" da molti giocatori di questo multiplayer patriottico - un gioco di ruolo ispirato alla leggenda popolare del Re delle scimmie.

Non solo: il ragazzo ha poi rivenduto questa insolita refurtiva, guadagnando sulle spalle degli utenti derubati. "I giocatori spendono tempo, energie e soldi per acquistare gli oggetti da utilizzare nella simulazione videoludica", hanno decretato i giudici, "pertanto i beni virtuali non solo hanno un valore, ma anche un valore aggiunto".

Il risultato ?¨ che Yan dovr?* pagare una multa molto salata, specialmente se paragonata ai salari medi di un cittadino cinese. Yan Yifan era riuscito ad entrare in possesso dei dati e delle "propriet?* virtuali" dei videogiocatori perch?Š lavorava come amministratore di sistema presso l'azienda che produce Dahua Xiyou II.

"Il codice penale cinese non prevede una definizione della propriet?* virtuale", sostengono alcuni avvocati esperti in propriet?* intellettuale e copyright, un tema molto caldo nella Cina di oggi.

Non ?¨ la prima volta che la "propriet?* virtuale" giunge sulla ribalta della cronaca cinese. L'anno scorso un tribunale cinese ha condannato un utente d'un gioco multiplayer: aveva rubato alcune spade magiche al suo alter ego digitale.


fonte punto-informatico