+ Rispondi alla Discussione
Risultati da 1 a 2 di 2
  1. #1
    Moderatrice Salottino
    Points: 1,552, Level: 6
    Level completed: 1%, Points required for next Level: 598
    Overall activity: 41.0%
    Achievements:
    Overdrive3 months registeredCreated Album pictures1000 Experience Points
    L'avatar di nonnamancata
    Data Registrazione
    Mar 2013
    Genere
    Femmina
    Località
    siciliana di origine, abito nella bergamasca da circa 40 anni
    Messaggi
    3,301
    Punteggio
    1,552
    Livello
    6
    Credits
    18,177
    Depositati
    0
    Ringraziamenti
    358
    Ringraziato 360 Volte in 285 Post
    I MELROSE-Edward St Aubyn
    I MELROSE
    di
    Edward ST.AUBYN


    La trama
    Sotto il titolo I Melrose,sono riuniti in un unico tomo quattro libri che inizialmente sono stati pubblicati separatamente:Non importa, Cattive notizie, Speranza, Latte materno.
    E' la storia autobiografica, dolorosa, toccante e rabbiosa di un bambino che cresce e diventa uomo nell'ambiente dorato della nobiltà inglese odierna;Patrick cresce con un padre sprezzante ed in rivolta con il mondo, un uomo a cui piace stupire e sottomettere gli altri, temuto ed idolatrato, almeno apparentemente, da una pletora di snob, arrampicatori sociali e nostagici del tempo andato; la sua ironia sprezzante e le sue cattiverie gratuite hanno come principali obiettivi la moglie Eleanor, ricchissima e succube che cercherà rifugio nell'alcool, che lo mantiene ma ne è terrorizzata, assolutamente incapace di difendere e proteggere il bambino; un uomo infelice e cattivo che arriverà a picchiare e ad abusare del proprio figlio di cinque anni,perchè si sente al di sopra della morale comune, perchè i suoi demoni lo tormentano.Patrick crescerà rabbioso, pieno di livore e di ansia, con un padre sempre più incupito da quando la madre ha finalmente trovato il coraggio di chiedere il divorzio e dal quale si allontanerà sempre di più ed altrettanto lontano da una madre debole ed egoista.La giovinezza di Patrick sarà la sperimentazione di ogni tipo di trasgressione, nella speranza di placare il dolore , la rabbia, il furore,invano. Il padre muore, ma neppure questo riesce a placarlo. Giunge ad un passo dalla fine e riesce a smettere con le droghe,fa l'avvocato, si sposa e genera due splendidi ed intelligentissimi bambini ai quali, impegnandosi con tutto se stesso, vuole risparmiare ciò che ha patito lui; la madre, vittima di un approfittatore, darà tutto il suo patrimonio ad una fondazione, e gli negherà persino il suo unico punto fermo, la casa di STe Nazare, dove Patrick ha trascorse tutte le estati della sua vita.
    Nonostante le buone intenzioni, il passato di Patrick però lo perseguita costantemente, cade preda dell'alcool ed anche il matrimonio finisce, complice anche il rifiuto della moglie a comportarsi come tale.

    Commento:
    L'avevo letto l'anno scorso, ma ho voluto rileggerlo per verificarne la prima impressione e per creare un trait d'union con l'ultimo libro che ha pubblicato e che chiude idealmente la saga familiare,Lieto fine, che sto leggendo attualmente.
    Da molto tempo non leggevo qualcosa di così assolutamente bello:la prosa è limpida,fluente,i concetti articolati con maestria rivelano la profonda cultura di quest'uomo, la descrizione dell'ambiente e dei caratteri accurata e coinvolgente; è uno spietato ritratto delle alte classi inglesi, in particolare di quella nobiliare; sfila in questi libri una galleria di caratteri magistralmente dipinti, ciascuno con le sue miserie morali; pochi sono i buoni della vicenda; anche Patrick alla fine è un tormentato ed un tormentatore, almeno per le sue donne; eppure, nonostante il dolore, la cattiveria, l'indifferenza, l'ironia serpeggia per tutta la narrazione che a sprazzi si accende di fine umorismo.
    Penso che sia un'opera che, con alterne vicende, sia destinata a durare negli anni e che non verrà facilmente dimenticata.
    Certo non sono libri da leggere tutti d'un fiato, ma con calma, perchè pregni di pensieri profondi da centellinare, come si fa con il vino buono. Caldamente consigliato.
    «L’ironia è la dipendenza peggiore in assoluto. Altro che l’eroina. Non esiste impresa più disperata che cercare di abbandonare l’ironia, il bisogno profondo di intendere una cosa e il suo contrario, di essere in due posti nello stesso istante, di sfuggire alla catastrofe dei significati inequivocabili»
    Edward St.Aubyn

  2. #2
    Amministratore
    Points: 134,549, Level: 52
    Level completed: 39%, Points required for next Level: 3,201
    Overall activity: 0%
    Achievements:
    SocialYour first GroupRecommendation First ClassVeteranCreated Album pictures
    L'avatar di Delo
    Data Registrazione
    Mar 2006
    Genere
    Maschio
    Località
    Foligno, Italy
    Messaggi
    8,330
    Punteggio
    134,549
    Livello
    52
    Credits
    833,265
    Depositati
    0
    Ringraziamenti
    153
    Ringraziato 241 Volte in 163 Post
    Inserzioni Blog
    24

    I miei social

    Segui Delo su Google+
    Grazie Nonna, hai saputo trasmettere tante emozioni con questa recensione

  3. Questi utenti ringraziano Delo per l'utile contributo

    nonnamancata (03-09-2014)

Discussioni Simili

  1. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 09-08-2009, 20: 26
  2. Cani bastonati dal principe Edward
    Di Delo nel forum Societa' e culture
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 29-12-2008, 10: 24
  3. Edward Norton
    Di Emily nel forum Cinema e Tv
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 23-05-2008, 11: 23
Articoli consigliati
Permessi di Scrittura
  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •