Visualizza Feed RSS

L'oblio sul caos

Gli angoli dell'ovvio

Valuta Questa Inserzione
Di , 30-11-2010 alle 15: 21 (771 Visite)
Mi rifugio dal mondo,
ripensando all'esordio
di quegli attimi da carta colorata.

Residuo di razionale follia.

Squarci di luce a mezz'aria.

Vocii di metodi contemporanei,
figli di idealisti puritani.

Non esiste peccato
se non vi è pena.

Mi scuoto un po'
tra i chiodi dell'ovvio.
Si gela.

Mariagrazia Zingaro

Invia "Gli angoli dell'ovvio" a Facebook Invia "Gli angoli dell'ovvio" a Twitter Invia "Gli angoli dell'ovvio" a Google

Categorie
Poesie

Commenti