+ Rispondi alla Discussione
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 19
  1. #1
    Moderatrice Salottino
    Points: 1,552, Level: 6
    Level completed: 1%, Points required for next Level: 598
    Overall activity: 41.0%
    Achievements:
    Overdrive3 months registeredCreated Album pictures1000 Experience Points
    L'avatar di nonnamancata
    Data Registrazione
    Mar 2013
    Genere
    Femmina
    Località
    siciliana di origine, abito nella bergamasca da circa 40 anni
    Messaggi
    3,301
    Punteggio
    1,552
    Livello
    6
    Credits
    18,177
    Depositati
    0
    Ringraziamenti
    358
    Ringraziato 360 Volte in 285 Post
    La vera storia della Monaca di Monza
    E la sventurata rispose...Questa frase, gettata lì ironicamente da mio marito, ieri, mi ha fatto scattare il ricordo di una particolare lettura fatta anni fa; un bibliotecario gentile mi disse allora che era appena arrivato un volume in cui erano pubblicati gli atti originali del processo alla vera Monaca di Monza, che io lessi.
    Forse non tutti sanno come si sono effettivamente svolti i fatti narrati da Manzoni nei Promessi Sposi,capitolo X°, che lui conclude pudicamente con la frase " e la sventurata rispose".
    In questo caso, davvero la realtà supera la fantasia, ed in quel convento si svolse un drammone a tinte forti che potrebbe appartenere al genere "noir", se fosse un romanzo.
    Occorre precisare che sono personaggi effettivamente vissuti e che Gertrude, il cui nome vero era Marianna de Levya, nobile e costretta al convento a causa delle leggi sul maggiorascato, intrecciò davvero una relazione con L'Egidio del romanzo, il cui vero nome era Giampaolo Osio.
    Come ricorderete dal romanzo,il giardino della casa dell'Osio confinava con il convento; Virginia, in quanto nobile, aveva il suo appartamento separato dal resto del convento, ed una finestrella di questo dava proprio sul giardino di Paolo, il quale avvistata la giovane, cominciò ad attirare la sua attenzione con gesti e regali che le faceva pervenire tramite suore compiacenti; dopo una prima resistenza Marianna cede, e riceve dapprima Paolo in parlatorio, al di là di una grata, poi addirittura nel suo appartamento, con l'aiuto compiacente di alcune converse e suore, che lo facevano passare da una porticina del convento che dava sul giardino di Paolo; i due intreccirono una relazione che durò anni, dalla quale nacquero anche alcuni figli; lo scandalo però cominciò a montare ed alcune suore minacciarono di parlare: i due, per soffocarlo, arrivarono all'omicidio, gettandone una in fondo ad un pozzo, ed affogandone un'altra nel fiume ; a questo punto lo scandalo divenne pubblico ed i due vennero arrestati per ordine del Cardinale Borromeo:era l'anno 1607. Virginia fu torturata per confessare ed ammise tutto, confessò il come ed il dove, anche i i crimini commessi, ma non parlò mai d'amore, disse di essere stata posseduta dal maligno; venne condannata ad essere murata viva a vita nel suo stesso convento, con un solo foro per passarle il cibo ed uno per i bisogni corporali.
    Paolo fu torturato, mutilato di una mano con le tenaglie roventi, poi impiccato e smembrato.
    Virginia, dopo 13 anni e quasi folle, ricevette la grazia dal cardinale Borromeo ( quello che converte l'Innominato, ricordate?) ma non volle lasciare l'ala del convento in cui visse; scrisse sempre al Cardinale, professando il suo pentimento e chiedendo insistentemente perdono.

    Questa,molto in sintesi, è la vera storia della Monaca di Monza; ne sono state fatte molte ricostruzioni di fantasia, ma questa è l'unica vera, perchè desunta dagli atti del processo.

    Chi ne avesse la curiosità, ma non volesse leggere gli atti del processo,lunghi ed a volte noiosi, può ritrovare queste notizie nell'archivo storico del Corriere Della Sera.
    Ultima modifica di Delo; 13-01-2014 alle 11: 15
    «L’ironia è la dipendenza peggiore in assoluto. Altro che l’eroina. Non esiste impresa più disperata che cercare di abbandonare l’ironia, il bisogno profondo di intendere una cosa e il suo contrario, di essere in due posti nello stesso istante, di sfuggire alla catastrofe dei significati inequivocabili»
    Edward St.Aubyn

  2. I seguenti utenti 5 ringraziano nonnamancata per questo utile contributo

    arcoefreccia (05-01-2014),Mariagrazia1991 (12-01-2014),tere (12-01-2014),themonster (05-01-2014)

  3. #2
    Supermoderatore - Moderatore Nuovi Utenti
    Points: 61,769, Level: 35
    Level completed: 67%, Points required for next Level: 1,181
    Overall activity: 71.0%
    Achievements:
    SocialOverdriveVeteranCreated Album picturesTagger First Class
    L'avatar di BostonCeltics
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Genere
    Maschio
    Messaggi
    26,762
    Punteggio
    61,769
    Livello
    35
    Credits
    1
    Depositati
    0
    Ringraziamenti
    263
    Ringraziato 456 Volte in 389 Post
    Grazie del suggerimento e del riassunto della vera storia, che conoscevo solo a grandi linee, della monaca di Monza. Certo a quei tempi non andavano molte per il sottile con le pene da infliggere ai condannati e pensando invece a come oggi tanta gente è libera di rubare e spacciare senza fare un giorno di galera, e solo qualche anno in caso di omicidio.....
    -BostonCREDITS-

  4. #3
    Utente Leggenda
    Points: 1,445, Level: 5
    Level completed: 79%, Points required for next Level: 105
    Overall activity: 99.9%
    Achievements:
    Created Blog entry1000 Experience Points3 months registered

    Data Registrazione
    Jul 2013
    Genere
    Maschio
    Località
    Alessandria (Piemonte)
    Messaggi
    1,154
    Punteggio
    1,445
    Livello
    5
    Credits
    38,520
    Depositati
    0
    Ringraziamenti
    32
    Ringraziato 137 Volte in 120 Post
    Inserzioni Blog
    2
    Grazie, ma personalmente preferisco la fantasia erotica alla "vera" storia narrata.

    Per quanto "vera" anche in quella vi è molta fantasia conoscendo la chiesa e i giudici del tempo.

    ...Ciao...
    Essere vivi e basta, non è impresa da poco.

  5. #4
    Moderatrice Salottino
    Points: 1,552, Level: 6
    Level completed: 1%, Points required for next Level: 598
    Overall activity: 41.0%
    Achievements:
    Overdrive3 months registeredCreated Album pictures1000 Experience Points
    L'avatar di nonnamancata
    Data Registrazione
    Mar 2013
    Genere
    Femmina
    Località
    siciliana di origine, abito nella bergamasca da circa 40 anni
    Messaggi
    3,301
    Punteggio
    1,552
    Livello
    6
    Credits
    18,177
    Depositati
    0
    Ringraziamenti
    358
    Ringraziato 360 Volte in 285 Post
    Citazione Originariamente Scritto da Melpi Visualizza Messaggio
    Grazie, ma personalmente preferisco la fantasia erotica alla "vera" storia narrata.

    Per quanto "vera" anche in quella vi è molta fantasia conoscendo la chiesa e i giudici del tempo.

    ...Ciao...
    Ciascuno ha i suoi gusti, Melpi ; io invece ad una ricostruzione fantasiosa preferisco i fatti veri, è per questo motivo che preferisco ai romanzi storici i saggi, ce ne sono molti di ben fatti e piacevoli da leggere.
    Quanto alla cronaca del tempo, dissento da te: anche se gli interrogatori sono stati condotti nel 1600 non c'è alcun motivo di dubitare che siano veritieri, in quanto sono stati condotti davanti ad un inflessibile giudice di cui si conosce nome e cognome e parte davanti al cardinale Borromeo, tutti personaggi realmente esistiti, con la tecnica dell'interrogatorio pubblico e con uno scrivano che trascriveva.
    «L’ironia è la dipendenza peggiore in assoluto. Altro che l’eroina. Non esiste impresa più disperata che cercare di abbandonare l’ironia, il bisogno profondo di intendere una cosa e il suo contrario, di essere in due posti nello stesso istante, di sfuggire alla catastrofe dei significati inequivocabili»
    Edward St.Aubyn

  6. #5
    Moderatrice Salottino
    Points: 1,552, Level: 6
    Level completed: 1%, Points required for next Level: 598
    Overall activity: 41.0%
    Achievements:
    Overdrive3 months registeredCreated Album pictures1000 Experience Points
    L'avatar di nonnamancata
    Data Registrazione
    Mar 2013
    Genere
    Femmina
    Località
    siciliana di origine, abito nella bergamasca da circa 40 anni
    Messaggi
    3,301
    Punteggio
    1,552
    Livello
    6
    Credits
    18,177
    Depositati
    0
    Ringraziamenti
    358
    Ringraziato 360 Volte in 285 Post
    Citazione Originariamente Scritto da BostonCeltics Visualizza Messaggio
    Grazie del suggerimento e del riassunto della vera storia, che conoscevo solo a grandi linee, della monaca di Monza. Certo a quei tempi non andavano molte per il sottile con le pene da infliggere ai condannati e pensando invece a come oggi tanta gente è libera di rubare e spacciare senza fare un giorno di galera, e solo qualche anno in caso di omicidio.....
    Davvero Boston, ma allora, e per molto tempo dopo, si dava scarso valore alla vita umana; se pensiamo al Far West, quindi in epoca molto più recente, quando si impiccava un uomo per aver rubato un cavallo!Carino il tuo nuovo Avatar.
    «L’ironia è la dipendenza peggiore in assoluto. Altro che l’eroina. Non esiste impresa più disperata che cercare di abbandonare l’ironia, il bisogno profondo di intendere una cosa e il suo contrario, di essere in due posti nello stesso istante, di sfuggire alla catastrofe dei significati inequivocabili»
    Edward St.Aubyn

  7. #6
    Supermoderatore - Moderatore Nuovi Utenti
    Points: 61,769, Level: 35
    Level completed: 67%, Points required for next Level: 1,181
    Overall activity: 71.0%
    Achievements:
    SocialOverdriveVeteranCreated Album picturesTagger First Class
    L'avatar di BostonCeltics
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Genere
    Maschio
    Messaggi
    26,762
    Punteggio
    61,769
    Livello
    35
    Credits
    1
    Depositati
    0
    Ringraziamenti
    263
    Ringraziato 456 Volte in 389 Post
    Non dico di tornare al far west ma pene più severe servirebbero anche oggi. Dastardly e Muttley e le macchine volanti era uno dei miei cartoni animati preferiti, in particolare mi piaceva Muttley che voleva sempre la medaglia.
    -BostonCREDITS-

  8. #7
    Moderatrice Salottino
    Points: 1,552, Level: 6
    Level completed: 1%, Points required for next Level: 598
    Overall activity: 41.0%
    Achievements:
    Overdrive3 months registeredCreated Album pictures1000 Experience Points
    L'avatar di nonnamancata
    Data Registrazione
    Mar 2013
    Genere
    Femmina
    Località
    siciliana di origine, abito nella bergamasca da circa 40 anni
    Messaggi
    3,301
    Punteggio
    1,552
    Livello
    6
    Credits
    18,177
    Depositati
    0
    Ringraziamenti
    358
    Ringraziato 360 Volte in 285 Post
    Citazione Originariamente Scritto da BostonCeltics Visualizza Messaggio
    Non dico di tornare al far west ma pene più severe servirebbero anche oggi. Dastardly e Muttley e le macchine volanti era uno dei miei cartoni animati preferiti, in particolare mi piaceva Muttley che voleva sempre la medaglia.
    Soprattutto, caro Boston, pene certe e scontate fino alla fine.
    «L’ironia è la dipendenza peggiore in assoluto. Altro che l’eroina. Non esiste impresa più disperata che cercare di abbandonare l’ironia, il bisogno profondo di intendere una cosa e il suo contrario, di essere in due posti nello stesso istante, di sfuggire alla catastrofe dei significati inequivocabili»
    Edward St.Aubyn

  9. #8
    janet
    Guest
    Molto interessante anche se già lo sapevo, disgraziatamente si studiano ancora i Promessi Sposi a scuola e poi io ho fatto il classico.
    molte volte si hanno altri interessi non è che non si conoscono alcuni capolavori. certo ho visto il film Ironclad ambientato nell' epoca di re Giovanni e dopo leggendo la recensione ho scoperto che molte armi usate erano sbagliate cosa che non avevo capito al momento.
    ho pensato a quel film proprio perché' era un altro triste periodo di giustizia sommaria.
    tornando alla Monaca di Monza ho trovato anche molto ben fatta la pagina di Wikipedia, una volta tanto.

  10. #9
    Moderatrice Salottino
    Points: 1,552, Level: 6
    Level completed: 1%, Points required for next Level: 598
    Overall activity: 41.0%
    Achievements:
    Overdrive3 months registeredCreated Album pictures1000 Experience Points
    L'avatar di nonnamancata
    Data Registrazione
    Mar 2013
    Genere
    Femmina
    Località
    siciliana di origine, abito nella bergamasca da circa 40 anni
    Messaggi
    3,301
    Punteggio
    1,552
    Livello
    6
    Credits
    18,177
    Depositati
    0
    Ringraziamenti
    358
    Ringraziato 360 Volte in 285 Post
    Citazione Originariamente Scritto da janet Visualizza Messaggio
    Molto interessante anche se già lo sapevo, disgraziatamente si studiano ancora i Promessi Sposi a scuola e poi io ho fatto il classico.
    molte volte si hanno altri interessi non è che non si conoscono alcuni capolavori. certo ho visto il film Ironclad ambientato nell' epoca di re Giovanni e dopo leggendo la recensione ho scoperto che molte armi usate erano sbagliate cosa che non avevo capito al momento.
    ho pensato a quel film proprio perché' era un altro triste periodo di giustizia sommaria.
    tornando alla Monaca di Monza ho trovato anche molto ben fatta la pagina di Wikipedia, una volta tanto.
    Janet, non ho sostenuto in nessuna parte del mio post iniziale che gli altri non avessero letto i Promessi sposi, nè che non conoscano i capolavori della nostra letteratura; io ho fatto l'Istituto Tecnico Commerciale, ma i Promessi Sposi li ho studiati lo stesso, rileggendoli poi nel corso della vita almeno altre tre volte. In ogni caso, visto che l'hai studiato, ricorderai che il capitolo dedicato alla monaca, si chiude con la famosa frase" la sventurata rispose" e nulla viene detto di quel che successe dopo; quindi, se già conoscevi,come sostieni,i fatti di cui parlavo, la tua fonte non può essere in ogni caso il libro del Manzoni; non è che se una persona parla di letteratura bisogna subito prenderla come un'offesa personale. Si parla di letteratura come si parla di ricette o di cinema o come tu parli spesso di argomenti di informatica,non vedo perchè se si parla di qualunque altra cosa deve essere accettata con naturalezza, se si parla di letteratura invece bisogna subito presupporre la supponenza di chi ne parla.Ciascuno parla di ciò che lo appassiona, poi se ciò non viene gradito o apprezzato o non interessa si può anche fare a meno di rispondere, non è un obbligo.Finiamola qui, non ho nessuna voglia di riaprire polemiche con te, e non mi ci trascinerai di certo.
    «L’ironia è la dipendenza peggiore in assoluto. Altro che l’eroina. Non esiste impresa più disperata che cercare di abbandonare l’ironia, il bisogno profondo di intendere una cosa e il suo contrario, di essere in due posti nello stesso istante, di sfuggire alla catastrofe dei significati inequivocabili»
    Edward St.Aubyn

  11. #10
    janet
    Guest
    ho cambiato il post perché non ho bisogno del' intervento di nessuno tanto saprei già' come finirebbe e in ogni caso ho il massimo rispetto per una persona che potrebbe essere mia nonna, perché' mia madre ha avuto il primo figlio a 18 anni.
    oltretutto ho già' ringraziato Nonnamancata sul post in quanto stimo ed ammiro chiunque produca materiale interessante per il forum.
    con la mia frase, facevo considerazioni personali sul fatto che dati i miei interessi futuri, sarebbe stato più utile e proficuo per me fare più matematica che tante ore di italiano sui Promessi Sposi, compresa la reale versione storica della monaca di Monza.
    indubbiamente a 14 anni spesso si sceglie un corso di studi sbagliato.

    mi scuso per l' equivoco anche perché chi ha voglia di litigare una scusa la troverà' sempre ma troverà' sempre davanti un muro.

Articoli consigliati
Permessi di Scrittura
  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •